BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Strumenti e tecniche per un miglior rapporto tra impresa e banca”

Credi Impresa Futuro e Fondazione Cuoa vicini alle imprese per costruire cultura aziendale e finanziaria, presentano un ciclo di incontri dal titolo “Strumenti e tecniche per un miglior rapporto tra impresa e banca” dedicato alle imprese. Il percorso, di tre serate, interamente gratuito, è destinato a Imprenditori, Direttori Generali, CFO e Controller di imprese del territorio di Brescia, Verona e Bergamo.

Credi Impresa Futuro, la realtà di Banca IFIS dedicata al supporto finanziario e servizi di gestione del credito delle imprese italiane, in collaborazione con Fondazione CUOA, scuola di management operante a livello nazionale ed internazionale, presentano un ciclo di incontri dal titolo “Strumenti e tecniche per un miglior rapporto tra impresa e banca” dedicato alle imprese. Il percorso, di tre serate, interamente gratuito, è destinato a Imprenditori, Direttori Generali, CFO e Controller di imprese del territorio di Brescia, Verona e Bergamo.

Costruito ad hoc su tematiche di cultura aziendale e finanziaria, è pensato per sviluppare leve strategiche a supporto del business dell’impresa, suggerire tecniche e strumenti di immediata applicazione in azienda per pianificare le risorse e valutare la sostenibilità del debito e per capire come comunicare correttamente i piani finanziari e i progetti di sviluppo alla banca.

“Banca IFIS è da sempre impegnata nel sostegno all’economia reale e con questa iniziativa desidera fornire un servizio – che stiamo allargando a un bacino sempre più ampio di imprese – che permetta di approfondire specifiche tematiche per rendere più semplice e fluido il rapporto con la Banca e con gli istituti finanziari. Riteniamo di rispondere a un’esigenza concreta, che permetterà alle imprese di fare un salto di qualità nel rapporto quotidiano e continuativo con le banche”, ha commentato Paolo Marinelli, direttore commerciale Italia di Banca IFIS.

La partecipazione agli incontri è su invito e gratuita, e si terrà nella sala convegni de Il Santellone di Brescia.

Per maggiori informazioni e per fare richiesta di partecipazione, contattare il numero: 041-5027563.

Il programma degli incontri

23 settembre: Rapporto banca – impresa e governo del fabbisogno finanziario: analisi per la sostenibilità finanziaria del debito

 Lo scenario attuale dell’accesso al credito e le dinamiche negoziali nel rapporto tra imprese e banche;

 La gestione del capitale circolante e gli effetti sul fabbisogno finanziario: scelte operative e dinamica di incassi e pagamenti in tempo di crisi;

 Scelte operative ed effetti finanziari: la dinamica del ciclo monetario nelle fasi di crisi  Indicatori ed esempi per la valutazione del capitale circolante e del ciclo monetario;

 Indicatori finanziari, scelte aziendali e accesso al credito: cosa tenere sotto controllo per valutare la sostenibilità del debito

7 ottobre: Indebitamento e leva fiscale: ottimizzazione e pianificazione delle scelte di finanziamento

 Valutazioni nelle scelte di convenienza della struttura del capitale e nelle politiche di finanziamento

 Gli strumenti finanziari di debito a supporto degli investimenti e l’accesso al credito

 Il concetto di “leva fiscale” e il concetto di “leva finanziaria”

 Il debito da investimento e da sostituzione: irap, ires, garanzie e valore d’impresa

 Equilibrio finanziario e valutazioni nelle scelte di convenienza della struttura del capitale e nelle politiche di finanziamento

 Il rischio di liquidità, misurazioni e controllo dei flussi

21 ottobre: Il ruolo del business plan nella presentazione dei progetti di investimento

 Logica, obiettivi e struttura del business plan

 I documenti di presentazione del business plan

 L’interazione con la banca nella preparazione del business plan

 La verifica delle coerenze del business plan

 La sostenibilità e credibilità delle proiezioni finanziarie

 La copertura del fabbisogno finanziario

 Come presentare il business plan alla banca

Credi Impresa Futuro

Credi Impresa Futuro è la divisione di Banca IFIS dedicata al supporto finanziario e servizi di gestione del credito delle imprese italiane, attive nel mercato domestico o che esportano all’estero. In 30 anni di esperienza abbiamo messo a punto gli strumenti finanziari per contribuire alla crescita dei nostri clienti, garantendo loro un supporto quotidiano anche grazie a una forte presenza sul territorio attraverso 28 filiali. Finanziamo le imprese sostenendo il loro fatturato nei confronti dei loro clienti imprese e Pubblica Amministrazione.

Fondazione CUOA

Fondazione CUOA è una scuola di management operante a livello nazionale ed internazionale. Nata nel 1957, è oggi in Italia uno dei più attivi centri di scambio e di elaborazione di idee sulla gestione manageriale dell’impresa. E’ sostenuta da imprese ed associazioni di categoria, istituti di credito, enti pubblici, dalle Università di Padova, Trento, Trieste, Udine, Venezia, Verona e dall’Istituto di Architettura di Venezia. Il peculiare modello della Fondazione, che coniuga le esperienze e le competenze del mondo accademico con quelle dell’impresa, e il forte legame con il tessuto economico-imprenditoriale assicurano l’elaborazione di progetti di elevato livello qualitativo, rigore scientifico e di rilevante carattere applicativo. Il CUOA predispone percorsi formativi, applicando a livello scientifico le metodologie didattiche più innovative; struttura percorsi didattici integrati e progetta comunità virtuali d’apprendimento, che mirano ad un alto grado di condivisione delle conoscenze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.