BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sacbo: “I nuovi aerei garantiranno una riduzione del 40% di rumorosità”

I nuovi aerei Ryanair che entreranno in funzione nei prossimi anni garantiranno un risparmio di carburante e minore rumorosità. Parola di Sacbo, società di gestione dell'aeroporto di Orio al Serio, che annuncia i dati di traffico riguardanti il mese di agosto.

Più informazioni su

I nuovi aerei Ryanair che entreranno in funzione nei prossimi anni garantiranno un risparmio di carburante e minore rumorosità. Parola di Sacbo, società di gestione dell’aeroporto di Orio al Serio, che annuncia i dati di traffico riguardanti il mese di agosto.

Ecco la nota Sacbo:

Movimenti in calo del 3,4%, vale a dire una media di 8 in meno al giorno rispetto ad agosto 2013. Settemila passeggeri in più rispetto a un anno fa (+ 0,73 %). Incremento di oltre 1.500 tonnellate di merce aerea corrispondente a una crescita del 22,2 % nel raffronto con il dato registrato a distanza di 12 mesi. Il riepilogo del traffico aereo all’Aeroporto di Bergamo Orio al Serio, relativo al mese di agosto 2014, disegna un quadro di netto miglioramento del risultato, a fronte dell’obiettivo di ottimizzazione dell’attività operativa, conseguito con un load factor elevato in termini di passeggeri e merci. Il dato complessivo rispecchia quanto riportato nel mese di luglio e riafferma la forte ripresa della movimentazione delle merci nel corso dell’estate, periodo solitamente caratterizzato da una flessione in coincidenza con la chiusura dei centri produttivi. La logistica si conferma, dunque, motore dell’economia territoriale e l’Aeroporto di Orio al Serio un polo strategico per i vettori courier. Nonostante il fermo di tre settimane dovuto ai lavori di rifacimento della pista, il saldo delle merci trasportate nei primi otto mesi del 2014 è già in attivo dell’1,6 %.

Contestualmente anche il movimento passeggeri registra un saldo positivo, grazie a un indice di riempimento tra i più alti in assoluto sui voli di linea e alla significativa ripresa del settore charter. Il tutto in un contesto di riduzione complessiva dei movimenti aerei, in continuità con la tendenza dell’ultimo biennio. Riferendosi ai mesi estivi (giugno, luglio e agosto), la riduzione dei movimenti è statadel 2,9% nel 2013 rispetto al 2012 e del 3,0% quest’anno in confronto al 2013. “Il resoconto del mese di agosto 2014 non è frutto del caso, ma di strategie che legano gli interessi delle compagnie aeree e del gestore aeroportuale e tengono conto dell’ineludibile necessità di rendere sempre più efficiente e meno impattante il trasporto aereo – sottolinea Miro Radici, presidente di SACBO – Aspetti economici e ambientali impongono un’attenta politica di programmazione da parte dei vettori partner, che permette di mettere in atto una proficua gestione tecnica e commerciale in grado di rispondere anche alle politiche di compatibilità ambientale. Il recente ordine sottoscritto da Ryanair per l’acquisto dei nuovi Boeing 737-800 Max vedrà operare nei prossimi anni sul nostro aeroporto velivoli che, secondo quanto dichiarato dal costruttore americano, garantiscono un risparmio del 18 % di carburante e l’abbattimento del 40 % dell’indice di rumorosità. Impiegare macchine di nuova generazione è la condizione indispensabile per abbattere i costi di gestione e le compagnie aeree che operano sullo scalo bergamasco non si sottraggono a questa regola”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da alberto

    SI …. nei prossimi anni. Che pigliata per il …….

  2. Scritto da GL76

    Se ne parlerà tra 3-4 anni… ma la domanda è: gli aerei attuali poi li butteranno via o continueranno a volare? Intanto la notizia di oggi è la (ovvia) conferma dell’Arpa che il rumore causato da Orio è oltre i limiti consentiti. Ora attendiamo anche il confronto delle analisi sull’inquinamento atmosferico, prima e dopo il periodo di fermo dell’aeroporto.

