BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caccia coi richiami vivi M5S: vietata in Europa ammessa in Lombardia

Il Movimento 5 Stelle si batte contro la caccia coi richiami vivi (con reti verticali o orizzontali) che la Regione Lombardia concede con una delibera, dimenticando che questa modalità di caccia è esplicitamente vietata dalla Commissione Europea.

Alla vigilia dell’avvio della stagione della caccia l’Assessore all’agricoltura Gianni Fava, ha risposto in Commissione a un’interrogazione del Movimento 5 Stelle Lombardia inerente la cattura di richiami vivi, in particolare sulle modalità di cattura e sul numero di richiami vivi catturabili consentiti. L’autorizzazione a compiere la cattura di uccelli selvatici con reti verticali o orizzontali concessa da una delibera della Regione Lombardia (numero X/620 del 2013) è infatti oggetto di una procedura di infrazione avviata dalla Commissione Europea (EU PILOT 1611/10/ENVI) e di costituzione in mora numero 2014/2006 ed è esplicitamente vietata da una direttiva UE (Direttiva 2009/147/CE).

Nonostante questo, con la nuova delibera numero X/1985 del 2014, Regione Lombardia consente ancora l’utilizzo delle reti, non curandosi dei rilievi chiarissimi della Commissione Europea.

La Regione poi, per il M5S, consente la cattura di un numero di uccelli migratori che contrasta il principio della "piccola quantità" previsto dalla Direttiva Europea.

Giampietro Maccabiani, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia, spiega: “Rivolgiamo all’Assessore Fava quesiti molto precisi anche per tutelare la Regione da ulteriori procedure di infrazione dell’Unione europea. Ci interessa poi capire se, in passato, sono state emesse sanzioni per chi gestisce gli impianti autorizzati per la cattura e se entro il 2017 i richiami da allevamento saranno in grado di sostituire quelli di cattura, come programmato”.

L’Assessore Fava ha rassicurato i presenti spiegando che la Regione ha lavorato in costante confronto con gli uffici europei e le regole europee sono state rispettate anche per evitare nuove procedure di infrazione.

Per Maccabiani, “su questi temi non possiamo mostrare la stessa tranquillità dell’Assessore Fava. Le questioni critiche che abbiamo segnalato con l’interrogazione e sulle quali è stata aperta una procedura di infrazione sono ancora tutte lì. L’utilizzo di reti è espressamente vietato dalla normativa e il calcolo del numero di prede deve essere fatto sulla base del tasso di mortalità degli uccelli e non sul numero assegnabile a ciascun cacciatore, come fa la Lombardia. A che è servita poi la banca dati regionale dei richiami vivi se il numero di uccelli catturabili previsto in quest’ultima delibera e a banca dati quasi completa è lo stesso del numero previsto l’anno scorso, a banca dati appena iniziata? Inoltre non ci ha rassicurato che al 2017 i richiami vivi da allevamento saranno veramente in numero tale da sostituire quelli di cattura. Il rispetto delle regole e della legalità imporrebbe all’Assessorato all’Agricoltura un atteggiamento meno sensibile ai bisogni dei soli cacciatori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da angelo

    L uomo non dovrebbe essere un parssita ma utilizzare con intelligenza e rispetto le risorse della natura i cacciatori questo lo sanno bene .

  2. Scritto da angelo m

    Sciare scalare montagne andare in moto andare allo stadio son molto piu pericolosi ,la caccia la pesca e l agricoltura hanno contribuito alla nostra eviluzione certo che i tempi sono cambiati .anche la caccia e la pesca son cambiate son diventate arti da conservare e salvaguardare prima di condannare ci si dovrebbe informare non seguire le mode. Io sono cacciatore pescatore e agricoltore non sono una cima ma prima di giudicare cerco di capire .

