BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Muoviamoci insieme” La lotta alla sedentarietà per i pazienti oncologici

E' stata presentata lunedì 8 settembre l'iniziativa benefica a favore dell'Associazione Oncologica Bergamasca “Muoviamoci insieme”: l'obiettivo è raccogliere fondi per l'acquisto di un veicolo per l'accompagnamento dei pazienti.

Più informazioni su

L’evidenza scientifica parla chiaro: la sedentarietà fa più danni del fumo e svolgere una regolare attività fisica favorisce uno stile di vita sano, con notevoli benefici sulla salute generale della persona.

“E’ per questo motivo che abbiamo deciso di muoverci – spiega Alberto Gamba, Club Manager SPORTPIU’ che svela – Ero a Roma a un incontro del Progetto Movimento per la Salute al Senato della Repubblica, con il quale l’Italia affianca i Governi d’Europa e America nella lotta contro la sedentarietà, epidemia dei nostri tempi, e sono rimasto letteralmente folgorato dai dati pubblicati dalla rivista medica “Lancet” dello studio dell’Harvard Medical School sull’inattività che provoca ogni anno lo stesso numero di decessi causati dal fumo di sigarette. Con la mia famiglia ci occupiamo di fitness da 30 anni, non potevamo non reagire. Per contrastare questa evidenza scientifica e per onorare la memoria di una professionista fantastica, abbiamo deciso di realizzare il progetto Muoviamoci insieme. Lotta alla sedentarietà – Progetto Marina Polini”.

L’iniziativa, che, alla sua prima edizione, va a sostegno dell’Associazione Oncologica Bergamasca – A.O.B., nasce nel ricordo del direttore di SPORTPIU’, Marina Polini, scomparsa prematuramente lo scorso settembre, dopo aver fatto della sua mission per 15 anni l’accompagnare più persone possibili verso uno stile di vita attivo. Il progetto ha come obiettivo quello di far provare l’esperienza dell’esercizio fisico ai sedentari, ricordando che la sedentarietà è più dannosa del fumo. L’intera somma ricavata sarà devoluta ad A.O.B. per l’acquisto di un veicolo per l’accompagnamento dei pazienti oncologici.

Quella contro la sedentarietà è una battaglia sempre aperta nel nostro Paese. Basti pensare che gli ultimi, allarmanti studi, fotografano una nazione con oltre 25 milioni di pigri. Nessuna attività sportiva per il 42% degli italiani, afferma l’Istat, con le uniche eccezioni virtuose di Trentino Alto Adige (15% di sedentari) e Veneto (24,8%). Hanno portato la propria testimonianza il professor Roberto Labianca, Direttore del Dipartimento di Oncologia nell’Ospedale "Giovanni XXIII" di Bergamo, Giuliana D’Ambrosio, della trattoria D’Ambrosio, ed Emiliano Mondonico, ex allenatore tra le altre di Atalanta e Albinoleffe.

Ma c’è di più: le ricerche evidenziano come la pigrizia, da sempre tra le cause principali di obesità, sovrappeso e delle loro conseguenti degenerazioni, sia più frequente in famiglie in cui lo sport è il grande assente. In molti casi, inoltre, la sedentarietà rischia di essere più dannosa, del fumo.

“Per questo abbiamo voluto un’iniziativa a sostegno del movimento. Il mondo da 50 anni sta perdendo la battaglia contro l’obesità, dichiarata nel 2013 una vera e propria patologia. Ci sono persone che muoiono perché non hanno cibo ma ci sono altrettante persone che muoiono perché mangiano troppo. Questa iniziativa è per i sedentari, perché possano provare quanto sia facile rompere il ghiaccio e iniziare a muoversi, a cambiare stile di vita” – sottolinea la famiglia Gamba. Sostenere l’iniziativa acquistando gli speciali abbonamenti o versando un’offerta libera destinata all’A.O.B. sarà facilissimo. Lo si potrà fare recandosi nei club Sportpiù  e Area Donna dove sarà possibile conoscere i progetti dell’associazione. Sarà anche possibile aderire online sul sito internet  www.sportpiuforlife.it

Ma non è tutto. L’iniziativa sarà protagonista al villaggio della  StraBergamo 2014 il 13 e 14 settembre sul Sentierone dove sarà possibile aderire al progetto presso il gazebo A.O.B. – SPORTPIU’.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.