  3. Scritto da stefano

    ma che rispettassero le leggi invece di dare notizie assurde!

  4. Scritto da polaroid

    a parte che sembra un comunicato stampa di Ryanair e non di SACBO…Radici ha la fregola di annunciare meno rumore e meno inquinamento (per il 2018 dice Boeing) perche quest’anno è stata un’estate devastante x il rumore (che si sente) e l’inquinamento (che non si vede)?

  5. Scritto da Giovanni Ginoulhiac

    …è di oggi la notizia che tutti i livelli acustici sono fuori legge, a seguito dei rilevamenti dell’Arpa. Ed è importante sottolineare che gli aerei di cui si parla saranno operativi (fonte Wikipedia) dal 2017 in poi. Prima di allora che si fa?

  6. Scritto da PAROLE PAROLE

    QUANDO, E QUANTI nuovi aerei? Se no l'”ineludibile necessità di rendere sempre più efficiente e meno impattante il trasporto aereo” caro Miro Radici, la può raccontare a chi vuole, ma sono …. AL VENTO. E quelli di oggi sono venti di puro cherosene. Oggi, ieri e domani. DATI E PROGRAMMI certi, non parole, grazie.

  7. Scritto da flying donkys

    si……e gli asini volano….

  8. Scritto da gigi

    se fossimo in un paese serio intanto ridurrebbero il numero dei voli per garantire il rispetto dell’ambiente circostante e le leggi (voli notturni, Valutazione Impatto ambientale etc.). Solo se riescono a dimostrare ceh gli aerei sono davvero meno rumorosi si può incrementare i voli…Altrimenti è la solita presa per i fondelli

    1. Scritto da Andrea

      motore CFM LEAP-1B OT, non c’è bisogno di dimostrare nulla, sono meno rumorosi e meno inquinanti

      1. Scritto da usiamo il cervello

        Perfetto. Quando saranno operativi e si potrà dimostrare dai dati delle centraline che si è sotto i limiti previsti dal Piano di sviluppo approvato si potrà incrementare il numero dei voli. Per adesso si rispetta la legge (riducendo drasticamente il numero dei voli come hanno fatto a Ciampino) fino a quando le promesse diventeranno realtà (se sarà vero).

  9. Scritto da usiamo il cervello

    I cittadini (e le Amministrazioni Comunali) di Dalmine, Azzano, Levate si lamentano che la situazione è insostenibile e questi ci vengono candidamente a dire che la situazione è migliorata… Si lamentano ovviamente anche i quartieri di Bergamo più esposti ma qui l’Amministrazione dorme sonni tranquilli da azionista più attenta ai soldi che alla salute delle persone…Tanto la campagna elettorale è finita, vero?

  10. Scritto da w colognola

    vedremo i risultati, e per i voli charter con i vecchi md 80 ?? e i cargo ??? l’inquinamento atmosferico rimane ??????????????

  11. Scritto da parole parole parole

    A fronte di tante promesse (tutte da verificare) la realtà dei fatti è che oggi la centralina della città (ubicato sopra un asilo nido!) evidenzia un livello di rumorosità DOPPIO di quello previsto dal Piano di Sviluppo e ribadito in campagna elettorale dal Sindaco di Bergamo. Guarda caso è lo stesso scostamento (quasi il doppio) del volume di traffico autorizzato dal VIA (oltre 10 milioni di UT a fronte dei 6.174.000 autorizzati). Altro che compatibilità ambientale!!!

  12. Scritto da giobatta

    non comprendo il ruolo di sacbo nell’acquisto dei nuovi arei da parte di ryanair. ha forse suggerito alla stessa la compera per mitigare l’impatto sonoro? in effetti il titolo di bgnews sembra attribure a sacbo il merito dell’operazione di ryanair. o forse sono io che non ho capito bene?