BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Allarme variante di Zogno, costerà 20 milioni in più Itinera pronta ad andarsene fotogallery

La strada è in salita per il progetto della variante di Zogno. Nei giorni scorsi molti operai dell'impresa Itinera hanno caricato le macchine sui tir e se ne sono andati. Una parte del cantiere invece è sempre operativa anche se non c'è più esplosivo per scavare. I soldi dell'appalto sono finiti, l'infrastruttura che dovrebbe dare una svolta all'economia della Valbrembana no.

La strada è in salita per il progetto della variante di Zogno. Nei giorni scorsi molti operai dell’impresa Itinera hanno caricato le macchine sui tir e se ne sono andati. Una parte del cantiere invece è sempre operativa anche se non c’è più esplosivo per scavare.

I soldi dell’appalto sono finiti, l’infrastruttura che dovrebbe dare una svolta all’economia della Valbrembana no. Dal 2012 ad oggi sono stati spesi tutti gli oltre 44 milioni di euro che Regione Lombardia e Provincia di Bergamo hanno stanziato, ma ne serviranno molti altri. Durante il cantiere infatti sono stati incontrati problemi di natura tecnica e geologica: le pareti delle gallerie sono state consolidate per garantire tutte le misure di sicurezza, lo stesso vale per il versante del monte di Zogno che affianca la strada a cielo aperto.

Il presidente della Provincia Ettore Pirovano è consapevole delle difficoltà, anche se invita tutti alla calma. “Ho già fissato un incontro con i rappresentanti di Itinera per cercare di risolvere la situazione – spiega -. Siamo serenamente in contatto anche con Regione Lombardia. Ci sono stati problemi geologici non previsti che comporteranno nuovi costi”. I numeri non sono molto confortanti. “Non abbiamo ancora cifre esatte. Secondo le prime stime si parla di 15/20 milioni di euro in più. Si, sono risorse economiche importanti, però non mi causano nessun patema d’animo perché la Regione ci sta affiancando”.

LA MAPPA (clicca per vedere i video dei sopralluoghi)

I LAVORI – Itinera ha concluso le opere previste dal contratto base, impoverito da lavori indispensabili per far avanzare il cantiere. Solo con un rifinanziamento da parte di Regione Lombardia gli abitanti della valle potranno continuare a sperare. “Non ho paura, i soldi ci sono – continua Pirovano -. Siamo in trattativa. Una parte li metterà la Provincia, ma la parte più consistente la Regione. Le difficoltà non sono trovare i milioni di euro, ma affrontare gli imprevisti della natura. Il messaggio che voglio lanciare è chiaro: non c’è nessun problema sul completamento dell’opera”.

I ritardi sono scontati. “Ovvimente questo breve stop non consentirà di aprire la strada nei tempi stabiliti. Di questi tempi l’importante è finire”. Settimana prossima Pirovano non sarà più presidente. La patata bollente passerà a Matteo Rossi o Beppe Pezzoni, candidati presidente. “Li ho chiamati e li aspetto mercoledì per un incontro. Chiunque diventi presidente non credo abbia l’intenzione di fermare i lavori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Geografo

    Di muri di contenimento e scarpate prima non se ne sentiva il bisogno. Zogno come noto è sul Tavoliere delle Puglie . Nottetempo degli extracomunitari hanno costruito le montagne : per dispetto.

  2. Scritto da precisino

    “… e cosa volete che siano: venti più, venti meno… che pignolini. In fondo 2 più 2 non fa quattro: è solo una opinione ” (firmato: Pirovano)

  3. Scritto da Asdrubale

    20 su 44,4 fa il 45% , tanto per capirci. A leggere cosa è stato rilasciato alla stampa sulla variante fino a pochissimi mesi fa ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate se non ci fosse da piangere.

  4. Scritto da leone

    Le parole di PIROVANO sono semplicemente INDECENTI. Ha pianto per 5 anni la mancanza di soldi per mantenere le strade. Adesso improvvisamente saltano fuori i milioni, i soldi non sono più in problema. Vergognoso. Indecente.

  5. Scritto da Teo

    Ma come si fa a sbagliare un preventivo di 20 mil di euro quando sono state fatte pagine e pagine di relazioni ed indagini!!!!! Capisco una piccola variazione, ma con quella cifra si realizza un altra variante ….. E magari i progettisti chiedono l’adeguamento x la variante suppletiva !!!! VERGOGNA! vERGOGNA!!!!!!!!! Esiste un lavoro pubblico dove il costo del realizzato e’ inferiore al preventivato?

  6. Scritto da Bergamasco

    Questo non succede quando i lavori vengono eseguiti da imprese bergamasche!

