BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uccise un ladro in casa, Monella va in carcere: giusto concedere la grazia?

Continua a far discutere il caso di Antonio Monella. L'imprenditore 54enne di Arzago, condannato a 6 anni e 2 mesi per aver ucciso un ladro che gli era entrato in casa con dei complici, lunedì mattina si è presentato spontaneamente in carcere. Cosa ne pensi? Giusto concedere la grazia?

Continua a far discutere il caso di Antonio Monella. L’imprenditore 54enne di Arzago d’Adda, condannato in via definitiva a 6 anni e 2 mesi di reclusione per aver ucciso a colpi di fucile nel 2006 Ervis Hoxha, albanese di 19 anni che gli era entrato in casa per un furto con dei complici, ha deciso di costituirsi e lunedì mattina si è presentato in carcere a Bergamo.

Lo stesso Monella nel marzo scorso, attraverso l’intervento di alcuni politici, tra i quali Matteo Salvini della Lega Nord, aveva chiesto la grazia al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che però non si è ancora pronunciato.

La sentenza irrevocabile di condanna è del 25 febbraio scorso. Nel frattempo gli era stato concesso un differimento di sei mesi della pena detentiva che però era scaduto nei giorni. Il procuratore di Bergamo, Francesco Dettori, si apprestava dunque a dare esecuzione alla pena.

Ma l’imprenditore lunedì mattina ha anticipato il procuratore e si è presentato in via Gleno, accompagnato dal suo avvocato, Enrico Mastropietro, e dal figlio Aberto.

Tra l’altro Monella, per ragioni di sicurezza e su richiesta del suo legale, è stato rinchiuso nella cella a fianco di quella di Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere di Mapello accusato dell’omicidio di Yara Gambirasio.

La vicenda Monella dura ormai da più di otto anni con tre processi e diecimila firme raccolte in suo favore, e continua a dividere l’opinione pubblica, tra innocentisti e colpevolisti. 

Cosa ne pensi? Giusto concedere la grazia?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe Cardinale

    Certo che è giusto concedere la grazia e comunque giusto o no , una cosa è certa, che se invece del ladro, a morire fosse stato il monella, l’albanese non avrebbe ricevuto una condanna cosi severa. Avrebbero detto che stava rubando per fame e questa sarebbe stata sicuramente un’attenuante a suo favore. Che vi devo dire…….questa è la giustizia italiana.

  2. Scritto da Erasmo

    La grazia io la farei chiedere ai magistrati che hanno confezionato tale sentenza, perchè sono colpevoli di favoreggiamento verso la criminalità e quindi andrebbero processati e messi in galera.

    1. Scritto da MIchele

      Io son favorevole alla grazia,mi piace questa risposta e vorrei dire anche una mia opinione su chi pensa che non è giusto che un giovane di 19 anni sia stato ucciso così, ma lui con quali diritti è andato a fare la rapina e se veniva ammazzato questo poveraccio cosa faceva la giustizia?

  3. Scritto da gianluca

    ha difeso la sua famiglia, la morte di un uomo non è mai una cosa bella, pregheremo per l’albanese ma se avesse rispettato le leggi e se non fosse stato un ladro non sarebbe morto, rubare, rapinare, uccidere , sono cose che devono avere le giuste conseguenze e rischi! grazia x monella!

  4. Scritto da nadia

    Italia pietosa rubano uccidono violentano ma non puniscono mai succede a un cittadino che lavora giorno e notte per la propria famiglia ecco la condanna …..

    1. Scritto da rinaldo di nino

      Non conosco i fatti che hanno determinato la condanna penale a carico del nostro amico ANTONIO. Ma conosco le circostanze di tempo , di luogo e di persona che l’hanno prodotta e dico che nei suoi confronti non è stata fatta assolutamente giustizia
      Mi appare chiarissimo che il DIRITTO UNIVERSALE DELLA LEGITTIMA DIFESA non sembra che sia stato riconosciuto come DIRITTO INALIENABILE tenendo conto che la COSTITUZIONE stabilisce che la DIMORA E’ INVIOLABILE

  5. Scritto da laura

    Io nn condanno chi difende se stesso e la propria famiglia. Il ladro si poteva salvare se lo avessero portato in ospedale. Condanno i suoi “colleghi” che lo hanno abbandonato agonizzante sulla strada rivoltana.

  6. Scritto da Andrea

    non meritava neanche un giorno di prigione.
    al massimo se si riteneva che fosse una persona violenta gli levi il porto d armi. il ladro è capitato nella proprietà sbagliata.

