BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Furto in abitazione e fuga in bicicletta: denunciato un 17enne

Un 17enne tunisino è stato denunciato dai carabinieri di Alzano Lombardo per essersi introdotto in una casa di via Serio a Ranica e aver rubato quaranta euro, un coltello col manico color oro, tre scimitarre e una coperta. La refurtiva è stata recuperata e sarà restituita ai legittimi proprietari.

Più informazioni su

Furto in abitazione con fuga in bicicletta per un 17enne tunisino che, nel pomeriggio di venerdì 5 settembre si è introdotto in una casa di via Serio 6 a Ranica e si è poi dato alla fuga in sella ad una bici rubata.

L’operazione, condotta dai carabinieri di Alzano Lombardo, è durata giusto il tempo di rintracciare e fermare il ladruncolo poco più lontano dal luogo del furto: una volta bloccato l’extracomunitario è stato denunciato per furto in abitazione, ricettazione, porto abusivo di armi e legge sull’immigrazione.

Attorno alle 3 del pomeriggio il 17enne ha approfittato della momentanea assenza della proprietaria, una pensionata, della casa in via Serio 6 a Ranica per introdursi all’interno dell’abitazione: dopo essersi impossessato di un portafoglio contenente 40 euro in contanti, un coltello col manico color oro, tre scimitarre e una coperta, il tunisino si è allontanato con la “sua” bicicletta, risultata rubata, facendo perdere momentaneamente le proprie tracce.

Immediate sono scattate le indagini condotte dai militari della stazione di Alzano Lombardo, allertati dai vicini della pensionata derubata: la caccia all’uomo si è conclusa poco più tardi proprio ad Alzano, sulla pista ciclabile adiacente a via Guglielmo d’Alzano. La refurtiva è stata recuperata ed è in fase di restituzione ai legittimi proprietari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    Eh già, son tutti profughi che scappano dalle guerre…

  2. Scritto da Luca

    Ho capito che quando nel titolo di una notizia non c’è la provenienza del criminale si tratta di una risorsa proveniente dall’estero a differenza di quando è un bergamasco che viene invece sottolineato nel titolo. Fortunatamente,o forse no,si tratta quasi sempre di risorse che arrrivano da alttre parti del mondo.

  3. Scritto da Luca

    Ho capito che quando nel titolo di una notizia non c’è la provenienza del criminale si tratta di una risorsa proveniente dall’estero a differenza di quando è un bergamasco che viene invece sottolineato nel titolo. Fortunatamente,o forse no,si tratta quasi sempre di risorse che arrrivano da alttre parti del mondo.

  4. Scritto da Vittorio

    Ho appreso stamane che il ministero degli esteri non ha rinnovato le borse di studio agli studenti afgani che studiano nelle nostre università e che dovranno quindi interrompere gli studi e tornare a casa. Vedo però che ci teniamo stretti tutti i ladri e gli spacciatori del nord africa e dell’est europa. Complimenti vivissimi per la lungimiranza e l’utilità di tali politiche.

  5. Scritto da A.Z. Bg

    Denunciato!Non sia mai che un ladro vada in galera dopo averli liberati tutti qualche mese fa!!!E poi,quante storie,non sapeva tove trovare i coltelli e i machete per sgozzare i Cristiani,si è dovuto accontentare delle tre scimitarre. Un po’ di comprensione per un futuro jiahdista.

  6. Scritto da pierluigi

    Un’altra delle splendide risorse che fanno il lavoro che i bergamaschi non vogliono più fare.Grazie renzi,grazie alfano,grazie caritas.

  7. Scritto da gianba

    UNA RISORSA