BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le archistar del paesaggio si confrontano al Teatro Sociale

Il 20 e il 21 settembre, la manifestazione I Maestri del Paesaggio ospita al Teatro Sociale in Città Alta le più importanti archistar “green” del mondo.

Più informazioni su

Il 20 e il 21 settembre, la manifestazione I Maestri del Paesaggio – International Meeting of the Landscape and Garden, organizzata dall’associazione culturale Arketipos in collaborazione con il Comune di Bergamo, entra nel vivo.

Al Teatro Sociale di Bergamo Alta si confronteranno le più importanti archistar “green” del mondo. Progettisti del verde, urbanisti, fotografi, naturalisti, ingegneri, designer, scrittori e, ovviamente, architetti, renderanno Città Alta una florida culla di progettazione di natura e bellezza.

Due giorni di conversazione sul futuro del paesaggio e dell’architettura urbana, indagati attraverso la rievocazione delle esperienze più innovative realizzate dagli autorevoli paesaggisti.

Un’occasione da non perdere, non solo per appassionati ed esperti del settore.

Da Londra a Parigi, da Milano a Stoccolma: le creazioni dei maestri internazionali spaziano per forme, luoghi e dimensioni.

In attesa del Meeting, gli appuntamenti iniziano il 19 con i workshop a tu per tu con le eccellenze del paesaggio.

La progettualità dei partecipanti sarà stimolata dalle esperienze firmate Christopher Bradley Hole, Hinnerk e Henrike Wehberg, Marco Bay e Sophie Agata Ambroise, noti, chi per il recupero di paesaggio storico ad Henley, sul Tamigi, chi per il nuovo polo espositivo di Lipsia, o per i giardini sul lago d’Orta o per la straordinaria riqualifica lungo il fiume Cassarate a Lugano.

Le sorprese dei workshop continuano con le esperienze fotografiche Marianne Majerus, una delle migliori fotografe di giardini al mondo, vincitrice di moltissimi premi tra cui il più recente ‘Features Photographer of the Year 2013’, assegnatole dalla British Garden Media Guild.

Gli appuntamenti entrano nel clou il 20 e il 21 settembre al Teatro Sociale in un suggestivo viaggio dalla microscala della botanica temporanea (con i Chelsea Flower Show e i Festival des Jardins) alla macroscala di futuri e attuali paesaggi urbani.

Dagli affascinanti urban planning danesi con Roskilde festival and raw material site o The Delta District, alle ibridazioni artistico-paesaggistiche che trasformano aeroporti come il Dulles International Airport (Chantilly, Virginia) in uno spazio onirico di attesa, o proiettano verso visioni di città future alla XIV Biennale di Architettura di Venezia.

Tra gli ospiti più attesi: Kim Mikyoung, pluripremiata archistar paesaggista di fama internazionale le cui opere – richieste in tutto il mondo per il ruolo curativo che hanno per la collettività-sono un gioco di suoni, luci e colori. Tra i suoi progetti più recenti e noti spiccano ChonGae Canal Restoration in Korea e 140 West Plaza: Exhale a Chapel Hill, North Carolina; Pablo Georgieff, tra i fondatori dello studio creativo Coloco, esperto di Urban Diversity, convinto che il rapporto con la natura non debba essere nostalgico o ideale, ma qualcosa da capire e sperimentare quotidianamente. E ancora, Antonio Perazzi, il paesaggista con il più ampio catalogo botanico, cultore di artigianalità, ricerca e contaminazioni culturali; Ulf Nordfjell, lo svedese dallo stile unico, nato dalla fusione fra l’ecologia e il design moderno, con contrasti tra elementi naturali e artificiali.

Ma non finisce qui. Per la prima volta, Arketipos coinvolgerà il best in show 2014 Luciano Giubbilei per un tête a tête con Fergus Garrett, notissimo capo giardiniere di Great Dixter. I due verranno intervistati dalla direttrice della rivista britannica Gardens Illustrated, Juliet Roberts e dal pubblico presente in teatro.

Arketipos offrirà 3.000 sterline per finanziare una borsa di studio per un giovane studente a Great Dixter, rimarcando il respiro internazionale della Manifestazione. Infine, sabato pomeriggio il Teatro Sociale sarà aperto a tutti per assistere alla presentazione dei lavori dei 15 studenti che, ispirati dal genio artistico de I Maestri del Paesaggio e guidati dai Visiting Professor, Andy Sturgeon, paesaggista botanico, e Gianni Pettena, artista ambientale per due settimane, alla Summer School, si sono cimentati nella realizzazione di due creazioni paesaggistiche dedicate a Expo 2015: Piazza Vecchia, a Bergamo, e Piazza Lombardia, a Milano, sede del Palazzo della Regione Lombardia.

Per partecipare è sufficiente iscriversi su sito

Le giornate dell’International Meeting saranno allietate da intermezzi culinari con il Light Lunch organizzato il 20 settembre dall’Istituto iSchool nel Chiostro di S. Francesco in Città Alta a cui seguirà la Green Dinner sotto i Portici della Ragione, nella suggestiva atmosfera di Piazza Verde, a cura delle Tavole di Bergamo Alta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.