BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Consegna male la spazzatura, due giorni di cella in Svizzera

In cella, due lunghi giorni, per aver consegnato male la spazzatura. Ovviamente non succede in Italia, ma in Svizzera. Deny Eggimann, di Bienne (Cantone Berna), doveva partire per seguire gli sciatori non vedenti del team paralimpico svizzero. La domenica sera ha lasciato un sacco dell’immondizia sotto un albero. La casa, in centro città, non disponeva di un bidone condominiale. Ma la legge impongono di aspettare almeno le 6 del mattino del giorno di raccolta.

Più informazioni su

In cella, due lunghi giorni, per aver consegnato male la spazzatura. Ovviamente non succede in Italia, ma in Svizzera. Deny Eggimann, di Bienne (Cantone Berna), doveva partire per seguire gli sciatori non vedenti del team paralimpico svizzero. La domenica sera ha lasciato un sacco dell’immondizia sotto un albero. La casa, in centro città, non disponeva di un bidone condominiale. Ma la legge impongono di aspettare almeno le 6 del mattino del giorno di raccolta. Gli addetti comunali si sono accorti di quel sacco della spazzatura e, dopo aver esaminato l’interno, hanno scoperto il proprietario. Deny è stato multato per 150 franchi (124 euro). Ha fatto ricorso ma troppo tardi. Visto che si ostinava a non pagare la multa, la sanzione è stata convertita in due giorni di carcere, che l’uomo ha scontato la settimana scorsa, al penitenziario regionale di Bienne. In una cella,  ha raccontato al quotidiano Le Matin, "prevista per coloro che scontano le pene più pesanti (sembra che le altre fossero tutte occupate, ndr), con solo pane e acqua sporca per colazione. È stato un incubo".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Certo, Certo

    Con la carta delle caramelle sono inflessibili , coi capitali di dubbia origine un po meno ,,,,,,

  2. Scritto da benito

    a Bergamo c’è pieno di EXTRA che buttano sacchetti immondizia dentro e fuori dai cestini dei parchi !!!!

    1. Scritto da Galeazzo

      Io ho visto dei beniti che lo facevano

  3. Scritto da Daniele

    Il carcere per aver messo il sacco della spazzatura in strada la sera è roba da malati di mente, siamo onesti… malati di mente come certi lettori che commentano entusiasti a questo provvedimento da terzo reich.

    1. Scritto da Paolo

      Comunque non vanno tutti in galera gli svizzeri: evidentemente conoscono le regole e vi si adeguano…. Per me è da terzo reich un Paese in cui il DNA sul corpo di una ragazzina assassinata non viene considerato “prova”, bensì indizio…. Non giusto finire in cella per un sacco dell’immondizia; non giusto farla franca perché un cavillo classifica il DNA come “indizio” e non “prova”….

  4. Scritto da lui

    invece di costruire carceri con costi statali e senza insegnamenti, li farei pulire parchi, ospedali, strade ecc. o servizi civili in ospedali, ricoveri, associazioni, gratuitamente

  5. Scritto da sem

    Con questa regola a napoli avrebbero tutti l ergastolo!

  6. Scritto da il polemico

    pane e acqua sporca per colazione?succedesse in italia,tutti i centri sociali ed esponenti della sinistra sarebbero subito in piazza a urlare alla barbarie e alla inciviltà,come è sempre accaduto in fatti più o meno analoghi,sicuramente interverrebbe pure il commissario ue per i diritti del cittadino.i detenuti trovano l’appoggio delle associazioni esterne pure quando si lamentano che non possono vedere la tv a colori….

    1. Scritto da Andrea

      Ma siamo in Italia e in piazza ci andrebbe la destra (o meglio una sua certa parte), area politica di riferimento degli evasori: se una mancanza con l’orario della spazzatura è punito con 2 giorni di cella, l’evasione fiscale sarebbe punità con l’ergastolo. Non ti pare?

