BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il tempo rimane variabile Il weekend sarà discreto ma occhio agli acquazzoni previsioni

Lombardia terra di confine tra l'alta pressione afro-mediterranea e le umide correnti atlantiche: il risultato è un tempo spiccatamente variabile. Weekend discreto nella prima parte, ma entro domenica sera potrebbero giungere nuovi acquazzoni.

Più informazioni su

Correnti orientali nei bassi strati confluiscono mercoledì con aria umida e mite atlantica. Ne consegue una giornata variabile sulla Lombardia, con nubi irregolari, specie sulla fascia prealpina e settori occidentali, maggiori schiarite sulle pianure meridionali lombarde in giornata. Qualche piovasco possibile sui rilievi. Tra tarda sera e notte nubi prevalenti con qualche pioggia su alpi, prealpi, ma deboli anche su pianure occidentali, generalmente asciutto altrove. Temperature poco mosse, con massime tra 23 e 25 gradi in pianura, punte di 26 gradi su mantovano.

La Lombardia rimarrà anche nei prossimi giorni terra di confine tra l’alta pressione afro-mediterranea in espansione al Centrosud ed umide correnti atlantiche in arrivo dalla Francia, che determineranno tempo spiccatamente variabile. Nubi irregolari a tratti estese si alterneranno infatti a schiarite con qualche piovasco essenzialmente sui rilievi; tuttavia tra giovedì e venerdì qualche rovescio o temporale potrà interessare anche le pianure. Le temperature si manterranno su valori diurni tipici di una tarda Estate, con clima a tratti un po’ caldo e afoso. Il weekend si prospetta discreto nella prima parte, ma entro domenica sera potrebbero giungere nuovi acquazzoni.

“Ancora qualche giorno di variabilità soprattutto al Centro Nord mentre nel fine settimana ci sarà un netto rialzo delle temperature sulle regioni centro meridionali”. A dirlo è il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera che aggiunge – “l’anticiclone africano avrà un ultimo sussulto proprio sul finire di questa strana estate. Domenica la giornata più calda”.

Fino a venerdì il tempo sull’Italia sarà dominato dall’alta pressione che sarà disturbata però da venti umidi dall’Atlantico. Di conseguenza la variabilità porterà qualche pioggia o acquazzone soprattutto al Nord (specie al Nord Ovest), Toscana, dorsale e, in una prima fase anche sulle zone ioniche. Non mancheranno comunque ampie fasi soleggiate ed asciutte in particolare al Meridione dove, l’alta pressione sarà più tenace. 

Nel fine settimana invece l’anticiclone giocherà al raddoppio. Saranno soprattutto le regioni del Centro Sud a risentire del netto rialzo delle temperature. I valori saranno superiori ai 30 gradi con picchi fino a 35/37 gradi sulle zone interne di Sicilia e Sardegna. Punte di 31/33 sono attese anche su interne di Toscana, Lazio, Campania, Calabria e Puglia. Al Nord, complice la nuvolosità e qualche fenomeno sui rilievi, il caldo sarà più contenuto ed i valori oscilleranno tra 24 e 28 gradi; qualche grado in più sui fondovalle alpini.

“Le ondate di caldo in Settembre non sono rare. Questo perché il mese è più vicino all’estate che all’autunno. Tale situazione è più vera negli ultimi anni, quando l’estate si è un po’ allungata in avanti” conclude l’esperto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.