  3. Scritto da Daniele

    La cosa veramente affascinante di tutta questa faccenda è che molto probabilmente agli uccelli non frega assolutamente niente. Ci siamo talmente de-evoluti da auto convincerci che sia possibile applicare l’emotività umana a qualsiasi creatura vivente, perfino a zanzare e lombrichi. La caccia è una pratica che sfuma nei più ancestrali recessi dell’istinto umano, come il canto per gli uccelli, discuterne in termini di crudeltà o obsolescenza l’ho sempre trovato veramente idiota.

    1. Scritto da V

      Un cacciatore bergamasco,che scrive così non dovrebbe estinguersi,ma purtoppo(e tu lo sai!)siete una”razza”in via di estinzione. Ogni anno siete sempre di meno,ed io sono certissimo che il Lupo,l’Orso,l’Aquila etc malgrado voi,vi soppravviveranno e continueranno a fare il lavoro che voi avete rubato loro(per passatempo)ancora per secoli,quando voi non esisterete più.

      1. Scritto da Cacciatore bergamasco

        E’ molto piu facile che vi estinguiate voi anticaccia piuttosto che i cacciatori. Voi siete comparsi solo nell’ultimo periodo storico, figli del progresso e animati da un becero pietismo che nasce dalla condizione di esseri frustrati e ingabbiati nel benessere che la vita “moderna” vi ha cucito addosso. Lunga vita ai cacciatori sia che siano a due gambe (uomo) che su quattro (lupo,orso,lince,ecc)

        1. Scritto da Pico

          Purtroppo per te le statistiche dicono che quelli in estinzione siete voi cacciatori, per fortuna. Quello che tu definisci pietismo non è altro che il più banale buon senso che dovrebbe im,pedire a buzzurri come te di andare in giro ad ammazzare animali selvatici per hobby. Ridicolo sentire un cacciatore che accusa altri di essere succubi della vita moderna… tu per caso a caccia ci vai con la lancia?

      2. Scritto da Daniele

        Ah, pardon, non sono un cacciatore, e pensa che provo anche una discreta antipatia per le armi e gli sparatori della domenica!
        Lupi ed orsi, come immagino saprai, vengono reintrodotti nel nostro ecosistema artificialmente… non certo per loro iniziativa.

  4. Scritto da Berghem

    Chi spara ad un animale indifeso non ha la minima passione per la natura. La crescente sensibilita’ delle nuove generazioni verso i temi della conservazione della natura fa ben sperare in un futuro dove i cacciatori saranno sempre di meno. E’ bello vedere un animale libero. I cacciatori sono dei vigliacchi rispetto ad un animale. La natura sa trovare il suo equilibrio. E’ l’ uomo il parassita.. Ma anche quello che la puo’ salvare. Prendete in mano una macchina fotografica anziche’ il fucile!

    1. Scritto da Daniele

      Sa che gli animalisti sono contrari all’abbattimento di specie invasive e pericolose (come la nutria) per l’ambiente naturale che tanto ama? Sa che queste specie distruggono l’habitat di altre specie autoctone e preziose (scoiattolo americano vs. scoiattolo rosso, pesce siluro e gambero della Louisiana vs. fauna ittica locale) cagionandone la morte in massa e l’estinzione?
      E poi sempre a voler parlar male della caccia… ma vogliamo parlare della pesca? Pensate che i pesci non soffrano?

    2. Scritto da Daniele

      Quando leggo interventi di questo tipo non so se ridere o piangere… lei è vegano? Almeno vegetariano? Lo sa come vivono o muoiono gli animali che producono le bistecche e le cosce di pollo che consuma?
      Ma se anche non consumasse carne, sa che ogni anno miliardi di creature viventi vengono sterminate nella produzione agricola? Insetti, roditori, etc… Per non parlare di deratizzazioni e disinfestazioni di zanzare. E non mi dica che è diverso… sempre esserini sono.

      1. Scritto da Berghem

        Molte delle specie invasive sono proprio opera dell’uomo. A cominciare dai cinghiali introdotti, anzi diffusi, proprio dai cacciatori. E nessuno chiede a loro i danni. Mi occupo di ambiente da molti anni e su piu’ fronti. Mi sto impegnando a limitare il mio consumo di carne, certo che l’essere vegetariani o vegani rappresenti un bel traguardo per l’evoluzione del genere umano.

