BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Le cose vanno usate, le persone vanno amate” Concerto al Conca Verde

Giovedì 11 settembre il cinema Conca Verde ospiterà il concerto “Le cose vanno usate, le persone vanno amate”. Protagonista della serata “Andrea Arnoldi & Il peso del corpo”. Ad allietare la serata la musica di archi, fiati, cori e percussioni che accompagneranno voce e chitarra nell’anteprima del nuovo disco “Le cose vanno usate, le persone vanno amate”.

Più informazioni su

“Le cose vanno usate, le persone vanno amate”. Questo il titolo, ma anche il tema spunto di riflessione, del concerto che “Andrea Arnoldi & Il peso del corpo” terrà al cinema Conca Verde di Bergamo.

L’appuntamento è in programma giovedì 11 settembre a partire dalle 21 a Longuelo, in via Guglielmo Mattioli, 65. Ad allietare la serata la musica di archi, fiati, cori e percussioni che accompagneranno voce e chitarra nell’anteprima del nuovo disco “Le cose vanno usate, le persone vanno amate”. L’apertura dell’esibizione è affidata a Matteo Trevisan con le sue canzoni d’amore dolente e sacrificale che si muove fra folk, blues delle origini e tradizione cantautorale italiana. Le videoinstallazioni e la performance di video-arte, invece, sono a cura di sybinQ art projects.

La serata propone un concerto in un cinema. Dunque, inevitabilmente, un concerto per immagini. Hanno deciso di presentare così Andrea Arnoldi e Il Peso del Corpo il loro primo disco ufficiale "Le cose vanno usate le persone vanno amate" in uscita a dicembre. Con un live all’insegna della video-arte che si svolgerà giovedì 11 settembre 2014 al Cinema Conca Verde di Bergamo / Longuelo. Una serata in cui le canzoni della formazione guidata dal cantautore Andrea Arnoldi saranno accompagnate da una rassegna di video a cura di SybinQ Art Projects. Andrea Arnoldi e Il Peso del Corpo è un ensemble ad assetto variabile che vede protagonisti le canzoni di Andrea Arnoldi (voce e chitarra) e il violoncello di Leonardo Gatti insieme a musicisti di diverse estrazioni e stili che vanno a formare Il Peso del Corpo. Per l’appuntamento al Conca Verde la formazione vedrà sul palco archi, percussioni, cori e altri strumenti più inconsueti che si trovano anche nel disco "Le cose vanno usate le persone vanno amate".

Il primo lavoro ufficiale di Andrea Arnoldi e Il Peso del Corpo sarà disponibile da dicembre (e in anteprima straordinaria proprio la sera dell’11 settembre) e raccoglierà undici canzoni intime e dai testi densamente poetici, tracce giocate su strumenti per lo più acustici e contraddistinte da uno spirito che esce dai soliti canoni della canzone d’autore per inoltrarsi in divagazioni strumentali fantasiose e imprevedibili. Così accade nel brano-anticipazione "L’ortica" disponibile da oggi su YouTube (http://youtu.be/pIkxwYR_XP0) e in tutte le canzoni di un lavoro che, a detta di Andrea Arnoldi, si pone come "una finestra aperta sul nulla" e racconta "la morte come possibilità di rivincita e redenzione, l’inutilità funzionale di tutto ciò che è e l’amore come unica àncora possibile". Fatte queste premesse l’incontro con le immagini di SybinQ Art Projects per il concerto "cinematografico" al Conca Verde sarà di quelli da non perdere. Il collettivo proporrà infatti, secondo la pratica curatoriale ormai consolidata della sua direttrice Susanna Bianchini, un’artista affermata assieme ad una selezione di giovani emergenti. Grazie alla collaborazione con la EyeFilmmuseum di Amsterdam, a fare da apripista è Barbara Meter, bastione della video arte sperimentale Olandese degli anni ’70 e fondatrice del celebrato Electric Cinema.

Assieme alla Meter è una rosa dei migliori video artisti Bergamaschi, per celebrare ancora una volta il fiorente talento locale: Alessandra Beltrame, Caterina Nolfo, Pamela Del Curto, Francesco Bonocore e Rocco Fidanza. Questi giovani artisti presentano sia lavori realizzati ad hoc per l’occasione, come ad esempio “Appunti Veneziani” della Nolfo che fa da sfondo visivo al pezzo musicale “Decalogo”, sia lavori precedenti che in questo caso si sposeranno con le immagini in modo più casuale, creando nuove suggestioni e sensazioni. Con questo esperimento interdisciplinare si proverà a raccontare le note attraverso immagini reali e inventate, stuzzicando l’immaginazione di ognuno.

L’ingresso alla serata è di 5 euro (10 euro con l’acquisto del disco).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.