BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maroni: anche in Lombardia referendum come in Scozia Parola al popolo sovrano

L'entusiasmo degli indipendentisti scozzesi di fronte al sondaggio che vede la loro causa passare in vantaggio contagia anche il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. La rilevazione, realizzata da YouGov per il Sunday Times e che ovviamente s’è conquistata l’apertura di tutti i media britannici , dice che gli indipendentisti sono ora il 51% degli scozzesi contro il 49% di coloro che difendono secoli di storia e di legami con il Regno Unito.

Più informazioni su

L’entusiasmo degli indipendentisti scozzesi di fronte al sondaggio che vede la loro causa passare in vantaggio contagia anche il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. La rilevazione, realizzata da YouGov per il Sunday Times e che ovviamente s’è conquistata l’apertura di tutti i media britannici , dice che gli indipendentisti sono ora il 51% degli scozzesi contro il 49% di coloro che difendono secoli di storia e di legami con il Regno Unito.

Maroni vuole riproporre il referendum anche in Lombardia: "In Gran Bretagna il Governo inglese ha permesso che la Scozia potesse convocare un referendum sull’indipendenza. Da noi il Governo fa il contrario: il Veneto ha già approvato una legge per poter indire una consultazione come in Scozia, ma Roma ha detto di no e l’ha impugnata". Lo ha osservato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo in diretta a ‘Orario Continuato’ su TeleLombardia. "Io – ha affermato – voglio un referendum non per l’indipendenza, ma per la Lombardia a Statuto speciale. Voglio che su questo tema sia data parola al popolo sovrano. Non bisogna avere paura di quello che pensa la gente".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Miki

    Maroni ignora la sostanziale differenza tra statuto speciale (più soldi sul territorio per darli ai precari del sud,visto che le leggi rimangono quelle di fallitaglia) e indipendenza (un benservito allo stato terzomondista e ai suoi figli e leggi su immigrazione,scuola,sicurezza ecc. STABILITE dalla regione/nuovo stato)? Oppure fa il furbo? Tra l’altro un referendum del genere non passerebbe viste le percentuali dei partiti indipendentisti in Lombardia. Un suicidio politico.

  2. Scritto da Daniele

    Secondo Eric Hobsbawm la frammentazione degli Stati porta vantaggi esclusivamente ai grandi gruppi produttivi/finanziari internazionali, che con il loro enorme potere economico spingono gli “staterelli” a concessioni privilegiate. Ciò ha l’effetto di diminuire il tenore di vita dei lavoratori ed abbattere drasticamente il gettito fiscale delle nazioni avanzate. Un nord separato significherebbe più soldi per noi, certo, ma sarebbe un’isola in un sud-europa sempre più povero e trasandato.

    1. Scritto da insuber

      Non mi pare che la Repubblica Ceca e la Slovacchia, dopo la separazione, se la passino male. Idem dicasi per gli stati nati dalla fine della ex Yugoslavia! Dall’ultimo dopoguerra sono nati decine di stati nel mondo per un processo di autodeterminazione e nessuno è mai tornato alla situazione precedente. Questo Eric faceva delle elucubrazioni teoriche forse? Perché nella pratica non è affatto così!

      1. Scritto da Jimmy

        Cechi e slovacchi hanno storia e lingue diverse , con la ex Yugoslavia forse c’è stato qualche problemino , no ?

      2. Scritto da Daniele

        Begli esempi che porti, paesi in cui per una ragazza è considerato normale prostituirsi per pagarsi gli studi e in cui gli impieghi più diffusi sono retribuiti con meno di 500€ netti al mese. Fra i paesi nati dalla fine della ex jugoslavia abbiamo Slovenia e Croazia che vivacchiano grazie al turismo e alle commesse UE che si accaparrano con manodopera a bassissimo costo e Bosnia e Serbia con livelli di disoccupazione apocalittici.

