BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega: “Serve referendum per limitare l’apertura di nuove moschee”

Un referendum consultivo nei Comuni interessati dalla costruzione di nuovi edifici di culto di religioni differenti da quella cattolica. E' la sostanza della proposta di legge regionale depositata dalla Lega Nord, decisa a dare una stretta sulla realizzazione di nuove moschee in Lombardia. «C’è la necessità di regolamentare la presenza di comunità con culture e religioni con valori contrapposti a quelli espressi nella nostra Costituzione".

Più informazioni su

Un referendum consultivo nei Comuni interessati dalla costruzione di nuovi edifici di culto di religioni differenti da quella cattolica. E’ la sostanza della proposta di legge regionale depositata dalla Lega Nord, decisa a dare una stretta sulla realizzazione di nuove moschee in Lombardia. «C’è la necessità di regolamentare la presenza di comunità con culture e religioni con valori contrapposti a quelli espressi nella nostra Costituzione – si legge nel testo -, a partire dal concetto di assoluta parità giuridica e sociale fra uomo e donna che non è contemplato, ad esempio, nella società islamica». È questo uno dei passaggi della scheda di presentazione del progetto di legge, depositato in Consiglio regionale dalla Lega Nord – condiviso anche da Fdi e Lista Maroni – per limitare la costruzione di moschee, vincolandole anche a un referendum consultivo. Secondo i leghisti, del resto, la moschea è «erroneamente interpretata come semplice luogo di preghiera» e «non può essere assimilato al concetto di chiesa cristiana», perché in realtà «è un luogo dove si fa politica»  

"Sono d’accordo" con lo spirito del progetto di legge della Lega Nord per limitare l’apertura di moschee": cosi’ il presidente della Lombardia, Roberto Maroni , ha risposto ai giornalisti alla conferenza stampa dopo-Giunta, spiegando in particolare di condividere la richiesta di referendum consuntivi tra i cittadini "perche’ il referendum e’ lo strumento piu’ alto di democrazia, la sovranita’ appartiene al popolo e non a un presidente di Regione o a un sindaco". Maroni ha risposto ironicamente a chi gli ricordava che il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha sostenuto che la proposta leghista e’ incostituzionale: "Il sindaco adesso e’ anche costituzionalista e giudice supremo unico…". Detto questo, il presidente della Lombardia ha spiegato di attendere la discussione che ci sara’ in Consiglio regionale, perche’ l’argomento "non e’ in programma di governo e l’iniziativa dunque e’ del Consiglio". Accanto a lui il vicepresidente Mario Mantovani, che e’ di Forza Italia, ha sviato la stessa domanda in quanto "non in tema" con la conferenza stampa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ignorante

    IO sono ignorante ma so leggere:

    Un video di sessanta minuti firmato Boko Haram spazza via ogni mistero sul rapimento delle circa 200 ragazze nigeriane, tutte tra i 15 e i 18 anni. Nel filmato Abubakar Shekauha, leader dell’organizzazione terroristica islamica, ha dichiarato che le ragazze sequestrate sono state ridotte in schiavitù e saranno vendute come “spose”. “Allah dice che devo venderle – spiega nel video -, mi comanda di venderle ed io venderò le donne”.

  2. Scritto da Omar

    Dal primo novembre 2012 al 31 marzo 2014 sono stati uccisi almeno 5,479 cristiani nel mondo.
    Nella prima classifica la Nigeria è seguita da Siria, Egitto, Centrafrica, Messico, Pakistan, Colombia, India, Kenya e Iraq
    .

  3. Scritto da mario59

    La cosa meno concepibile almeno per quanto mi riguarda, è che nel terzo millenio ci si debba ancora schierare e inneggiare alle guerre per le religioni…purtroppo gli estremismi esistono ovunque, tra gli islamici che vorrebbero islamizzare l’Europa e pure tra quei Cristiani che vorrebbero democratizzare il mondo, purchè sia una democrazia con una maggioranza che esprime quel che piace a loro.

    1. Scritto da La verità fa male

      Guardi che in questo momento gli unici che inneggiano alla guerra di religione si chiamano ISIS, al Qaeda e califfi vari …. non mi risulta che la Chiesa Cattolica sta inneggiando a guerre di religione

  4. Scritto da bob

    Non serve un referendum. Noi gli extracomunitari NON li vogliamo. Punto!

