BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giardini del ‘600 e roccoli I tesori verdi nascosti delle dimore storiche

Palazzo Agliardi, Palazzo Moroni, Castello di Malpaga e villa Pesenti Agliardi a Sombreno aprono al pubblico per ammirare corti allestite a verde, giardini storici, ambienti e saloni affrescati e ricchi di storia.

Palazzo Agliardi, Palazzo Moroni, Castello di Malpaga e villa Pesenti Agliardi a Paladina: quattro tra le più belle dimore storiche di Bergamo e provincia aprono al pubblico per visite guidate, in occasione della manifestazione “I Maestri del Paesaggio 2014” che si svolgerà a Bergamo nel mese di settembre, dando la possibilità di ammirare corti allestite a verde, giardini storici, ambienti e saloni affrescati e ricchi di storia.

Palazzo Agliardi – Cortile a verde e Dimore & Desig si trova in via Pignolo 86 a Bergamo e apre al pubblico per le visite il 7 – 14 – 21 – 28 settembre dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30.

Palazzo Agliardi – La dimora fu fatta costruire nel XVI secolo da Alessandro Martinengo, nipote di Bartolomeo Colleoni. L’edificio, in gran parte ricostruito nel ‘700, è costituito da un ampio salone fiancheggiato da quattro sale affrescate ed arredate con mobili d’epoca. Nel 1845 venne acquistato dai Conti Agliardi, tuttora proprietari. Vi saranno visite guidate del palazzo.

Costo d’ingresso : euro 8,00 – ridotto euro 5,00

Palazzo Moroni – Il palazzo edificato dagli stessi Moroni nel corso del Seicento. Un vasto giardino terrazzato si estende a sorpresa partendo dalla balconata interna. I giardini del seicentesco Palazzo Moroni costituiscono un vero patrimonio naturale e paesaggistico nel cuore di Bergamo Alta: circa due ettari di terreno che si compongono di un giardino formale, parte della proprietà sin dal Seicento e di un’estesa ortaglia, terreno in origine di proprietà del demanio, acquistato dalla famiglia Moroni nel corso dell’Ottocento. La prima percezione del giardino la si ha sin dall’ingresso del palazzo, posto lungo la Via di Porta Dipinta. Lo sviluppo dei terrazzamenti è tutto in verticale. Pur nello spazio ridotto la concezione dell’impianto è tipicamente all’italiana, con i piccoli giardini formali, che traggono valore dalla posizione scenografica e sono inscindibili dal pregevole contesto architettonico che li circonda.

In direzione nord rispetto al palazzo, al di sotto del muraglione del Parco delle Rimembranze, si estende il vasto terreno dell’ortaglia con alberi da frutto, la vigna – che segue il tracciato di un’antica mulattiera che collegava il colle di Città Alta con la valle- , ed un misto di roccolo e passata – architetture da “aucupio” realizzate con carpini – a testimonianza del più diffuso sistema di uccellagione della zona. Costo d’ingresso: palazzo e giardini € 8,00 adulti/ € 5,00 bambini; solo giardini € 5,00/€ 3,00. Info: http://www.libreriadellanatura.com/gardens

CASTELLO DI MALPAGA

Il Castello di Malpaga si può visitare il 14 – 21 – 28 settembre dalle 11 alle 18. Il castello che si trova in aperta campagna nel borgo di Malpaga in via Marconi 20 a Cavernago nel cuore del Parco del fiume Serio, dove il tempo sembra essersi fermato al XV secolo, si erge il Castello di Malpaga, di antiche origini medievali. Venne costruito nel 1300 ma guadagnò fama solo nel 1456, anno in cui venne acquistato per cento ducati d’oro dall’illustre condottiero Bartolomeo Colleoni, Capitano Generale del Serenissimo Ducato di Venezia. La sua rilevanza storica, architettonica e i cicli di affreschi in esso contenuti lo rendono una delle più interessanti costruzioni quattrocentesche della bergamasca. A Venezia, in Campo San Giovanni e Paolo, è presente una delle più belle statue equestri al mondo, creata da Andrea Verrocchio in onore di Bartolomeo Colleoni.

Il Castello di Malpaga apre al pubblico con visite guidate (senza necessità di prenotazione) i giorni 14, 21 e 28 settembre 2014 dalle ore 11.00 alle ore 18.00. Per l’occasione l’antica aia affacciata direttamente sul Castello verrà allestita completamente a verde, come nessuno l’ha mai vista prima. Ci saranno esposizioni e vendite di piante, fiori e arredi da giardino, orti didattici, incontri botanici, aree relax e la possibilità di prenotare e ritirare in loco il cestino da pic-nic da godersi immersi nel verde. Per chi ama la bicicletta il Castello di Malpaga è raggiungibile anche attraverso la pista ciclabile del Parco del Serio che costeggia il fiume in un contesto naturalistico protetto.

Per info leggi gui.

Costo d’ingresso: €7 adulti, €3 bambini dai 6 ai 12 anni, gratuito fino ai 5 anni. www.castellomalpaga.it

VILLA PESENTI – AGLIARDI apre il 13 – 14 – 20 – 21 settembre per le visite guidate con partenza alle 10,30 e 11,30 .

La villa si trova in via Agliardi 8 a Sombreno di Paladina (Zona Parco dei Colli) A soli dieci chilometri da Bergamo e all’interno del Parco dei Colli, sorge Villa Pesenti-Agliardi.

Nel 1798, su incarico del Conte Pietro Pesenti, Leopold Pollack, progetta il restauro dell’esistente villa seicentesca, con un progetto innovativo di reinterpretazione in chiave neoclassica sia della dimora che del giardino. Il tema del giardino è ispirato alle finalità di questa dimora, visualizzate simbolicamente dalle scritte latine e dalle due statue inserite in nicchie sulle testate delle ali: l’Agricoltura e l’Ospitalità. Giardino utile quindi, arricchito da significativi monumenti , era destinato a dilettare l’anfitrione e gli ospiti . Il progetto non fu realizzato in toto ed il giardino venne successivamente reinterpretato in chiave romantica. Potrete visitare la villa e ammirare il progetto acquerellato del Pollack.

Sono previste visite guidate dai padroni di casa che patiranno alle 10,30 e alle 11,30. La visita dura un’ora . I gruppi potranno essere di massimo 25 persone. E’ suggerita la prenotazione mariacarolina.agliardi@gmail.com

Costo d’ingresso a persona Euro 9,00. Bambini fino ai 10 anni euro 6,00.

Per chi ama passeggiare la villa è raggiungibile da Città Alta a piedi o in bicicletta attraverso diversi percorsi particolarmente suggestivi (i Torni) o sui sentieri e sulle piste ciclabili del Parco dei Colli.

Il giardino è presente nell’App “Giardini d’Italia”, una guida dettagliata per scoprire e conoscere i più bei giardini italiani.

http://www.libreriadellanatura.com/gardens 

http://www.dimoredesign.it/

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.