BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Tutto molto bello”, l’avventura musico-calcistica di Hashtag si ferma ai quarti

C'è chi è fatto per impugnare una chitarra e chi per tirare calci al pallone. Tutte e due le arti (sì, anche il calcio è un'arte), di solito, non vanno a braccetto. Esistono però anche le eccezioni come “Tutto molto bello”, torneo delle etichette indipendenti organizzato ogni anno a Bologna. La mitica espressione di Bruno Pizzul ha accompagnato le gesta dei musico-calciatori che si sono sfidati sabato 13 e domenica 14 settembre sui campi del dopolavoro ferroviario. Tra i protagonisti anche una squadra bergamasca: “Hashtag.”

C’è chi è fatto per impugnare una chitarra e chi per tirare calci al pallone. Tutte e due le arti (sì, anche il calcio è un’arte), di solito, non vanno a braccetto. Esistono però anche le eccezioni come “Tutto molto bello”, torneo delle etichette indipendenti organizzato ogni anno a Bologna. La mitica espressione di Bruno Pizzul ha accompagnato le gesta dei musico-calciatori che si sono sfidati sabato 13 e domenica 14 settembre sui campi del dopolavoro ferroviario. Tra i protagonisti anche una squadra bergamasca: “Hashtag.”, capitanata dal promoter Alessandro “Alez” Giovanniello. Primo giorno da schiacciasassi: 4-1 a La Barberia, opulento 10-1 a Agipunk, clamorosa vittoria 1-0 contro Riff records firmata da Matteo Bonfanti all’ultimo secondo.

Agli ottavi i campioni in nero battono 2-0 To Loose La Track e iniziano ad assaporare il gusto dolce della vittoria. Le speranze però si infrangono ai quarti nei maledetti supplementari contro Libellula record, che prende il volo verso l’ultimo atto dopo un secco 3-0. Verrà sconfitta da Unhip Records Bologna. Per la compagine bergamasca la soddisfazione di aver regalato come sempre emozioni e una qualità di gioco da far invidia all’Atalanta di Colantuono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.