BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il presidente Obama: “Distruggeremo Isis ovunque sia”

«Oggi vi annuncio – ha detto Obama - che l'America guiderà una larga coalizione per sconfiggere la minaccia terroristica posta dall'Isis. Con un obiettivo chiaro: noi indeboliremo e infine distruggeremo Isil attraverso una strategia di azione antiterroristica prolungata e onnicomprensiva».

Più informazioni su

Parlando ieri notte al Paese a rete unificate dalla State Room della Casa Bianca, Barack Obama, con tono sobrio e solenne, ha annunciato agli americani e al mondo di aver autorizzato una nuova guerra, una campagna aerea contro l’Isis, il gruppo terroristico di matrice islamica che minaccia l’occidente che ha sgozzato due americani, ucciso migliaia di prigionieri e di profughi e cambiato i confini di una regione. «E che andrà distrutto».

«Oggi vi annuncio – ha detto Obama – che l’America guiderà una larga coalizione per sconfiggere la minaccia terroristica posta dall’Isis. Con un obiettivo chiaro: noi indeboliremo e infine distruggeremo Isil attraverso una strategia di azione antiterroristica prolungata e onnicomprensiva».

Oggi dunque, 11 settembre 2014 tredicesimo anniversario dell’attacco all’America, il ricordo di una giornata tristissima che ha cambiato il corso della storia è stato segnato dalla promessa di una nuova guerra, di un nuovo fronte, di una nuova alleanza.
«C’è un principio di fondo nella mia presidenza – ha detto ancora Obama – chi minaccia l’America non troverà un posto sicuro dove rifugiarsi …perciò ecco la mia strategia».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    E non hanno nemmeno avuto bisogno di spacciare delle fialette di ricostituente come arma chimica, a questo giro…

  2. Scritto da Ste

    Meno male ha preso il Nobel per la pace…

  3. Scritto da Abbronzatissimo

    Questi guerrafondai: prima creano il casino destabilizzando quelle aree con la scemenza di “portare la democrazia” poi, raggiunto il caos, partono con le crociate. In fondo il vero scopo è raggiunto: scaricare un poco di arsenali bellici per i signori della guerra e per il business degli armamenti.
    E gli hanno dato pure il nobel per la pace a questo ‘abbronzato’

    1. Scritto da Paolo

      Sono d’accordo. E aggiungo: almeno il guerrafondaio Bush non era così ipocrita.