      1. Scritto da il polemico

        ma in italia nemmeno chi è accusato da tutta europa di essere un terrorista,rimane in carcere,quindi che saranno mai 2 sacchi di spazzatura?però è bello sapere che tutti gli evasori italiani sono di destra…la sinistra santa subito??ma dai…..comunque è assodato che quando un carcerato si lamenta per l’acqua sporca,le varie associazioni dei diritti scendono in piazza a difesa del carcerato,quindi che siano barbari sti svizzeri?’

    2. Scritto da Giggi

      Caro Il Polemico, gente che ragiona come te dovrebbe emigrare in un altro paese. “Cervelli” in fuga, che aiuterei volentieri a scappare. La cosa insopportabile è che il tuo vuoto vale come il mio: questa è ingiustizia sociale!

    3. Scritto da Max

      Noto dal tuo sarcasmo, che nn hai mai vissuto un esperienza del genere,e non hai mai vissuto l esperienza di sbagliare, pagare ed essere rinserito nella società grazie all aiuto di associazioni di volontariato.Quindi taci,e non parlare di cose che non sai

      1. Scritto da il polemico

        non cè nulla da sapere,in italia succede esattamente come ho scritto io.provami il contrario

  7. Scritto da Spazzman

    io non darei ne multe e tantomeno giornate di carcere, obbligherei a pulire a proprie spese tratti di strade o boschi. Ci sarebbe l’imbarazzo della scelta nel localizzare il luogo da pulire!

    1. Scritto da maria

      ottima scelta , mi sa che ci sarebbe parecchia gente in giro con la scopa e avremmo paesi piu puliti ..

  8. Scritto da manuela

    subito da copiare….però bisogna costruire altre carceri….

    1. Scritto da Andrea

      Allora e’ vero che la Svizzera e’ come la Corea del Nord! 2 giorni di cella x aver esposto la spazzatura prima dell’ora stabilita le sembra accettabile? PS la Svizzera e’ uno dei paesi in testa nel riciclaggio di denaro non di rifiuti!

    2. Scritto da Carlo Rossi

      Io direi piuttosto che bisogna ricostruire da zero l’Italia, con altre teste e altre idee!!!

    3. Scritto da Gaetano Bresci

      per metterci dentro almeno la metà degli italiani, visto il tipo di “reato” in questione….esagerata, roba da ISIS, direi.

      1. Scritto da Mauro

        In Olanda un postino che per tre volte mette le lettere nella cassetta sbagliata, non fa più il postino….. Adesso è terrorismo, la precisione e il rispetto delle regole sul lavoro? E’ proprio un mondo all’incontrario!

      2. Scritto da Paolo Ruggeri

        Certo, il rispetto delle regole è un atto di terrorismo, adesso. Ma non arrossisce a scrivere certi commenti? In Olanda, alla terza persona che si lamenta di un postino che sbaglia a consegnare la posta, esso perde il posto (pubblico). Mi pare il minimo, visto che è stipendiato grazie ai soldi dei contribuenti… Dovrebbe essere la prima regola fondamentale della democrazia!

        1. Scritto da Gaetano Bresci

          arrossisco quando devo specificare la mia nazionalità e soprattutto la provincia di provenienza e residenza…..in quanto al rispetto delle regole fondamentali della democrazia, stendo volentieri un velo pietoso visto il modo in cui boccheggia la nostra società….
          p.s.:ma l’ironia e il sarcasmo sapete cosa sono?

        2. Scritto da il polemico

          e chi ha una condanna precedente alla nomina per danno erariale e conseguentemente truffa allo stato,avrebbe diritto a diventare primo ministro?o un abusivista evasore a diventare sindaco?.quando il partito che si considera senza macchia e onesto nomina dei personaggi da me descritti a importanti cariche statali,di che democrazia si parla?la svizzera giustamente se ne frega di quello che dicono gli altri stati,in italia invece si agisce come dicono gli altri stati

  9. Scritto da manuela

    subito da copiare….però bisogna costruire altre carceri….

  10. Scritto da andrea

    signori quella è la….. svizzera e non è poco.