BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Maroni: “Lombardia Regione a statuto speciale non è un’utopia”

La Lombardia a statuto speciale non è un'utopia: a dirlo è il presidente della Regione Roberto Maroni che ha confermato l'impegno per la realizzazione dell'obiettivo e annunciato l'approdo in Consiglio della richiesta di referendum.

Più informazioni su

"La Lombardia a Statuto speciale non è un’utopia, perché l’utopia è qualcosa di irrealizzabile, mentre noi stiamo lavorando per arrivare a questo obiettivo". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, sabato mattina, a margine dell’inaugurazione della Fiera di Varese. "Non si capisce – ha osservato – perché alcune Regioni possano avere uno Statuto speciale e la Lombardia no. Io chiedo la ‘par condicio’, ad esempio, con la Sicilia. Questo ci consentirebbe di tenerci le tasse che attualmente paghiamo a Roma, risolvendo tutti i problemi della Lombardia".

RICHIESTA DI REFERENDUM – Nelle prossime settimane, ha ricordato il governatore, "approderà in Consiglio regionale la richiesta di referendum. Serve una maggioranza superiore a quella che ho in seno all’Assemblea, perché questo prevede il nostro Statuto. Dobbiamo convincere l’opposizione a sostenere una richiesta, che è condivisa dai 100 per cento dei cittadini lombardi".

NO BATTAGLIA DI BANDIERA – Questa, ha sottolineato Maroni, "non è una battaglia di bandiera, ma un impegno a vantaggio di tutti i cittadini, che migliorerà la loro qualità della vita". "La Lombardia – ha fatto notare – è la Regione con il residuo fiscale più alto, cioè è quella che paga di più a Roma e riceve di meno. Dopo decenni nei quali la Lombardia ha mantenuto il resto del Paese, forse è il caso di ripensare a questa regola".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giova

    in Europa le istanze indipendentiste avanzano laddove i cittadini di alcune regioni non ce la fanno più a sopportare di essere solo usati e sfruttati..

    chi è contrario all’indipendenza è solo perchè sta dalla parte di chi opprime e sfrutta!
    vergognatevi, ribelliamoci e prendiamoci quello che è nostro!

  2. Scritto da Question Time

    20 anni di fregnacce , non sarebbe ora di piantarla ?

  3. Scritto da Miki

    Ma domanda: se la trinacria è a statuto speciale coi soldi dei Lumbard. La Lombardia coi soldi di chi diventerebbe a statuto speciale visto che deve mandarli a quelli che stanno giù? A chi li prende?

  4. Scritto da Rota Bruno

    evitare la vendita di superalcoolici ai politici e derivati !!!!

  5. Scritto da ureidacan

    Non mi risulta che una regione possa indire un referendum da tenersi solo tra i cittadini lombardi per cambiare la Costituzione.

    1. Scritto da Luca

      Ti sbagli. L’art. 658 della Costituzione padana dice altro.

  6. Scritto da Luca

    “Dopo decenni nei quali la Lombardia ha mantenuto il resto del Paese, forse è il caso di ripensare a questa regola”. Mettiamo le carte in chiaro. Appena diventiamo a statuto speciale, dopo anni che mantengo (essendo un buon contribuente) un sacco di lombardi poveri anch’io voglio smettere di mantenerli. Sperando che il mio vicino di casa, che è più ricco di me, non voglia smettere di mantenere me.

  7. Scritto da mirio

    ma non doveva fare la macroregione in sei mesi????è proprio un discepolo di berlusconi.buon per lui che trova gli allocchi che ci credono.e in italia è pieno

  8. Scritto da il polemico

    beh,almeno un oppositore dovrebbe averlo nella persona del consigliere sig bruni,che circa 1 mese fa dichiarò che se la lombardia ottiene lo statuto speciale al pari della altre 5,avrebbe solo da perderci

    1. Scritto da Luca

      Sinceramente fatico a comprendere come qualcuno creda ancora a questi (come ho fatto io per 20 anni). Prima Lombardia Libera, poi il Federalismo, poi la Padania, poi la Macroregione, poi l’Indipendenza, poi il 75% delle tasse che dovevano rimanere qui, poi l’Insubria, poi Basta Euro, poi basta immigrati, poi con la LE pen che gli indipendentisti bretoni li attaccherebbe a un palo, poi la Corea del Nord, poi……

      1. Scritto da il polemico

        come ho scritto sopra,se un governatore lombardo propone una idea,come il 75% delle tasse in lombardia,poi si torva l’opposizione formata da lombardi che lo ostacolano solo per il colore politico,è chiaro che non si potrà mai ottenere nulla.credo che pure all’opposizione possa sembrare una cosa giusta avere delle concessioni per la lombardia,ma quindi perchè remarci contro?per te sarebbero cose giuste quelle proposte da maroni?per i lombardi della sinistra pare di no…..

        1. Scritto da Luca

          Hai mai letto un qualcosa al rigurado? Dico un testo, un progetto, come raggiungerlo, i passi da fare, cosa comporta, i pro, i contro, ecc. ecc. Un progetto così si presenta. Non aria fritta.

          1. Scritto da il polemico

            per raggiungere un progetto,basterebbe che tutti prima siano d’accordo sulla proposta,e poi tutti assieme si fa il progetto della proposta,ma come disse l’oppositore bruni.la lombardia a statuto speciale avrebbe solo da perderci e lui voterà sempre contro a qualsiasi proposta di maroni…..

          2. Scritto da Luca

            Maroni sa vero che una regione a statuto speciale è esattamente il contrario dell’indipendenza? Le ragioni a statuto speciale sono sotto il controllo dello Stato che può revocare,cambiare, modificare qualsiasi cosa. Prendiamo atto che ha abbandonato la Padania.

      2. Scritto da La verità fa male

        E se la Corea del Nord fosse vittima della disinformazione di regime degli imperialisti americani? Invece per quanto riguarda l’Europa sia la Le Pen che Nigel Farage sono sicuramente più democratici dei banchieri e dei burocrati che si nominano tra di loro e che rovesciano governi democraticamente eletti manovrando sullo spread. Lei come tanti purtroppo è vittima della disinformazione di regime

        1. Scritto da Luca

          Vittima della disinformazione? Ma ci sei o ci fai? Ci sono centinaia di rapporti. Fai una prova. Prendi un aereo, vai in Corea e scendi con una Bibbia sotto il braccio. Togliti questo sfizio e poi torni a riferire. Pensaci. L’ultimo che lo ha fatto (un americano) è rinchiuso in un campo di lavoro.

  9. Scritto da Gio

    Ma il 75% di tasse rimaste in lombardia? Passate le elezioni, passata la promessa?

    1. Scritto da il polemico

      riallacciandomi alla intervista di bruni,prima criticò maroni perchè non riusciva a mantenere le promesse fatte in campanga elettorale,però poi dichiarò che lui si sarebbe sempre opposto alle promesse fatte da maroni…quindi non capendo la sua posizione,la vostra quale sarebbe?sareste favorevoli o meno se un giorno maroni riuscisse nel suo intento?’.voto di bruni permettendo?

    2. Scritto da Luca

      Beh, anche Basta Euro. Poi finite le elezioni europee… E’ sempre la solita storia. Si salvano perchè ci sono un sacco di pesci che abboccano…

    3. Scritto da Luciano

      Forse era il 70%… ma poco importa la percentuale. Alla fine pare d’essere sempre in una nuova campagna da venditori di fumo, dove conta sparare un po di balle nel tentativo di sotterrare quelle dette in precedenza.