  7. Scritto da Vincenzo

    “Dì la tua” con l’accento??!?

  8. Scritto da giob

    non ci sono parole per descrivere lo sdegno che provo nel leggere i commenti di uomini senza pietà. cristiani della domenica che nulla hanno di diverso dai nazisti. medaglia per aver sparato nella schiena ad un ragazzo. non avete idea di cosa sia la legittima difesa.e non avete idea di quanti morti al giorno ci sarebbero per piccole scaramucce se quello che dite fosse applicato. dovete solo vergognarvi, non meritate di essere cittadini

    1. Scritto da marco

      vorrei capitasse a te, a proposito hai figli? no perché se non ne hai non puoi capire un accidente di niente perbenista delle mie scarpe

    2. Scritto da giuseppe

      Ti auguro che un giorno possa accadere a te, falso bonista!!!!!!!!!!!!!!

    3. Scritto da Samuele

      Caro Giob hai proprio ragione. Anche io che mi reputo cristiano non riesco più a prendere decisioni. Sono contro la pena di morte ma non sono sicuro di volere in libertà uno che mi punta la pistola contro. Sarò paolotto ma non pistola. Cosa ne dici se li teniamo in prigione invece di farli uscire i malviventi? Le leggi sono dalla loro parte? Ok, è ora di cambiarle. Smettiamola di fare i pacifisti e difendere solo i colpevoli.

  9. Scritto da CIACIO

    LIBERO SUBITO!!

  10. Scritto da Barba

    Penso che all’imprenditore dovrebbero dargli una medaglia! Ha fatto benissimo a sparare al delinquentello che era in casa sua a rubare le sue cose. Se fosse capitato a me avrei fatto lo stesso. Bravo Monella!!!! Tieni duro!!!!

  11. Scritto da Barba trucco

    Per la legge italiana la proprietà è privata se il ladro non ti entra di spalle… Purtroppo è così, dopo più furti subiti dal sig. Che cerca di difendersi e che per questo gesto si é per primo rovinato la vita sua e della sua famiglia verrà punito. Non vogliamo il far west, allora facciamoci furbi e armiamoci di un fucile a pompa con proiettili in gomma… Forse cosí possiamo dimostrare la nostra buona volonta

    1. Scritto da pier

      siamo già nel far west, perché la legge è a favore dei ladri e questi sapendolo continuano a rubare ed hanno reso tutti i cittadini dei carcerati con antifurto, inferiate alle finestre e porte, rientrano presto la sera, si ha paura a transitare x le stazioni stazioni ed a salire su treni e metropolitane, ci rubano di tutto ed hanno un’arroganza schifosa sapendo che non verranno mai puniti.

  12. Scritto da rivro

    anche solo i 2 /3 anni che gli possono concedere per poter lavorare e continuare la sua vita se poi un domani dovesse incappare in altri problemi con la giustizia sconterebbe anche questi (ma non mi pare il tipo)

  13. Scritto da GAETANO

    NESSUNA PENA DEVE ESSERE INFLITTA A CHI DIFENDE SE STESSO, LA SUA FAMIGLIA E LA SUA PROPRIETA’.

  14. Scritto da Corrado

    L’errore è mandare in galera una persona onesta, anche se colpevole di eccessiva difesa dei propri beni. In casi simili sarebbe più giusto scontare la condanna ai domiciliari. Cambiamo la legge dunque ed evitare risarcimenti per i ladri anche se vittime……

  15. Scritto da anacleto

    Dev’essere un uomo libero. Chi decide di violare la proprietà altrui per rubare deve prendersi le proprie responsabilità ed essere consapevole delle possibili conseguenze, che possono essere anche tragiche come in questo caso. E’ stata una scelta del ladro, fatti suoi. Ingiusto anche il risarcimento, che potrà solo incentivare altri furti e rapine. Solidarietà a Monella.

  16. Scritto da Tino

    al reato corrisponde la pena, che tiene conto di tutte le attenuanti ed infatti la condanna è pari a 6 anni e rotti, che poi scenderanno per sconti vari.
    Del resto, pur in stato particolare, c’è di mezzo un omicidio.
    Piuttosto mi pare aberrante che sia già stata riconosciuta alla famiglia della vittima (!?!) la somma di €150.000 che i difensori vogliano chiedere ulteriori danni; in questi casi indennità e danni dovrebbero essere compensati poiché sono entrambe vite rovinate.