    1. Scritto da mario59

      Se volessi fare un commento uguale al suo, potrei dire: noi non vogliamo quelli come lei!

    2. Scritto da patroclo

      noi chi? a nome di chi pensa di parlare? si dia una regolata.

  5. Scritto da Luciano Avogadri

    La liberta’ di culto fa parte dei Diritti fondamentali. Ma da parte di questi che vorrebbero farmi trangugiare cibo con l’imbuto anche contro la mia volonta’, come votato da loro in Parlamento, non mi meraviglia nulla.

  6. Scritto da Mondo

    «C’è la necessità di regolamentare la presenza di comunità con culture e religioni con valori contrapposti a quelli espressi nella nostra Costituzione” ma qualche d’uno mi posti l’articolo della costituzione che lo stato italiano è cattolico!!!!

  7. Scritto da kurt Erdam

    Facciamo tutti i referendum che volete (e pagate voi) ma senza raccontare palle please.Io sono stato in Iran,Turchia,Giordania,Siria,Egitto e molti altri paesi musulmani;le chiese cristiane ci sono dappertutto molto liberamente,in qualche caso(nel mio caso Iran)mi sono anche state mostrate con grande orgoglio.Poi ci sono dappertutto persone(per me molto indietro)che si mostrano intolleranti,noi ad esempio abbiamo quelli della lega,e se la prendono con gli stranieri.

    1. Scritto da La verità fa male

      In Siria oggi c’è la guerra civile quindi dubito che ci siano chiese ancora intatte. In Egitto per oltre 30 anni ha governato un dittatore come Mubarak e l’anno scorso il primo presidente regolarmente eletto (Morsi) è stato deposto da un colpo di stato militare. Se l’Iran degli ayatollah le piace così tanto, prenda l’aereo e ci vada. Rispetto a tutti gli esempi che mi ha citato, mi tengo stretta la Lombardia, Bergamo e anche la Lega

      1. Scritto da bergamasc

        Il dittatore Mubarak? Quello che secondo voi era lo zio di Ruby?….e non dite di no perché l’avete vergognosamente votato in parlamento!
        Poi scusa…nella costituzione tanto evocata (quando fa comodo) da quelli della lega c’è qualche riferimento alla padania?…

      2. Scritto da Luca

        Si tenga stretto Bergamo, la Lombardia e la Lega, ma se vuole parlare di altre parti del mondo prenda un aereo, non legga le riviste. Se non si è mai mosso da Bergamo come fa a parlare. Io ho girato il mondo e non ho mai avuto problemi.

      3. Scritto da Luca

        Si tenga stretto Bergamo, la Lombardia e la Lega, ma se vuole parlare di altre parti del mondo prenda un aereo, non legga le riviste. Se non si è mai mosso da Bergamo come fa a parlare. Io ho girato il mondo e non ho mai avuto problemi.

      4. Scritto da Kurt Erdam

        Vada lei in Corea e faccia a meno di rispondere cose sciocche allocche e spdovvedute.Io ho detto e confermo che in molti paesi mussulmani dove sono stato ci sono cristiani che professano liberamente la loro religione nelle loro chiese.Ho portato anche all’aeroporto un.nostro missionario. Che tornava in Indonesia con addirittura passaporto indonesiano.Basta palle volete solo la vostra religione? Ditelo! Ma non raccontate sciocchezze

        1. Scritto da MOCHELA

          Io conosco anche un marocchino che mangia carne di maiale…e allora???

        2. Scritto da La verità fa male

          Ma si rende conto che, a parte la Turchia, nemmeno in una delle nazioni da lei citate (Siria, Giordania, Indonesia, Iran, Egitto e altro ancora) esiste la democrazia, che sono tutte nazioni dittatoriali esattamente come la Corea del Nord? altro che chiese o moschee o cose sciocche e allocche, ringrazi il cielo di vivere in Lombardia (governata dalla Lega)

          1. Scritto da mario59

            Io ringrazio il cielo che vivo in un paese dove nonostante tutto, si può liberamente esprimere il proprio pensiero…e non certo per merito della lega…semmai di chi a suo tempo ha combattuto e in molti casi ha dato la propria vita, pur di lasciare a noi altri un paese libero dalla dittatura.
            La dittatura non ha colori, può essere di destra come di sinistra…in genere dietro ad ogni dittatura ci sono sempre forti interessi economici e purtroppo anche dietro la democrazia.

