BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ci sono gravi indizi”, rigettata l’istanza: Bossetti resta in carcere

Lunedì 15 settembre il gip Ezia Maccora ha rigettato l’istanza di scarcerazione presentata dagli avvocati del carpentiere di Mapello in carcere dallo scorso 16 giugno con la pesante accusa di aver barbaramente ucciso Yara Gambirasio. Il 44enne rimane in cella perché "sussistono gravi indizi di colpevolezza e perché c’è il pericolo di reiterazione del reato".

Resta in carcere Massimo Giuseppe Bossetti. Lunedì 15 settembre il gip Ezia Maccora ha rigettato l’istanza di scarcerazione presentata dagli avvocati del carpentiere di Mapello in carcere dallo scorso 16 giugno con la pesante accusa di aver barbaramente ucciso Yara Gambirasio.

Il 44enne rimane in cella perché "sussistono gravi indizi di colpevolezza e perché c’è il pericolo di reiterazione del reato".

Silvia Gazzetti e Claudio Salvagni, i due legali, mercoledì scorso 10 settembre avevano presentato una prima istanza di scarcerazione, che era stata dichiarata inammissibile dal gip in quanto, come da procedura, non era stata presentata anche ai legali della parte offesa. Gli avvocati l’avevano così ripresentata, correttamente, due giorni dopo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lucky

    Caro sig. Avogadri il garantismo che continua a sostenere ha portato l’Italia allo stato attuale delle cose.
    Stupratore, assassino, bugiardo e per giunta non confessa di fronte a prove inconfutabili… ma si dai lasciamolo libero ancora per un paio di anni…poverino! SANTO SUBITO! … è stata assassinata una bambina caso sig. Avogadri se lo ricordi prima di esprimere pensieri insulsi.

  2. Scritto da gigi

    piu’ che reiterazione del reato ritengo che il presunto colpevole Bossetti possa eventualmente inquinare/nascondere le prove, alla cui ricerca secondo me stanno silenziosamente provvedendo magistratura, inquirenti vari. Lasciamoli lavorare e mi rivolgo sopratutto ai presunti criminologi che sparano sentenze anticipate. Meriterebbero una bella denuncia di Bossetti qualora fosse scagionato e qualora fosse condannato.

    1. Scritto da Lucky

      Caro Gigi, facciamolo Santo subito dai!… sei un parente vero?
      Ricordo che ha lasciato il suo DNA sulla vittima, quel pomeriggio non lavorava, per sua sfortuna a quell’ora gli si è pure scaricato il cell., guarda caso era li intorno all’ora del delitto… ma che persona sfortunata questo signore! Adesso basta, vergognatevi di scrivere certi commenti.

  3. Scritto da Luciano Avogadri

    Si puo’ dire che il pericolo di reiterazione del reato e’ un po’ esagerato, o detto piu’ chiaramente sembra un escamotage per tenerlo in carcere senza Processo? Si puo’ dire che non si capisce perche’ non si faccia un Processo, se ci sono prove convincenti?