BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Accademia Carrara, via ai lavori “riparatori” prima dell’allestimento fotogallery

Si possono definire “restauro del restauro” i lavori di adeguamento degli impianti dell'accademia Carrara, chiusa dal 2008 a causa della lunga opera di riqualificazione architettonica. L'appalto lampo approvato dall'assessorato ai Lavori pubblici è stato aggiudicato a metà agosto e prevede la sistemazione di una serie di errori impiantistici.

Si possono definire “restauro del restauro” i lavori di adeguamento degli impianti dell’accademia Carrara, chiusa dal 2008 a causa della lunga opera di riqualificazione architettonica. L’appalto lampo approvato dall’assessorato ai Lavori pubblici è stato aggiudicato a metà agosto e prevede la sistemazione di una serie di errori impiantistici emersi nell’ultimo sopralluogo effettuato dai tecnici. Dietro ai “lavori accessori al riallestimento”, citando la delibera dell’appalto, ci sono sensori di allarme posizionati in luoghi sbagliati, predisposizioni di sicurezza errate, tutta una serie di accorgimenti necessari per arrivare all’agognata riapertura. Per l’amministrazione non si tratta di una spesa da poco: la gara è stata vinta dalla General Casa per 193.924 euro, con un ribasso del 26,762% sulla cifra totale di 260 mila euro stanziata da Palafrizzoni.

Leggi l’aggiudicazione dell’appalto

I lavori dovrebbero durare dai due ai tre mesi, poi si potrà procedere al posizionamento delle luci e al riallestimento vero e proprio con il trasferimento dei quadri nella nuova pinacoteca. L’obiettivo dell’amministrazione è riaprire il museo entro l’inizio di Expo 2015, il 1 maggio del prossimo anno. Il tempo non manca anche se l’esperienza insegna che un anno passa in fretta e i ritardi sono sempre dietro l’angolo. Dal canto sua la Fondazione Credito Bergamasco, che finanzia il riallestimento con un contributo di 1 milione e 250 mila euro, ha voluto fissare la scadenza al 31 marzo 2015, come previsto dalla convenzione approvata in Consiglio comunale. Nei prossimi mesi dovrà essere deciso anche il modello di gestione del nuovo museo. L’assessorato alla Cultura è già al lavoro per studiare un piano di sostenibilità economica che garantisca la valorizzazione dell’immenso patrimonio della pinacoteca.

Come la sarà la nuova accademia Carrara? Guarda il video

Guarda la galleria fotografica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Crippa

    Si sbaglia per far guadagnare gli amici?

  2. Scritto da chiarire prego

    “serie di errori impiantistici emersi nell’ultimo sopralluogo effettuato dai tecnici.” e li paga il comune????? c’è qualcosa che non funziona nel ragionamento!

    1. Scritto da kappa

      Forse è sfuggito di mano un po’ tutto a cominciare dai costi…ma chi segue i lavori dov’è? Piacerebbe saper davvero a che cosa si riferisce questo appalto….e soprattutto se deve rimediare errori se ci son stati da parte di chi , se sbaglio ad operare un paziente pago, se sbaglio dei lavori non paga nessuno ? anzia si pone rimedio con altri soldi pubblici ? C’è qualcosa che mi o ci sfugge …..