BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ritardo assurdo del treno rischia di far saltare il test dell’università”

Due studenti bergamaschi ci segnalano un ritardo di 130 minuti del treno per Varese che rischia di far saltare loro un test di ammissione all'università: "Noi rischiamo di non poter fare l' esame e di compromettere così il nostro futuro".

Ci sono treni che passano una sola volta nella vita. Ma bisogna sempre confidare che passino. Come quello che nella mattina di giovedì 4 settembre.

"Volevo segnalarvi con una foto il ritardo assurdo di un treno – scrive uno studente -. Io ed un mio amico siamo partiti dalla stazione di Verdello-Dalmine alle 6.11 per essere a Varese alle 9.00 per fare un test d’ ammissione per l’ università. Invece il treno é stato fermo per 130 minuti alla stazione di Rho causa un guasto ad un’ altro treno. Era chiedere troppo di risolvere in qualsiasi modo il problema senza creare un disagio del genere? Noi rischiamo di non poter fare l’ esame e di compromettere cosí il nostro futuro".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ex studente

    Ai miei tempi quando andai a discutere la tesi a Milano, per evitare ogni problema sia in autostrada che in treno, decisi di partire alle 4 di notte. Evidentemente ci tenevo molto e sarei andato anche a piedi pur di non tardare. Mi sembra che i ragazzi in questione non abbiano compreso il concetto: la colpa è delle FS ma chi ci rimette sono loro. Più spirito di sacrificio … ed è solo l’inizio.

  2. Scritto da Vito

    Per fare svegliare prima i due studenti bisognava dir loro che l’esame si teneva a Ibiza ma dovevano prendere un aereo alle 4 del mattino, come si fa ad agosto per i voli low cost

  3. Scritto da gina

    Da studentessa fuori sede (io prendevo il treno tutti i giorni alle 6,39 da bergamo dopo il pullman alle 6,02 per essere in garibaldi alle 8,30 stimando i ritardi ) devo commentare? Tra andata e ritorno spendevo in totale 4 ore al giorno. Risultato? Dopo due anni di viaggi della speranza ora vado in macchina. E il costo dell’abbonamento di 100 euro è poco inferiore a quello che spendo ora compreso il casello! Ma volete mettere che comodità e nella meta del tempo?

    1. Scritto da ragioniere

      strano conteggio:
      con 100 euro in auto vai a milano 7 o 8 volte fra benzina, casello e parcheggio (senza contare l’usura della macchina).
      con l’abbonamento del treno ci vai un mese intero.

    2. Scritto da Vito

      Gina, lei ha riabilitato parzialmente il sor Gigi, a meno che non sia lui stesso che manda i commenti sotto altro nome…

  4. Scritto da sfrisù

    Normalmente mi astengo dal commentare certi interventi ma questo Gigi ha proprio toppato!!!

  5. Scritto da aldo

    mi pare francamente azzardato, con ritardo o meno, prendere un treno alle 6.11 a Dalmine per essere a Varese alle 9.00, compreso magari autobus per la stazione e dalla stazione di arrivo, Soluzioni ? un auto in quattro/cinque costa meno del treno, la gente spesso usa la macchina per scopi cosi’ banali (e vicini)

  6. Scritto da liuk

    ovviamente il signor Gigi fà di lavoro il macchinista delle ferrovie italiane…

  7. Scritto da patty

    signor Gigi certe situazioni le devi poter vivere per poter mettere un commento cosi stupido

    1. Scritto da Riccardo

      Solo stupido? Troppo buona, Patty!

  8. Scritto da gigi

    questi contrattempi vanno messi in preventivo e agire di conseguenza, se l’appuntamento e’ importante. Viaggiando prima, o con la propria auto : se durante il viaggio con il mezzo privato avessero forato, per esempio, con chi si sarebbero lamentati ?

    1. Scritto da Pietro

      quindi cosa avrebbero dovuto fare? partire la sera prima e prendere un hotel a varese? va bene commentare a sproposito, ma qui siamo sul ridicolo… chi viaggia con i mezzi pubblici in un universo perfetto paga per un servizio, mentre invece nella vita reale i ritardi clamorosi sono la normalità, lamentarsi a voce alta mi sembra il minimo!

      1. Scritto da gigi

        “i ritardi clamorosi sono la normalita’”, lo dica agli studenti. Il problema pare sia cronico. Mi sembra la protesta di chi vuole recarsi allo stadio una ora prima della partita , trova coda e poi scrive lettere di lamentele ai media.

        1. Scritto da stefano

          Se per lei i ritardi clamorosi sono la “normalità”, non si lamenti però quando trova traffico in autostrada per un incidente, i parcheggi sono pieni, trova fila allo sportello postale, riceve i rimborsi delle imposte in ritardo o lo stato la paga in ritardo, le “concedono” (per grazia divina) un esame medico dopo 6/8 mesi oppure la visitano al pronto soccorso dopo qualche ora.
          Se poi le posticipano la pensione, poteva iniziare a lavorare a 3 anni.
          Nell’ “attesa”…Buona giornata.

        2. Scritto da ct

          quindi andare a fare un test di ammissione all’università equivale ad andare allo stadio…
          ecco perché le cose vanno così bene

    2. Scritto da maddy

      certo..se uno non ha la macchina..si attacca!