  17. Scritto da Franz

    Altrimenti legittimeremmo la giustizia fai da te e a questo punto tanto vale chiudere i tribunali e consegnare le armi ai cittadini. Poi si può discutere sull’entità della pena. Forse sarebbe stato meglio una pena più ridotta per poter usufruire direttamente dell’affidamento in prova e non transitare dalla galera. La grazia la trovo eccessiva per una persona che ha pur sempre sparato per non farsi rubare la macchina, non per difendere la propria vita o i propri figli

    1. Scritto da Daniele Manenti

      Macchina o famiglia che fosse poco cambia. Io a questo gli darei un premio. È ora di finirla con tutte ste teorie buoniste e garantiste.

  18. Scritto da Franz

    Scusate se vado controcorrente. mi dispiace che un cittadino, probabilmente attualmente non pericoloso per la società, vada in carcere, ma… Deduco dai commenti che pochi abbiano letto le carte processuali (il titolo é un po’ fuorviante). Monella é stato condannato per aver sparato alle spalle una persona che gli stava rubando la macchina e che stava per darsi alla fuga. Secondo il codice penale (giustamente) questa non é legittima difesa… Continua

    1. Scritto da alex

      Se quello stava a casa sua e non a rubare in quella d’altri non si sarebbe beccato la fucilata….finiamola con tutto questo buonismo altrimenti faremo la fine dei codardi!!!!

  19. Scritto da marco

    sicuramente giusto fargli avere la grazia,ma anche una medaglia. Alla fine che colpa ha ? solo quella di aver difeso la sua incolumità e la sua proprietà. Se la legge cambiasse dando la possibilità a chiunque di difendersi in casa propria forse calerebbero i furti .Ma in Italia i furbetti passano sempre dalla parte della ragione

  20. Scritto da Pietro

    Purtroppo si chiudono le porte sempre dopo che son scappate le..mucche, dovrebbe essere lo Stato con apposite leggi a tutelare i cittadini onesti e le loro proprietà: con leggi precise e applicate che producano l’effetto di mandare e tenere in galera i veri delinquenti (cioè coloro che fanno del delinquere uno scopo di vita e di guadagno..)

  21. Scritto da FabioR79

    Restante che io non ritenga giustificata la grazia se non per evitare peggior sorte al detenuto, resta la stupida inutilità della sentenza di imprigionamento, poiché il soggetto non è chiaramente un pericolo per il pubblico, ma in quanto riconosciuto colpevole dovrebbe risarcire in altro modo, con ammenda o con lavoro, possibilmente socialmente utile, per l’equivalente degli anni di prigione comminati.

  22. Scritto da FabioR79

    La giuria popolare esiste già nel nostro ordinamento, proprio perché non è solo l’opinione di chi “ha studiato” a contare in uno stato liberale e democratico.

  23. Scritto da Ermes

    E’ un suo sacrosanto diritto . Ma è umiliante chiedere la grazia, è un po’ come ammettere una colpa che non ha.

  24. Scritto da Il Cardellino

    Speriamo arrivi presto la GRAZIA! almeno la grazia. In un paese civile lo Stato ti aiuta e garantisce sulla tua sicurezza, come avviene in tutti i paesi del nord Europa (solo in Italia NO, grazie ai benpensanti) oppure vige la legge del “fai da te”. Monella ha reagito d’istinto e lo capisco; è capitato anche a me di fermare delle rom in casa e consegnarle alle forze dell’ordine. in quel momento ti senti “tradito” ed “abbandonato” dallo Stato che nulla fa.

  25. Scritto da andy baumwolle

    Si è giusto e doveroso senza nessuna esitazione
    Anzi gli conferirei una medaglia al valor civile per aver fatto ciò che lo stato dovrebbe fare e cioè mantenere l’ordine e far rispettare le leggi

  26. Scritto da FRANCO

    E se la vittima fosse stata lui? (non mancano precedenti in tal senso). Chi gli è penetrato in casa, sapeva di correre dei rischi e sicuramente era pronto, con i complici, a prevalere sul Monella. Il colpevole non è il Monella, che è vittima e strumento del destino che ha stoppato un delinquente. Non si dovrebbe parlare di grazia perchè non dovrebbe neanche esserci condanna!!!!!!!

  27. Scritto da pino

    ma siamo matti?? la grazia diamola a berlusconi poveretto!!