        1. Scritto da La verità fa male

          Sono stato in Repubblica Ceca e in Slovacchia. Non sono nazioni ricche come l’Italia ma le grandi città sono più pulite e ordinate di certe nostre invivibili schifezze che si possono vedere in periferia a Napoli, Roma, Milano. In Repubblica Ceca a fine anno scolastico si deve restituire in perfetto ordine l’attrezzatura ricevuta a inizio anno: chi non lo fa paga. E dire che “per le ragazze è considerato normale prostituirsi per pagarsi gli studi” è offensivo e un po’ razzista

          1. Scritto da Daniele

            Non è né offensivo né razzista dal momento che sono in molte ad ammettere tale pratica, al punto che il 3% delle donne ceche ha dichiarato di aver offerto occasionalmente servizi sessuali a pagamento (e probabilmente ve ne sono molte di più che non l’hanno dichiarato). Il fatto che le città siano pulite ed ordinate ma il divario fra i salari spinga le donne a prostituirsi ti dice nulla riguardo la qualità della vita in quei paesi? Che comunque, ripeto, sono esempi fuoriluogo ed infelici.

    2. Scritto da Padania Celtica

      Secondo Umberto Bossi la Padania ha un pil pro capite paragonabile a quello della Baviera (regione più ricca della Crante Cermania n.b.)
      Con buona pace di Eric Coso..
      (per carità riuscirci è un altro paio di maniche:la Scozia coi suoi 307 anni di paziente attesa è lì a dimostrarlo)

    3. Scritto da Lino

      Eppure il Trentino non se la passa male, a statuto speciale…

  3. Scritto da Economy

    Ah ah , immaginatevi se il resto d’italia non ne comprasse più i prodotti !!

  4. Scritto da Mario

    Come mai con la riapertura delle fabbriche l’acqua del fiume Serio cambia colore? Funzionano i depuratori? Maroni, pensa a queste di problematiche, lasarù!

  5. Scritto da vikingo62

    Ma davvero pensate che esista l’Italia ? Trattasi di semplice rappresentazione grafica priva di contenuto, ovvero gli italiani. Noi italiani siamo un condensato di razze. Sapete perché gli Stati Uniti hanno un invidiabile spirito pattriottico ? Perché sono appunto “STATI UNITI” con un magnifico sistema federale che lascia allo stato centrale poche competenze che in virtù di ciò vengono ben gestite (difesa, sanità ecc..).

    1. Scritto da Daniele

      Critichi l’Italia perché “condensato di razze” -che per altro se proprio vogliamo guardare è il risultato di circa tremila anni di condensazione- e porti ad esempio gli Stati Uniti che sono un condensato di razze all’ennesima potenza, concentrato in meno di due secoli di immigrazione in cui c’è stata pure la schiavitù e la guerra civile… no davvero a volte mi chiedo quanto valga ancora utilizzare il pensiero e la ragione.

      1. Scritto da Padania Celtica

        Bè che sia un’espressione geografica come diceva già benevolmente Hans Metternich è storia. Poi tra un melting pot fatto in parte da schiavi neri delle colonie; ma in larghissima parte da persone che volontariamente si sono recati negli usa in cerca di fortuna E una colonizzazione selvaggia come quella avvenuta dal 1861 ad oggi a danno dei Padani etnici (praticamente scomparsi in alcune regioni, come il Piemonte) mi pare che una differenza sostanziale ci sia.

    2. Scritto da rello78

      soprattutto la sanità … perchè scrivi di cose che non conosci ?

  6. Scritto da andrea

    gli scozzesi hanno le palle ….. noi no!

    1. Scritto da Luigi

      Gli scozzesi hanno il petrolio nel mare del nord e politici che vogliono averne il pieno controllo. Maroni, altro che indipendenza dei popoli… vogliono vendere il greggio per i fatti loro!

  7. Scritto da Luca

    Magari! Fateci votare!

