BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rifiuti del Sud a Dalmine Via libera dal governo, anche per la terza linea

I tempi dei picchetti dei leghisti sono lontani. L'inceneritore di Dalmine continua a bruciare i rifiuti speciali in arrivo da Roma e Napoli e da ora potrebbe smaltirne molti altri. L'articolo 35 dello “Sblocca Italia” infatti prevede «misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive».

I tempi dei picchetti dei leghisti sono lontani. L’inceneritore di Dalmine continua a bruciare i rifiuti speciali in arrivo da Roma e Napoli e da ora potrebbe smaltirne molti altri. L’articolo 35 dello “Sblocca Italia” infatti prevede «misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive».

Tradotto: via libera alla circolazione dei rifiuti su tutto il territorio nazionale e semplificazione dell’autorizzazione a realizzare la terza linea dell’impianto bergamasco gestito da Rea. Di fatto si scavalcano tutte le misure adottate da Regione Lombardia, che ha approvato il nuovo piano rifiuti dopo aver bloccato tutto con una moratoria.

L’assessore all’Ambiente Claudia Terzi, ex sindaco di Dalmine, annuncia battaglia contro un provvedimento che manderebbe all’aria anni di lotte contro i problemi causati dagli inceneritori. La Regione è pronta a impugnare l’articolo 35 davanti alla Corte costituzionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Per Cortesia

    Redazione, dove sta scritto che c’è via libera del Governo per la terza linea . Non è il caso di rettificare ?

  2. Scritto da contenzioso

    La Rea non paga quello. Che deve. Ha perso in primo grado e quindi e escluso che pendente la causa possa attivare alcunché e si che la. Terzi. fa l avvocato. . .non strumentalizzi e legga la legge. .

  3. Scritto da cosa autorizza la 3a limea?

    Ma cosac’entra la 3a linea. Si tratta di un nuovo. Impinto che con sblocca Italia non c entra. La. Terzi pensi alla convivenza con gli orsi che con l’ inceneritore ci ha obbligato a convivere fa anni

  4. Scritto da Luciano Avogadri

    Trattare i rifiuti e’ una artivita’ indistriale come un’altra. Prendere lavoro mi sembra solo buon senso.

    1. Scritto da beppebel1956

      questa è una classica risposta da ignorante (cioè uno che ignora)

      1. Scritto da Luciano Avogadri

        No, e’ una classica risposta di uno che e’ stanco di sentire le solite fregnacce su temi che non sono un problema in nessun’altra parte del mondo, e solo in Italia diventano un dramma per gli ignoranti (quelli veri, bravi nelle chiacchiere e ignoranti in tutto il resto) che campano sulle paure.

  5. Scritto da BERGHEM

    Nel decreto si legge “tutti gli impianti devono essere autorizzati a saturazione del carico termico” ovvero devono essere portati alla loro capacita’ massima; “deve essere data priorita’ al trattamento dei rifiuti urbani prodotti nel territorio nazionale”. Le regioni hanno tempo due mesi per adeguarsi. In caso contrario ci pensera’ il governo applicando i poteri sostitutivi. Regione Lombardia sta spingendo invece per l’aumento di raccolta differenziata. Governo di scellerati….!

  6. Scritto da Pluto

    Leggo commenti di suprema eleganza civica !. Ovviamente colpa di Renzi se l’inceneritore dalminese cerca rifiuti altrove per fare soldi. Ragionando andreottianamente si potrebbe pensare che gli convenga che altrove non facciano troppa differenziata. E i dalminesi cosa ne hanno fatto del TIR di milioni di euro che hanno ricevuto per l’inceneritore?

    1. Scritto da willer

      Pluto credo che dopo tanta fatica e una sentenza al comune sia andato poco più di un milione di €…( non so che fine hanno fatto ma saranno serviti a pagare interessi sui mutui…) per il resto nulla… Finora i TIR sono di immondizia… Pure l’energia elettrica che producono..boh la venderanno all’enel ..per il comune e cittadino nulla…anzi un po’ di sano smog

  7. Scritto da Sea

    Svegliatevi a costruire Inceneritori, e Centrali di Compostaggio al Sud, qui al Nord è da tempo che ci siamo dati da fare, basta mantenuti

  8. Scritto da BERGHEM

    La citta’di napoli e quella di roma meritano solo di affogare nei loro sporchi ed illeciti rifiuti. La politica locale faccia appello alla corte europea. La provincia di Bergamo guardi alla vicina Svizzera.

    1. Scritto da Italia

      Sbaglio o gli illeciti ci sono anche al Nord ( vedo expo e Mose ) Ti ricordo che anni addietro i rifiuti industriali del nord sono finiti nei terreni del sud con la complicità delle ditte del nord . Ricordo che la Svizzera non à nella comunità Europea. PS: mi raccomando quando gioca la Nazionale spegni la tv

    2. Scritto da Mister Bean

      La politica locale? L’ente preposto sarebbe la provincia.
      La provincia è stata “commissariata” da roma. Contenti, gonzi?