          2. Scritto da mario59

            Se la democrazia che si vorrebbe importare in quei paesi è quella che fa gli interessi degli Stai Uniti d’America, è meglio che rimangano le dittature..abbiamo già visto dove sono intervenuti gli Americani quali sono stati i risultati..guerra civile, anarchia e purtroppo il sopravvento degli estremisti islamici.

          3. Scritto da luigi

            Se per quello molti paesi cattolici del sud america erano dittatoriali. Che sciocchezza ritenere che un paese islamico è automaticamente dittatoriale. dai verità, contane su un’altra.

          4. Scritto da kurt Erdam

            io mi rendo conto di tante cose che chi come lei col sederino nel burro e coi ladri evasori e corruttori da difendere non conosce.Lei continua con le stupidaggini.In tutte queste nazioni ci sono chiese cristiane libere mentre la lega(quelli come lei)non le vuole.Siate onesti dite che non le volete ma non dite che sono gli altri a non volerle va bene essere bugiardi ma tutto ha un limite.Le idee della lega sono più dittatoriali delle nazioni che lei cita(io ci sono stato)basta palle please

          5. Scritto da Omar

            Dal primo novembre 2012 al 31 marzo 2014 sono stati uccisi almeno 5,479 cristiani nel mondo.
            Nella prima classifica la Nigeria è seguita da Siria, Egitto, Centrafrica, Messico, Pakistan, Colombia, India, Kenya e Iraq
            BLABLABLABLA

          6. Scritto da kurt Erdam

            E alura? Vogliamo essere così bambineschi da fare il conto di quanti cristiani sono stati ammazzati e di quanto non cristiani hanno ammazzato i nostri? oppure di quanti cristiani si sono ammazzati fra di loro?NON RACCONTATE PALLE!. Io nei paesi musulmani ci sono stato tanto e la gente normale è gente normale come noi e le chiese cristiane ci sono quasi dappertutto come i fanatici farabutti che ci sono dappertutto qua e la.Il resto sono palle.

          7. Scritto da La verità fa male

            Se le idee della Lega fossero VERAMENTE più dittatoriali dell’Iran o dell’Egitto o della Siria, perchè non è rimasto in quelle nazioni? quindi la smetta di raccontare favole che non tutti abboccano. Anche in Iraq ai tempi di Saddam Hussein c’erano le chiese (e aggiungo io: c’era pure il vicepremier Tareq Aziz che era un cristiano caldeo) ma non mi venga a dire che era un regime democratico con idee più libere di quelle della Lega, altrimenti mi metto davvero a ridere!

  8. Scritto da salvatore 1

    ma basta con queste moschee e supporti alla comunità islamica ma ancora non ci rendiamo conto che l islam vede i cristiani come vermi ? quando apriranno gli occhi tutti i paesi europei sicuramente sarà troppo tardi saremo tutti decapitati .quindi nuovo appello ai politici svegliateviiiiiiiiiii

    1. Scritto da mario59

      Già vedo teste mozzate ,che prese a calci da fanatici orchi islamici, rotolano per le più note piazze del bel paese.

  9. Scritto da Federico

    Nella Costituzione l’Italia è una e indivisibile, i secessionisti padani sono sistemati.

    1. Scritto da Padania Celtica

      brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr! Rabbrividiamo

      (ti consiglio di dare un’occhiata a questo link):

      http://www.ilcittadinox.com/blog/lautodeterminazione-dei-popoli-e-un-diritto-inderogabile-ed-insopprimibile.html

      1. Scritto da Federico

        Nella nostra Costituzione l’Italia è una ed indivisibile. Punto. Poi quando fa comodo salta fuori un “ma nella Costituzione non c’è”.

        1. Scritto da Padania Celtica

          Ma cosa c’entra la costituzia col mio link? Si parla di carta dell’Onu.