  28. Scritto da La verità fa male

    In questi giorni (prendendo in considerazione la sola provincia bergamasca, figuriamoci se si considera la nazione intera) si legge di negozi sfasciati a mazzate, mogli picchiate, rapine e ruberie varie, intrufolamenti in casa altrui con l’intento di rubare, personaggi della Bassa che dichiarano di voler combattere per il Califfo. Questi soggetti non hanno bisogno della grazia: dopo pochi giorni grazie agli “addetti ai lavori” della giustizia italiana sono già a piede libero

  29. Scritto da Fausto

    Bisognerebbe dargli una medaglia e condannare morte anche i complici del furto. Altro che rimborso ai familiari

  30. Scritto da NORMA

    si bene l’asciatelo libero pure io ho subito un furto in casa di notte e vi assicuro che non é piacevole ammazzateli tutti e bruciateli vivi in carcere é ora di finirla dato che noi paghiamo le tasse italia di M ……

  31. Scritto da giulio

    Assolutamente si senza se e senza ma…solo SI!

  32. Scritto da sergio

    Credo che il Sig.Monella sia stato condannato sulla base dell’accertamento dei fatti ed abbia avuto la possibilità di difendersi in un regolare processo,mentre il “ladro albanese” è stato condannato a morte con una fucilata(in Italia non esiste più la pena di morte ed è segno di civiltà).Mi pare inoltre che il tentativo di furto di una autovettura non configuri il “pericolo di vita per me ed i miei cari”,di cui si va sproloquiando.Di grazia si sta parlando?Per un omicida a sangue freddo?

    1. Scritto da La verità fa male

      Bella la frase “il tentativo di furto non configura il pericolo di vita”, mi scusi lei cosa fa quando un ladro entra a casa sua, gli chiede gentilmente se vuole solo rubare o vuole anche sparare?

      1. Scritto da Paolo

        E chiedergli anche se prima del furto gradiva un caffè …vi auguro di trovarvi in casa un ladro anche voi…

  33. Scritto da bepi

    Grazia (anche se non andava condannato) ed una medaglia d’oro al valor civile per tutto ciò che ha dovuto subire dalla magistratura “borbonica”.

  34. Scritto da x Daniele

    finche’ al mondo ci saranno dei perpetui cazz*** come te il povero signor Monella (che si è solo difeso e per fortuna ci è riuscito) questo paese resterà in rovina! io non so chi sia il giudice della sentenza ma tutti gli studi da lui perseguiti sono stati tempo sprecato oltre che un danno di cui ora c’è chi paga le conseguenze! per non parlare della totale assenza del buon senso!! io gli leverei la toga!!!

  35. Scritto da Andrea

    E chi non avrebbe fatto lo stesso????!!!! Cambiamo le leggi in Italia e tuteliamo gli onesti anziché i ladri! Grazia assolutamente!!!

  36. Scritto da Paolo

    Deve essere assolto.
    In altri Paesi Civili se trovi un estraneo in casa la legittima difesa non richiede nemmeno che l’estraneo sia armato o/o tenti una aggressione. Uno stato che consente un immigrazione selvaggia che trasforma bravi immigrati in delinquenti per fame non può non tutelare i suoi cittadini.

  37. Scritto da cristina

    Se entrano in casa mia altro ché li ammazzo! Dobbiamo solo subire???????

  38. Scritto da legittima difesa

    legittima difesa della proprietà, della sicurezza delle persone
    . Spero proprio che arrivi la grazia.

  39. Scritto da Luigi

    Ma non esiste più la legittima difesa? Dobbiamo solo lasciarci derubare e contare i danni dopo? Grazia e encomio!

  40. Scritto da marcello

    ne ha pienamente diritto

  41. Scritto da Dax

    Siamo un paese di burattinai!!! La gente che si alza alle 5 per lavorare finisce in cella, i delinquenti sempre liberi di fare quello che vogliono!!! Mi vergogno ad essere italiano!!

  42. Scritto da A.Z. Bg

    È giusto rapinare le case altrui?C’è da chiederselo,visto che la magistratura capitanata dal vetero comunista del quirinale lo ha condannato per aver ucciso un rapinatore albanese che lo stava derubando in casa di notte insieme ai complici.Condannato anche a risarcire i parenti del criminale.solo nello stato delle banane chiamato italia,hanno più diritti i criminali delle loro vittime,vedi napoli in questi giorni.

  43. Scritto da andrea

    chiedete se è giusto dare la grazia ? è sicuramente cosa buona e giusta , una persona deve avere il pieno diritto di difendere i propri familiari e le proprie proprietà da queste “persone”. questo delinquente , scusate…. ex delinquente , se stava a casa sua o si fosse messo a lavorare seriamente non avrebbe fatto quella fine.
    io avrei un altra proposta , diamo una medaglia a questo signore per aver difeso quello a lui più caro , lavoro che mi dovrebbe garantire lo stato.