  8. Scritto da mario59

    La lega non ha fatto nulla di quanto aveva promesso ai suoi elettori quando è stata per anni al governo, figuriamoci adesso che stanno all’opposizione.
    Trattasi delle solite sparate per accaparrarsi i voti di quei pochi che vogliono continuare a illudersi…detto questo, l’unica cosa che la lega ha regalato ai cittadini lombardi, sono le tasse locali sempre più onerose, in aggiunta alle tasse che da sempre si pagano allo Stato centrale.

    1. Scritto da Omar

      Cosa hai votato al referendum per la devolution del 2006?
      Chi lo ha volute quell referendum? Visto che sicuramente non ricordi ti ricordo io che in Lombardia e Veneto I si furono piu’ del 50% (56.4 e 55.3).
      Forse è per questo che non ci fanno fare il referendum????Perchè se ce lof acessero fare, a parte qualche masochista vincerebbero I si e chi lo mantiene poi il resto del paese?
      SVEGLIATI

    2. Scritto da certo

      Sempre la solita tiritera…Basterebbe un giorno di referendum e poi vedremmo chi sono gli illusi e chi I masochisti.

      1. Scritto da Patrizio

        Basta referendum sulle divisioni. Capisco che la lega sappia fare solo quelle, credendo di risolvere i problemi che in 20 anni si sono dimenticati di risolvere. Roma ladrona è diventata ladroni a casa nostra. Sulla testa è meglio mettere nessun sacco, altrimenti credi sempre a chi ti fa promesse. A casa tutti i corrotti, tangentati, indagati e chi non sa fare nulla. Altro che parlare di art. 18 dei lavoratori che mantengono gli incapaci e di frequente ladri.

  9. Scritto da giobatta

    l’europa vuole frantumarsi ancor piu’, per poi contare ancora meno nello scacchiere mondiale. per l’italia basterebbero le gabbie salariali, costi standard e standard di dipendenti pubblici/ popolazione, ad es. come la lombardia. ma temo che sia piu’ difficile questo che la secessione delle regioni ricche. ( ma vi immaginate il meridione base permanente di criminalita’ organizzata non piu’ adeguatamente contrastata? mica possiamo fare il muro di berlino con i vopos, per isolarci!

    1. Scritto da Anzi

      Intanto il meridione ha esportato in tutto il paese certi malcostumi, altrimenti non avremmo questa Italia. I nostri antenati della bergamasca non ci insegnavano a fare i furbi, ma a lavorare onestamente! Dopo, visto che lo prendevamo sempre in quel posto e che il fenomeno non era arginabile con l’etica e la morale, ci siamo adeguati anche noi a cercare soltanto di fare soldi facili….

      1. Scritto da Urka !

        Mi stai dicendo che la caccia al posto e alla cadrega della lega è colpa del meridione ?

        1. Scritto da Urka si!

          Talmente caccia alla cadrega che la Ln ha fatto cadere 2 governi in cui era nella maggioranza..

          1. Scritto da Cadreghe al Vento

            Il primo negli anni ’90 per le pensioni , il secondo quale sarebbe ? Per altro avete sempre governato con i partiti più nazionalisti (!!??) avendo la certezza sia teorica che reale di non realizzare mai nulla in termini federalisti (!!??) , se non è cadreghismo questo il cadreghismo ….. qual’è ?

      2. Scritto da Daniele

        Non so dove hai studiato, ma sui miei libri c’era scritto che i nostri antenati bergamaschi avevano una tale sete di avventure e di Italia unita da partire in massa per andare a prendersela con le armi, guidati da un ex-imprenditore bergamaschissimo, Francesco Nullo, che ha mollato tutto per andare a morire da rivoluzionario. Fatti un ripasso.

        1. Scritto da Anzi

          Ohhhhhh, ma che storia ALTA va a scomodare, lei…. Io mi riferivo più concretamente (riscontrabile) a mio padre, ai miei nonni e ai miei zii, ad amici e conoscenti che in tempi più recenti (dal 1960 in poi, diciamo) si sono spaccati la schiena in campagna, in fabbrica a fare turni, a fare i muratori, anche a fare gli insegnanti (salvo poi prendere sempre i posti peggiori, perché i migliori andavano -secondo regole non scritte- ad insegnanti del sud), e hanno perso pochi giorni di lavoro.

