BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni provinciali, Patto civico contro il Pd: “Noi non valorizzati”

I rapporti tra Partito democratico e Patto civico non sono mai stati ottimi, in Lombardia dopo la sconfitta Umberto Ambrosoli alle Regionali, e in Bergamasca. Le ultime elezioni comunali hanno visto una netta spaccatura in importanti amministrazioni della Provincia e anche alle Provinciali del prossimo 28 settembre le due forze di centrosinistra non andranno a braccetto.

Più informazioni su

I rapporti tra Partito democratico e Patto civico non sono mai stati ottimi, in Lombardia dopo la sconfitta Umberto Ambrosoli alle Regionali, e in Bergamasca. Le ultime elezioni comunali hanno visto una netta spaccatura in importanti amministrazioni della Provincia e anche alle Provinciali del prossimo 28 settembre le due forze di centrosinistra non andranno a braccetto. Nessun candidato del Patto civico sarà infatti inserito nella lista che fa riferimento alla candidatura di Matteo Rossi.

L’annuncio è stato dato dal consigliere regionale Roberto Bruni, che non ha risparmiato critiche al Pd. “Da parte loro è mancato – spiega il consigliere regionale del Patto Civico –, in questa occasione caratterizzata da fretta e confusione, il riconoscimento del ruolo fondamentale giocato dalle liste civiche in questi ultimi anni che, in questa consultazione, avrebbero dovuto avere una rappresentanza territoriale sostenuta”. “Nonostante ciò ci riconosciamo, come Patto Civico, nei valori e nel progetto politico del centrosinistra e garantiamo, responsabilmente, il nostro appoggio al candidato presidente e alla Lista e la nostra disponibilità a collaborare alla futura gestione della Provincia”. “L’auspicio – conclude Bruni – è che il Partito Democratico sappia cogliere e riconoscere, nella futura gestione della provincia, il valore delle liste civiche e, facendo seguito alle dichiarazioni di intenti, impronti effettivamente i rapporti in maniera più aperta e condivisa, dedicando minor attenzione ai problemi interni e maggior considerazione alle forze e alle realtà del centrosinistra presenti e radicate sui territori”.

Un nuovo ostacolo quindi per il centrosinistra, convinto fino a pochi giorni fa di correre in solitaria per il presidente e invece si ritrova a fare i conti con la discesa in campo del sindaco di Treviglio Giuseppe Pezzoni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andrea

    E’ evidente che il PD tenti di fagocitare ampie fasce di Sel e di centristi. Con il cdx in crisi profonda, ma sempre in agguato, è un’evoluzione che non mi dispiace affatto.

  2. Scritto da maf

    vi abbiamo già provato , ora non abbocchiamo più,

  3. Scritto da Luciano

    Al lieder di patto civico, avv. Roberto Bruni
    Vorrei cordialmente ricordare che “la volpe perde il pelo
    Ma non il vizio” . E’ una vecchia storia per chi ha ancora
    Memoria…con vecchia amicizia fraterna!