      1. Scritto da miki

        Detta cosi’ sembra che Bergamo sia in fallimento come ad es. Alessandria. In realta’ trattasi di colpo di mano del governo (democraticamente NON eletto) renziota. Giusto per rendere meno “criptico” il tuo messaggio

  9. Scritto da BERGHEM

    In un’area cosi congestionata da traffico e fabbriche non dovrebbe essere piu’ autorizzato alcun insediamento industriale. Al di la del brembo fino a qualche anno fa era di tredici il numero di aziende chimiche site in quattro comuni! Il governo Renzi si sta rivelando una fregatura ancor peggio di quelli precedenti, con sempre meno poteri di autonomia e sempre piu’ dictat da roma.

  10. Scritto da Luigi

    Quindi, i nostri comuni fanno la raccolta differenziata motivando i cittadini e le famiglie, hanno investito risorse per trovare forme di smaltimento remunerative e meno inquinanti, ciò nonostante devono applicare forme di tassazione che di fatto sono patrimoniali mascherate. Al sud se ne fregano e ci mandano la spazzatura indifferenziata e per giunta rimettendoci, per non parlare dei costi di trasporto, tanto qualcuno paga… Ridicolo, vergognoso, patetico e demenziale.

    1. Scritto da Pota

      Caro Luigi informati prima di parlare. i rifiuti che arrivano al Nord ( Brescia, Dalmine, ecc) arrivano dopo una selezione e la parte indifferenziata viene prima tritovagliata e poi inviata. Demenziale è mandare soldi all’estero per smaltire quello che noi ( tu compreso quando vai in vacanza ) produciamo

      1. Scritto da vic

        Sig. Pota, forse un pochino, si deve informare anche lei, dai dati ufficiali pubblicati, risulta che le percentuali di raccolta differenziata, nel sud sono molto basse e comunque non paragonabili a quelle del nord.

        1. Scritto da Pota

          Carissimo vlc i rifiuti che arrivano al nord sono quelli indifferenzieti. Si informi presso gli organi competenti

          1. Scritto da vic

            Sig. Pota, non so se non capisce o fa finta di non capire, lei stesso dice che arrivano rifiuti indiferenziati, pertanto meno differenziano e più rifiuti arrivano. Chiaro. Comunque, ritengo più che giusto, non disturbare i cittadini del sud, con questa “faticosa” opera di separazione dei rifiuti.

  11. Scritto da A.Z. BG

    La sinistra giunta di Dalmine che ha fatto la sua fortuna con la lotta all’inceneritore,dimenticandosene per altro quando i rifiuti erano e sono napoletani,cosa dirà ora al suo sinistro capo renzi-napolitano?Cosa diranno i gori,i consiglierimregionali piddini sel,ecc.?Vedremo se protesteranno o si accucceranno ai piedi napolitan renziani

  12. Scritto da pluto

    L’inceneritore REA erastato autorizzato da una maggioranza leghista ( che per quello perse le elezioni) e inaugurato conuna sindaco di csx che non partecipo’ all’inaugurazione.

  13. Scritto da picchettileghisti?

    Bravissimi i leghisti: prima hanno “imposto” a Dalmine (amministrazione Bramani, primo cittadino leghista di Dalmine) un bellissimo inceneritore visto che avevamo gia’ una delle arie piu’ pulite della provincia (autostrada, tenaris, etc.), poi quando la REA non ha pagato quanto doveva al comune (milioni di euro) addirittura non volevano nemmeno fargli causa. Vinta la causa in uno dei gradi han messo il cappello sulla vittoria! Poi hanno fatto i picchetti contro i rifiuti del sud! Ma che bravi

    1. Scritto da Malafede sinistra

      Guarda che è il governo di sx che sta facendo queste boiate. Sei solo uno dei tanti tifosi che non guardano la realtà, ma si scherano solo con la propria parte a prescindere. Il “ma che bravi” indirizzalo meglio, valà. Con questo hai toppato alla grande. Ritenta.

      1. Scritto da De Che ?

        Nell’articolo 35 non c’è alcun riferimento di legge che possa consentire la 3za linea , neanche per interpretazione estensiva nè per sbaglio : piantiamola con le boiate

      2. Scritto da machedici

        primo: di sinistra non lo puoi dire certo a me che votavo e simpatizzavo lega quando a bg prendevamo il 5%!! Secondo: se ero definibile tifoso politico fino ad allora lo ero stato solo per la lega perche’ tutti gli altri partiti mi avevano schifato. Terzo: vedo che non hai confutato alcuna delle mie affermazioni… e non avresti potuto in quanto vere e vissute da me in prima persona. Ho fatto i picchetti contro l’inceneritore voluto da Bramani e dalla lega che da allora non ho piu’ votato!

  14. Scritto da Misteridellafede

    Ho letto e riletto ciò che scrivete sull’articolo 35 , da cosa deducete che si possa fare la terza linea a Dalmine ? L’art 35 dice che gli impianti possono andare a saturazione (con la struttura attuale ) . Per cui proprio non capisco . NON c’è alcuna autorizzazione alla 3za linea .

  15. Scritto da Mister Bean

    Vedremo il nuovo sindaco di dalmine che temperatura avrà, ma non credo sia molto lontana dai novanta gradi.

  16. Scritto da vic

    Adesso aspettiamo le reazioni, dei rosso-verdi, ad intermittenza, nostrani.