          1. Scritto da Daniele

            Quindi intendi la generazione che ha partecipato agli eventi della seconda guerra mondiale, che è andata a votare per il referendum del 1946 appoggiando la costituzione repubblicana?

          2. Scritto da Anzi

            Di sicuro non esiste un caso di concorso per insegnanti al sud vinto da uno del nord con riavvicinamento a casa incluso… Mentre ne esistono a migliaia in direzione opposta. Sarà una pratica eticamente corretta? Hanno insegnato (essendo insegnanti) una buona prassi? Conosce il nome di una mafia del nord, o sono registrate all’anagrafe solo quelle del sud? Come mai?

          3. Scritto da Daniele

            Mala del Brenta, Banda della Comasina, Clan dei Marsigliesi (che operò prevalentemente in nord-Italia), Banda della uno bianca, questo solo per fare qualche nome di attività criminose padane doc, poi se ci vogliamo mettere pure i pazzi scatenati delle bestie di Satana, che più padani non si può… Ma vogliamo parlare del consumo abnorme di cocaina che si fa nella nostra provincia, che alimenta buona parte della criminalità nel nord-Italia? E’ anche questo un problema che sale da sud?

          4. Scritto da Anzi

            Lei confonde i banditi, gli assassini, i criminali sanguinari con le mafie colluse coi poteri dello stato. Non faccia confusione: un conto sono 4 sbandati pistoleri come Vallanzasca e i suoi, altro conto sono regioni intere fuori dal controllo dello stato. E queste consuetudini non partono dalla Lombardia…. che comunque ha già i suoi bei delinquenti autoctoni, non si sente il bisogno di importarne altri…. La droga arriva nei container al sud importata dalle mafie, e distribuita al nord.

          5. Scritto da Daniele

            E pensi che per quanto mi riguarda mai nessuno mi ha offerto di sua spontanea volontà della droga, benché frequenti abitualmente bar e locali notturni, questo perché gli spacciatori sono contattati direttamente dal consumatore, cittadini lombardi e bergamaschi, onesti lavoratori con cognomi tipo Carminati, Brembilla, Locatelli, Valsecchi, Vertova etc. che tengono in memoria il numero di criminali incalliti e spendono centinaia di euro per drogarsi e poi guidare drogati e ubriachi. ‘m bè?

          6. Scritto da La verità fa male

            Adesso basta però. Non so quali posti frequenta ma io tutta questa marea di abituali consumatori di droga che guidano ubriachi e che tengono in memoria il numero di spacciatori non li conosco. Non le va bene la Lombardia? cambi regione cribbio, ci sono altre 19 regioni in Italia, altrimenti si dia da fare per migliorare le cose o taccia

          7. Scritto da Daniele

            Fra l’altro vorrei farti notare il traguardo del non-sense raggiunto dall’imperativo “datti da fare o taci”, come se parlare di un problema del genere fosse peggiore del problema stesso.

          8. Scritto da Daniele

            Apri gli occhi e guardati intorno, nei bar del tuo paese almeno metà dei frequentatori sono o sono stati consumatori abituali di cocaina, che ad una certa ora della serata prendono il cellulare e chiamano il “marocchino” e si danno appuntamento per acquistare le dosi.
            Ad ogni buon conto, cercati i dati (si trovano in google) sul rilevamento di sostanze stupefacenti nei depuratori della provincia e… sbalordisciti da solo.

          9. Scritto da Daniele

            Tanto per cominciare, mi pare di capire che lei accetti rapinatori e pistoleri (e omicidi) quando non collusi coi poteri dello stato (ma ricordiamo che fra gli indagati per associazioni mafiose in Lombardia vi sono politici ed imprenditori padani-doc), poi ci terrei a ricordarle che se la droga arriva a container è semplicemente perché qui esiste una domanda abnorme, ed i consumatori, come sopra, sono quasi tutti padani-doc.

