BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Niente colomba della pace A Spirano esponiamo la bandiera americana”

Nell'anniversario dell'attentato terroristico alle Twin towers, avvenuto l'11 settembre 2001, il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini espone la bandiera americana a mezz'asta e non la colomba della Pace come chiesto in una lettera inviata dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori a tutti i colleghi.

Nell’anniversario dell’attentato terroristico alle Twin towers, avvenuto l’11 settembre 2001, il sindaco di Spirano Giovanni Malanchini espone la bandiera americana a mezz’asta e non la colomba della Pace come chiesto in una lettera inviata dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori a tutti i colleghi.

Ecco perché:

Rispondo a Giorgio Gori, che invita me e tutti gli altri sindaci ad esporre lo Stendardo della Pace, seguendo l’esempio del comune di Bergamo.

Caro Gori,

io non sono un ipocrita, non posso fingere che oggi la nostra civiltà sia minacciata da fenomeni terroristici che si possono combattere in un solo modo: con la forza. Lascio a lei l’onore di rendersi il "sindaco paladino della pace" e continuo nel mio lavoro cercando di tenere alta l’attenzione della mia gente, e di chi ci governa, sulla principale minaccia per la pace internazionale: il terrorismo di matrice islamica. Nel mio comune ho dedicato un monumento alle vittime dell’11 settembre ed oggi, come tutti gli anni, espongo la bandiera americana a mezz’asta, in ricordo delle vittime di quel tremendo attentato che ha cambiato la vita di tutti noi. Con la bandiera americana sventola, a mezz’asta, anche quella della Repubblica Italiana, che ho l’obbligo di tenere esposta. Una Repubblica rappresentata da un Governo che imbarca ogni giorno potenziali terroristi, attraverso Mare Nostrum, e che non tutela la sicurezza dei suoi cittadini. Un Governo del quale lei, sin dai primi giorni del suo insediamento, segue indicazioni e direttive e al quale fa riferimento nel chiederci di esporre lo Stendardo della Pace. Due modi diversi di fare il sindaco. Da un lato il sindaco della Grande Bergamo, che apre alla realizzazione di moschee, che appoggia i programmi di accoglimento profughi, che offre un’umanissima visione di società aperta e che ottempera a tutte le disposizioni del Governo in modo ossequioso. Dall’altro il sindaco di Spirano, rinchiuso nella difesa delle proprie tradizioni, nel controllo serrato delle residenze, che combatte ogni giorno contro quel Governo e quello Stato che stanno uccidendo le autonomie locali, la nostra gente, le nostre aziende. Non è mia intenzione essere polemico, sono piuttosto concreto: magari un giorno, parlando di progetti seri utili alla nostra gente, potremo andare d’accordo. Io ci conto. Buon lavoro.

Giovanni Malanchini, Sindaco di Spirano – Sìndech de Spirà

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Laura Bovati

    Bravo Sindaco Malanchini! E qualcuno si è accorto che, per esporre la bandiera della pace, il sindaco Gori ( sindaco rigorosamente con l’iniziale minuscola) ha spostato la bandiera per i nostri Maro’ in una posizione assolutamente non visibile? Forse è la r volontà del governo, non sono convinta sia quella dei cittadini di Bergamo !

  2. Scritto da Memoria

    Chi ha la memoria corta non si ricorda più che all’indomani dell’11 settembre 2001 nessuno si sognò di esporre bandiere per la pace. Le bandiere arcobaleno spuntarono come funghi solo quando gli USA decisero gli interventi contro gli islamici. Quindi una pace a senso unico, allora come adesso.

  3. Scritto da DREGERS

    Non sono leghista,lo sottolineo.Ho letto l’articolo e condivido pienamente quanto scritto da Malanchini.
    Agli intellettuali a mio avviso sedicenti tali,da ignorante consapevole (ma senza cattiveria) quale mi autodefinisco (orgogliosamente però) rispondo che potete scagliare contro questo articolo tutta la “fuffa buonista” che volete, ma se le cose non cambieranno, vedrete che prima o poi i conti con la realtà comincerete a farli anche voi.Con il BUONISMO non andate lontani.

  4. Scritto da Gaetano Bresci

    Padroni a casa nostra. Appunto, gli yankee lo sono da 70 anni.