    1. Scritto da Urka !

      Le imprese bergamasche lavorano gratis ? Ah, vuoi che ti faccia qualche nome o ti ritiri al volo ?

  7. Scritto da ric

    Problemi geologici e muri contenimento scarpate hanno lievitato i costo del 30 percento….forse il preventivo che hanno fatto riguardava un aeroporto? ? Esiste qualche autorita’ indipendente in grado di controllare nel dettaglio i conti?

  8. Scritto da MAURIZIO

    L’illecito e osceno redditometro, gli appalti con il massimo ribasso, il project financing, le varianti in corso d’opera, i preventivi truccati, l’errata esecuzione delle opere. Sono le tecniche utilizzate dai politici per truffare a norma legge. Canaglie.

  9. Scritto da pino

    Sbagli un preventivo di 20 mln di euro (30% sul totale) e ci dici di stare calmi e che le difficoltà non sono trovare 20 milioni di euro?
    Ma se per anni hai continuato a dire che i soldi non ci sono, che lo stato ha tagliato i fondi, minacciato di togliere riscaldamento alle scuole e la manutenzione delle strade e ai trasporti?
    Vergonati!

  10. Scritto da c

    Bene! chi ha fatto i preventivi? i soldi che mancano adesso li mette lui!

  11. Scritto da LUCA

    ormai l’hanno capito tutti che il magna magna dei politici e dei loro amici imprenditori ha portato al lastrico il paese…occorre veramente cambiare chi ci guida e condannare pesantemente chi abusa del suo ruolo….

    1. Scritto da Peppe

      Bravissimo…condivido…tutti a gonfiare i costi…e poi tocca pagare sempre a noi

  12. Scritto da bob

    io se in azienda sbaglio un consuntivo con uno scarto maggiore dell’8% rispetto al preventivo devo andare a giustificarmi dall’amministratore delegato e vi assicuro che NON è una cosa bella…..capita solo a me?

  13. Scritto da Pluto

    Questo é il regalo della Lega ai Balbrembanini ed ai Bergamaschi in generale. Adesso che sono finiti i soldi, non si presentano nemmeno alle elezioni provinciali.

  14. Scritto da Maurizio

    Sempre la solita storia : si appaltano i lavori e poi per magia la ditta appaltatrice o fallisce con i soldi anticipati o per continuare ci vuole il doppio di quanto preventivato e tutto avviene col sorriso sulle labbra.

  15. Scritto da Rota Bruno

    mi raccomando votate i soliti poi continuate a lamentarvi ! ITALIOTI!!!

  16. Scritto da jack

    Giusto due euro in piu… ridicoli

  17. Scritto da gare al ribasso

    ..che bella cosa.

  18. Scritto da Mario

    Dei 44 milioni previsti ne servono altri 20 in più…. Mica male come media, abbiamo proprio delle persone preparate e competenti, a gestire i nostri soldi per le opere pubbliche. Chissà come mai sono lievitati….. Sarà colpa di un grillino che rifiuta accordi coi soliti sistemi e i soliti personaggi… Capitela, vanno mandati a casa tutti. Ieri EXPO, altra rogna giudiziaria. Avanti legalità e M5S. L’onestà dovrà diventare di moda.

  19. Scritto da coniatore

    Mancano i 20 milioni di € di ribabasso che l’impresa ha fatto pur di aggiudicarsi l’appalto!

    1. Scritto da glen

      è esattamente così. D’altronde ai tempi dell’appalto incontrai un rappresentante di un altra impresa partecipante alla gara, che mi disse che era praticamente impossibile secondo loro fare il lavoro a quei costi e che il prezzo giusto era interno ai 55 – 60 Mln (che fra l’altro erano già stati stanziati da Regione e Provincia)
      Il sistema degli appalti non funziona, è inutile anche continuare a ripeterlo.

      1. Scritto da G.T.

        Il sistema per riportare la giusta concorrenza le gare d’appalto e al giusto prezzo l’assegnazione delle opere c’è: semplice, efficace, equo e definitivo. E’ sotto gli occhi di tutti, è l’uovo di Colombo ma perché non lo vedono, né qui né in Europa? Boh, cose da chiodi! Eh si che a un ex-ministro ai LL.PP. l’avevo detto! Pacca sulle spalle: “bravo, bravo! non ci avevo mai pensato! certo che …”

  20. Scritto da giampietro colpani

    Nessun patema d’animo….tanto non sono i suoi…

    1. Scritto da Piero

      Esatto, come fa tutta la struttura pubblica in Italia: che problema c’è? Alziamo le tasse e i soldi si trovano per alimentare i vitalizi da 20 mila euro al mese.