      3. Scritto da pericle

        siete veramente incredibili… arrivate a sostenere “io rubo, ma è colpa tua perchè hai esportato il malcostume”. vabbè ciao.

        1. Scritto da Anzi

          No, e allora com’è andata? Facciamo l’elenco dei “lombardi” (solo di residenza) in galera ma che non hanno cognomi lombardi? Non “io rubo per colpa tua”, ma “tu rubi qui e ti spacci lombardo, ma non lo sei”…. Poi, come in ogni cesto che si rispetti, la vicinanza con queste mele marce ha contagiato anche alcuni lombardi nativi… Non è una giustificazione: è un’amara constatazione.

          1. Scritto da Padania Celtica

            Non infierire:non senti il rumore delle unghie sui vetri? Chi glielo spiega a questi che quelli che al carcere Milanèss di Opera non si chiamano Alì Babau si chiamano Savvatore Quacchecosa (cognome Lombardissimo!)?
            …Parliamo del meteo : P

  10. Scritto da esullalega

    beh allora se il popolo e’ sovrano la lega non dovrebbe neppure stare al governo della lombardia visto che ha vinto solo grazie all’appoggio di berlus-formigoni!

    1. Scritto da Il Naggio

      E con Renzi premier come la mettiamo?
      Quello si che non è stato votato.

      1. Scritto da Patrizio

        Non ho votato ne Renzi nemmeno il PD. Mi è facile dire che è sicuramente meglio della lega. Incapaci, andate ancora dal nano così con i vo0stri voti si fa i suoi affari e privilegi unici nel mondo democratico

      2. Scritto da Daniele

        Ah perché in Italia c’è l’elezione diretta del presidente del consiglio? Non lo sapevo.

        1. Scritto da Il Naggio

          Non giriamo la frittata. Siamo al terzo governo consecutivo non eletto dal popolo (Monti, Letta, Renzi) Se a voi sta bene chinarvi a 90°…….

          1. Scritto da Ke Pasiensa !

            La “frittata” a dir il vero si chiama Costituzione, siamo una repubblica parlamentare , non te l’hanno mai detto ?

          2. Scritto da Luigi

            Ma ancora con sta stupidata? Ma la smettete di ascoltare Grillo e Salvini? IL GOVERNO NON VIENE ELETTO!! Svegliaaaa!11!!1!!1

          3. Scritto da Daniele

            Ah ora oltre al presidente del consiglio il popolo eleggerebbe anche l’intero governo? Curioso, devo essermi perso una bella carrettata di riforme costituzionali….

      3. Scritto da Sandro

        Il ministro Madia è lì soltanto perché è la nuora di Napolitano (grazie alle info di Marco Cimmino).

        1. Scritto da Daniele

          Interessante, e agli altri parenti di Napolitano quali cariche sono state assegnate?

  11. Scritto da La verità fa male

    La Gran Bretagna è un’antica e solida democrazia e non ha paura di concedere la parola al popolo. L’Italietta romana è il regno della burocrazia piena di mantenuti, baby pensionati, nullafacenti, politici a vita, sindacalisti a vita, dirigenti che saltano da una poltrona pubblica all’altra, raccomandati RAI e non può permettersi che Lombardia e Veneto diventino indipendenti altrimenti la loro festa sarebbe finita per mancanza di soldi da parte delle regioni che mantengono questo sistema

    1. Scritto da Daniele

      Stiamo parlando della stessa Lombardia nel cui consiglio hanno seduto Renzo Bossi e Nicole Minetti? I quali ora meritano a pieno diritto il titolo di baby pensionati e nullafacenti?
      O quella delle infiltrazioni ‘ndranghetiste e dei comuni sciolti per mafia? Del consumo record di cocaina? Guarda, lasciamo perdere questa storia di Roma ladrona che è meglio…

      1. Scritto da La verità fa male

        Lei dove vive? vive per caso in Lombardia? perchè esiste la libertà di circolazione e di movimenti e se la Lombardia dei Trota e delle Minetti e delle infiltrazioni ‘ndranghetiste le fa così schifo, quindi sarebbe meglio (per il suo stesso bene) che lei si trasferisse in qualche regione italiana migliore della Lombardia o in qualche nazione europea che le fa meno schifo….

