BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Urgnano, in casa teneva arsenale e attrezzi rubati Denunciato per ricettazione

I carabinieri di Urgnano hanno denunciato un 56enne per ricettazione, appropriazione indebita, insolvenza fraudolenta, detenzione abusiva di munizioni e acquisto di cose di sospetta provenienza, rinvenute in casa e sistemate ordinatamente per essere rivendute.

In una stanza di casa sua c’era un mezzo arsenale e attrezzi da lavoro per tutti i gusti che deteneva ordinatamente per essere rivenduti: i carabinieri di Urgnano hanno denunciato per ricettazione, appropriazione indebita, insolvenza fraudolenta, detenzione abusiva di munizioni e acquisto di cose di sospetta provenienza un 56enne pregiudicato, A.F., nato a Bergamo e residente a Urgnano.

Nella serata di giovedì 18 settembre, a parziale conclusione delle indagini, i militari dell’arma si sono recati in casa del 56enne per una perquisizione: quello che hanno trovato è una lunga lista di attrezzi e alcune armi bianche.

Nella sola mattinata di giovedì sono state tre le denunce a suo carico giunte alla caserma di Urgnano: per un telefono cellulare Samsung Galaxy Young provento di appropriazione indebita, per una scala a cinque gradini rubata e per un machete marca “Rui” con lama in titanio di 36 centimetri consegnata da un corriere Sda che ne ha denunciato il mancato pagamento.

Ma della lista fanno parte anche 84 munizioni di vario calibro detenute illegalmente, 158 coltelli a serramanico, tre macheti curvi, una mannaia, cinque grossi coltelli, tre pugnali, una accetta, dieci taglierini, quattro cassette di metallo porta attrezzi, sette smerigliatrici, sette saldatrici a stagno, sette avvitatori e numerosa attrezzatura da lavoro come cacciaviti, chiavi a snodo, chiavi in acciaio, chiavi a tubo, martelli, mazzole, seghetti, forbici, pinze, chiavi a pappagallo, scalpelli, lime, punte da trapano, chiavi esagonali e stringenti.

La refurtiva ha un valore complessivo di circa diecimila euro ed è stata già parzialmente restituita agli aventi diritto: le indagini continuano per risalire anche agli altri proprietari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca Lazzaretti

    I ladri però sono di solito rumeni albanesi o immigrati in generale…i bergamaschi sono ad un livello superiore..

  2. Scritto da oscar

    erano per il bricolage

    1. Scritto da angelo m

      E i coltelli ? Voleva fare il fachiro e mangiarli?

      1. Scritto da Aldo

        Esatto! :-)