  5. Scritto da Nixon

    A essere equi bisognerebbe esporre anche quella cilena abbrunata. Gli americani ne sanno qualcosa.

  6. Scritto da Marò

    Bravo Malanchini!!! Non cedere alla tentazione di esporre tutte le bandiere del mondo come se ci fossero le Olimpiadi. Accanto a quella americana metti quella che ci ricorda che i nostri marò sono ancora da riportare a casa. Quella della pace lasciala a Gori che ha tolto quella per i marò.

  7. Scritto da Daniele

    Il finale è fantastico: “Non è mia intenzione essere polemico”.
    Se non voleva essere polemico, e sopratutto se non voleva essere irrispettoso nei confronti delle vittime del terrorismo, poteva esporre la bandiera americana (bellissima iniziativa a mio parere) e la colomba della pace insieme. Come ha già commentato qualcuno qui sotto: cosa non si fa per due righe sul giornale!

  8. Scritto da Nonsense

    Ma che senso ha mettere in contrapposizione il concetto di pace con la bandiera americana ? Roba da chiodi.

  9. Scritto da Question Time

    Sulla bandiera le stelle sono sostituite dalle trote o è nella versione originale ?

  10. Scritto da Carlo Saffioti

    Condivido appena la sua decurione; ricordo che allora tanti giornali titolarono ” diamo tutti americani”. La situazione non è’ cambiata da allora, anche per errori USA e le debolezze di un’Eutopa divisa, debole , non consapevole . Oggi con una terza guerra mondiale in atto e con un’Eutopa nel mirino del terrorismo e dell’integralismonislamico, e’ più che mai necessario testimoniare solidarietà agli USA baluardo del l’occidente.

  11. Scritto da luigi

    Qualcuno lo informi che adesso la lega è filo-russia e corea del nord.

  12. Scritto da Amen

    Cosa non si fa per due righe sul giornale !

    1. Scritto da A.Z. BG

      Esatto,proprio come lei con commenti inutili!Il gori ha intenzione di inaugurare un’altra stagione di bandiere della”pace”(quelle di prima erano del mov,int,gay)come quella di qualche anno fa?Quindi lui può dire tutto ciò che vuole e consigliarlo a tutti i sindaci perché è sinistro,mentre chi non la pensa come lui deve subirsi gli attacchi dei suoi sinistri seguaci.Congratulazioni per la democrazia del P.DEMOCRATICO.Ciò che dico io è giusto,ciò che dicono altri è sbagliato.

      1. Scritto da Amen

        Oddio, per lei è un problema così grosso se esprimo la mia opinione ? Poi , mi scusi, uno che si firma Amen è in cerca di notorietà ? Mi faccia capire perchè non ci arrivo …..

  13. Scritto da luis

    Lettere in risposta a Gori a dir poco vergognosa, come orribile il monumento dall’Amministrazione Malachini realizzato e profumatamente pagato.

  14. Scritto da La verità fa male

    Malanchini ha fatto benissimo, finalmente qualcuno che non cede alle tromboneggianti prese di posizione “politically correct” di certi miliardari da salotto della sinistra

    1. Scritto da Giggi

      Caro “La verità fa male”, ma tu…ci sei o ci fai. Secondo me ci fai perché i tuoi ragionamenti sono difficili….. .

  15. Scritto da enrico brissoni

    Bravo Malanchini, per quel poco che può contare sono d’accordo con lei.

  16. Scritto da il qualunquista

    Grande presa di posizione! Grande Sindaco! anzi, grande Sìndech!
    il terrorismo islamico trema ora che Spirano scende in campo!

  17. Scritto da mario59

    Vede signor Malanchini (sindech de Spirà) cerchi di capirmi, poichè io non sono intelligente quanto lei.
    Sono sicuro che anche lei è un uomo che vuole la pace, pertanto oggi esponga pure la bandiera Americana, quella Italiana e anche il drappo della pace…e magari anche la bandiera del Cile, per chi ama la libertà, sarebbe doveroso anche ricordare il vile colpo di stato avvenuto l’ 11 settembre 1973 per mano di Pinochet…che causò morte, gente sparita, torture, e tanto terrore.

  18. Scritto da tino

    tu vo fa l’ Americano, ma sei nato in Italy . Questi leghisti vedono terroristi islamici dappertutto, vogliono vietare il burka e nel frattempo la mafia si e’ tranquillamente infiltrata in Lombardia.