        1. Scritto da Daniele

          Sì, vivo in Lombardia e tutte quelle porcherie mi fanno schifo. Dalla sua risposta devo dedurre che a lei invece piacciono? O le sono indifferenti?

          1. Scritto da La verità fa male

            Dalla mia risposta deduca pure che se la Lombardia le fa ribrezzo a tal punto che nei suoi commenti elenca una marea di difetti e quasi nessun pregio, e nonostante ciò continua a viverci rifiutando di andare verso Regioni o nazioni in cui non esistono queste porcherie, allora vuol dire che delle due l’una: o è un ipocrita o uno a cui piace soffrire vivendo in un postaccio

          2. Scritto da Daniele

            Veramente non ho mai detto che la Lombardia sia un postaccio, e benché obiettivamente preferirei poter vivere in altri lidi non mi dispiace nemmeno troppo viverci. Ho soltanto cercato di farvi notare come tutti i difetti di cui accusate il sud Italia, Roma ladrona in testa, si ritrovano tali e quali in Lombardia, perché i soldi sono uguali dappertutto e come in ogni luogo fanno gola a chiunque.

    2. Scritto da pericle

      visti i precedenti (mantenuti nullafacenti, politici, raccomandati, ecc…) anche nelle purissime regioni padane, cosa le fa pensare che la frammentazione potrebbe essere la soluzione?

    3. Scritto da Troton De Trotonis

      Un caldo invito a te e maroni : MUKILA FO’ . Di queste fregnacce ne abbiamo piene le tasche.

      1. Scritto da La verità fa male

        Le uniche fregnacce (che svuotano le tasche dei contribuenti) le raccontano quei fessi che credono ancora in questa Unione Sovietica Europea e nei suoi baracconi statali e parastatali pieni di raccomandati, di nullafacenti e di personaggi strapagati ma inutili

        1. Scritto da Patrizio

          Togli il sacco dalla testa perchè non vedi, non senti, non ti arriva ossigeno. Io credevo che l’unione sovietica filava con i comunisti, invece da una ventina d’anni ho capito che fila con quello che avete salvato voi non solo dal carcere ma anche dai processi. Avete buttato 20 anni per salvare quello che non rispetta nessuna legge. qualcuno dei vostri ha imparato bene soprattutto a riempirsi le tasche con i soldi degli Italiani. In 20 anni avete fatto solo danni!

  12. Scritto da Giorgio

    “Non bisogna avere paura di quello che pensa la gente”. Dopo 30 di false promesse se fossi Maroni inizierei ad averne.Nell’ordine:autonomia, federalismo, repubblica del nord, secessione, devolution,macroregione, 75%, statuto speciale, referendum. Molte parole (solo parole) confuse in ordine sparso, una sola certezza le vostre poltrone.Maroni il perfetto erede e garante CL per Formigoni/Berlusconi

    1. Scritto da il polemico

      dopo l’elenco da te scritto,alla fine saresti o meno favorevole alla proposta di maroni,anche se venisse proposta da bruni in persona o da uno della sinistra?

      1. Scritto da Luca

        credo che Giorgio abbia voluto sottolineare l’inconsistenza, e la scarsa credibilità politica del programma leghista, il demerito sta tutto nei suoi rappresentanti, incapaci di trasmettere e far comprendere ai cittadini l’opportunità e i valori dell’autonomia/indipendenza.Tanti proclami ma risultati meno di zero, facendo così il gioco degli avversari romanocentrici.La Lega con le sue “incapacità” ha sputtanato la bellissima idea d’indipendenza che tanto appassiona scozzesi e catalani