    1. Scritto da Daniele

      Una medaglia per aver difeso quello a lui più caro, cioè il suv.

      1. Scritto da DANNI ele

        Invidiosooooooo se guadagni poco cavoli tuoiiiii ….Studiavi e ti facevi anche una cultura che oltre a permetterti di comprarti il Suvvetto (che odi perchè non hai )…ti evitava di postare un commento così stupido !

      2. Scritto da La verità fa male

        Ah ecco “il SUV”, ecco che nella sua anima buonista emerge la solita caratteristica di chi come lei si esprime “politically correct”: l’invidia sociale per i beni di proprietà altrui. Se avesse difeso sè stesso o una utilitaria lei cambiava idea ed era favorevole alla grazia? P.S. dai non è così difficile ragionare e capire che se nessuno si intrufolava a tradimento e di notte a casa sua quella notte non sarebbe accaduto nulla di male

  44. Scritto da luca

    io sinceramente gli darei pure un premio…7 comandamento non rubare …..

    1. Scritto da Luna

      Io pure.

    2. Scritto da Daniele

      Già che ci siamo… 5 non uccidere…

      1. Scritto da Agnese

        Se non entrava in casa d’altri per rubare sarebbe ancora vivo!

        1. Scritto da Daniele

          Quando mi trovo a leggere certi commenti mi viene spontaneo domandarmi quale sarebbe il risultato di un eventuale referendum per l’introduzione della pena di morte per furto…

          1. Scritto da Daiiiiii

            San Daniele…un uomo con le fette di prosciutto sugli occhi !

      2. Scritto da Antonio

        ok quando ti troverai di fronte in casa la combriccola di albanesi ricorda di pensare ai comandamenti prima di muovere un dito

      3. Scritto da La verità fa male

        Piccola precisazione: se non fosse stato violato il comandamento numero 7 (non intrufolarsi nella casa altrui di notte per rubare) nessuno avrebbe violato il comandamento numero 5. Non mi sembra un concetto così difficile da capire ….

  45. Scritto da pippo

    Bisognerebbe chiedere al giudice che l’ha condannato, cosa avrebbe fatto se sarebbe successa a lui la stessa cosa , e non si sarebbero limitati a rubare la macchina .

    1. Scritto da squola

      che problemi con l’ italiano però..

      1. Scritto da Giuseppe Cardinale

        Beh? Ha detto se sarebbe anziché se fosse e allora? Abbiamo capito tutti cosa voleva dire. Secondo me lei dovrebbe limitarsi a dare il suo giudizio sul caso dell’imprenditore invece di correggere quello che dicono gli altri

      2. Scritto da pippo

        Se non ha capito il significato le faccio i segnali di fumo . :-) :-)

  46. Scritto da marco

    E’ auspicabile che in uno stato di diritto sia la magistratura, non la folla, a decidere le sorti di un omicida. Cosa ne pensino le migliaia di ignorantoni (compreso il sottoscritto) che leggono bergamonews credo sia irrilevante… anzi, non credo sia giusto chiedere alla gente cosa ne pensI. in uno stato di diritto solo chi ha compiuto un corso di studi appropriato e abbia seguito tutte le fasi del processo e le abbia studiate a lungo dovrebbe essere autorizzato a commentare i fatti. FAR WEST

    1. Scritto da marco

      hahahahahahah pagliaccio sei mai stato in una aula di tribunale? beh vacci e poi ne riparliamo delle prillate che hai scritto !!!

    2. Scritto da Andrea

      Bravo… Comunque, giusto per ricordare come sono andati i fatti: ha sparato a un ragazzo di 19 anni, mentre questo era già in fuga, dopo aver tentato di rubargli il SUV…Credo che questa storia renda bene l’idea di che cosa abbia generato la DRAMMATICA INCAPACITA’ dei politicanti che sinora si sono avvicendati al potere: nessuno di loro ha saputo gestire adeguatamente il problema della sicurezza, e ora cercano di lavarsi la coscienza chiedendo la grazia del malcapitato Monella… Ipocriti.

  47. Scritto da Andrea

    Ci dovrebbe essere una giusta legge, non una giusta grazia.

    1. Scritto da Enea

      Concedere la grazia equivarrebbe a ritenere giusta la pena di morte ,per di più per il reato di furto. La vittima stava rubando e cercava di scappare senza minacciare l’incoluminatà di nessuno .Poi è vero che molti presi dalla rabbia , dalla concitazione ,dalla paura avrebbero reagito allo stesso modo senza avere il tempo di pensarci troppo…..ma questo non giustifica il colpo di spugna.