BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caso Yara, ricorso degli avvocati di Bossetti al Tribunale della libertà

Dopo che lunedì il gip di Bergamo ha respinto l'istanza di scarcerazione per gravi indizi di colpevolezza e pericolo di reiterazione del reato, Silvia Gazzetti e Claudio Salvagni hanno deciso di ricorrere al Tribunale della libertà di Brescia per chiedere che al loro assistito vengano concessi quanto meno gli arresti domiciliari.

Nuova mossa degli avvocati di Massimo Giuseppe Bossetti. Dopo che lunedì il gip di Bergamo ha respinto l’istanza di scarcerazione per gravi indizi di colpevolezza e pericolo di reiterazione del reato, Silvia Gazzetti e Claudio Salvagni hanno deciso di ricorrere al Tribunale della libertà di Brescia per chiedere che al loro assistito vengano concessi quantomeno gli arresti domiciliari.

Bosseti è rinchiuso in isolamento nel carcere di via Gleno dal 16 giugno, con la pesante accusa di aver barbaramente ucciso nel 2010 la tredicenne Yara Gambirasio.

Nella mattinata di martedì 16 settembre gli avvocati Gazzetti e Salvagni hanno incontrato Bossetti in una stanza del carcere di Bergamo e gli hanno riferito degli ultimi sviluppi sul caso.

Il carpentiere, che continua a dichiararsi innocente e completamente estraneo alla vicenda, sempre martedì mattina il carpentiere ha ricevuto anche la visita della moglie, Marita Comi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    In realtà lui ha provato a spiegare il perché delle sue tracce di DNA sul corpo di Yara, ma nessuno gli ha creduto.
    Bossetti è colpevole ancor prima di essere processato.

  2. Scritto da gianba

    LIBERO SUBITO solo quando avrà spiegato perché c’era il SUO è non il mio o il tuo DNA sulla vittima

  3. Scritto da E poi?

    E poi da chi andranno a chiedere la libertà? E’ più facile che vinca al superenalotto e si compri il carcere così esce ed entra come se fosse a casa sua.