BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dramè mostruoso a sinistra Boakye versione Re Mida Sportiello ancora decisivo

Nella vittoria di Cagliari brillano Dramè e Boakye ma decisive sono state anche le parate di Sportiello, soprattutto nel finale quando i rossoblu hanno messo paura all'Atalanta. Da rivedere Cherubin e Benalouane, soprattutto in coppia.

Più informazioni su

Sportiello 7: nel primo tempo solo ordinaria amministrazione, nella ripresa bravissimo in uscita e strepitoso su una conclusione ravvicinata di Farias e una girata di Dessena che poteva valere il 2-2.

Zappacosta 5.5: partenza da brividi con poca spinta e un brutto liscio che ha mandato in porta Cossu. Anche nella ripresa deve fronteggiare un Cossu ispirato e aiutato dalla spinta di Avelar.

Benalouane 5.5: poco preciso nei disimpegni palla a terra, meglio quando deve intervenire nel gioco aereo. Avere di fianco Biava è una bella sicurezza, quando esce va in confusione anche lui.

Biava 7: non lascia il minimo spazio a Sau e, nell’unica occasione in cui gli scappa, rimedia con un salvataggio da applausi sulla riga di porta. Esce per infortunio, ma niente di grave (24’st Cherubin 5: fallo davvero ingenuo su Ibarbo per il rigore poi trasformato da Cossu. Poteva costare davvero caro il suo errore).

Dramè 7.5: il senegalese è il grande protagonista della trasferta di Cagliari con un assist, tante discese incontenibili e grande attenzione in fase difensiva. Sicuramente il migliore in campo nelle fila nerazzurre.

Estigarribia 6.5: si fa trovare pronto sul cross di Dramè dopo appena quattro minuti. Non fa mai mancare la propria spinta ma, dopo un primo tempo sugli scudi, cala nella ripresa.

Cigarini 6: l’importanza di avere un giocatore al quale affidare sempre il pallone va ben oltre le questioni di bilancio. È la solita sicurezza ed è presto detto perchè non è stato lui a partire.

Carmona 6: il centrocampo del Cagliari fa tanto possesso palla ma spesso sterile. Alla base della mancata pericolosità sarda c’è proprio il lavoro del cileno, bravissimo a chiudere tutte le linee di passaggio e a comandare il pressing dei suoi.

D’Alessandro 6: buon esordio per l’ex Cesena che paga forse un po’ di nervosismo di troppo. Colantuono lo sostituisce un secondo dopo il fallo che gli sarebbe potuto costare il rosso (2’st Raimondi 6: meno offensivo di D’Alessandro entra anche per arginare la spinta a sinistra del Cagliari. Prestazione sufficiente, niente di più).

Boakye 7: dopo un primo tempo in cui ha fatto del movimento e del pressing su Conti le sue principali mansioni, nella ripresa asseconda il suo istinto da attaccante approfittando di una sanguinosa palla persa dal Cagliari e piazzandola nell’angolino basso con un destro chirurgico. Trasforma in oro l’unica palla gol che gli capita (30’st Baselli s.v.).

Denis 5: il Tanque si vede solamente nei minuti di recupero quando impegna Colombi con un bel destro a giro e fa trascorrere secondi preziosi alla bandierina. A Cagliari ci ha pensato Boakye, ma all’Atalanta serve tutto un altro Denis.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Sportiello 8, Zappacosta 6, Biava 8, Benalouane 7, Dramè 7,5, Estigarribia 6,5, Cigarini 7, Carmona 7, D’Alessandro 7, Boakye 8, Denis 4.
    Cherubin 4, Raimondi 5, Baselli 7.
    In casa Maxi farà la differenza fra una buona squadra ed una super squadra.