        1. Scritto da Daniele

          Essere vegetariani non implica assolutamente nulla, nel mondo sono esistite (e in parte esistono tuttora) intere civiltà vegetariane che guerreggiavano uccidevano e torturavano come tutte le altre. Gli antichi romani seguivano una dieta prettamente vegetariana, eppure svisceravano animali per pronosticare il futuro. Non penso che ciò sia molto diverso dall’eradicare toporagni, grillitalpa, corvi, bisce e altre simpatiche creature per garantire la produttività di un terreno agricolo.

  5. Scritto da Berghem

    Sparare ad un animale e’ una cosa orrenda. I trogloditi almeno avevano bisogno della caccia per sfamarsi. Da voci di chi caccia se ne sente di tutti i colori: pratiche illegali diffuse. Ci vorrebbero piu’ controlli da parte della Forestale e delle GEV. Non voglio giudicare ma per favore smettiamola di parlare di pratica sportiva.. e poi e’ pericolosissima per gli escursionisti.

  6. Scritto da Paolo

    W LA CACCIA

  7. Scritto da Cacciatore Bergamasco

    Maccabiani, leggi questa che è meglio. Repubblica di oggi: Discariche abusive, l’Italia rischia una multa da 158mila euro al giorno. Cerca di metterti in testa, e dillo anche ai tuoi colleghi di Roma, che ci sono altre priorità oggi in Itaglia ….

  8. Scritto da Tom

    Bene fa il M5S ha ricordare che questa pratica di caccia ormai obsoleta e vietata in tutto il resto d’Europa,qui da noi si esegue ancora,in spregio alle norme Europee. Chi poi paghera le eventuali sanzioni che ci verranno commutate,solo i cacciatori,o la popolazione Lombarda tutta?

    1. Scritto da Daniele

      In merito alla definizione di “pratica obsoleta” le ricordo che vista la recente legislazione in fatto di fecondazione assistita presto il sesso sarà diventato pratica obsoleta nel nostro paese, si sente pronto a dirgli addio per sempre?

    2. Scritto da Cacciatore Bergamasco

      Pratica obsoleta? L’anno prossimo caccio in Francia cosi potrò catturare gli uccelli che voglio in maniera autonoma e senza troppe balle. Catturerò quello che voglio sia con le reti che con il vischio. La Francia cos’è? Un paese di trogloditi? No, sono un popolo più intelliegnte di noi, ed infatti li i cacciatori non sono vessati come da noi. Ma si sà, dare addosso ai cacciatori “rende” sempre politicamente. Qualche fesso che si impietosicse lo trovi sempre

      1. Scritto da Luigi

        In maniera autonoma e senza troppe balle??? Ma che razza di bestia e’ lei?

        1. Scritto da Cacciatore bergamasco

          Che razza di bestia sono? Homo sapiens sapiens, presente sulla terra da svariate migliaia di anni e che si è affermato sul pianeta anche grazie alle doti di cacciatore, che la specie a cui appartengo ha sviluppato nel corso dei millenni. Io caccio la selvaggina per mangiarla. Pago una regolare licenza per farlo. Ho una fedina penale pulita e quindi mi rilasciano un permesso di caccia. A caccia mi fanno compagnia 2 splendidi cani. Problemi? Serve altro per tracciare il mio profilo?

    3. Scritto da Cacciatore Bergamasco

      Gli anticaccia come Lei tirano sempre in ballo le sanzioni per condizionare le opinioni della gente comune. E’ un disco rotto, in Italia non si sono mai pagate sanzioni a causa del funzionamento dei Roccoli. Recentemente una sentenza del TAR ha RESPINTO un ricorso fatto dalla LAC sull’argomento. Quindi quelli del M5S si informino meglio prima di blaterare a vanvera….

  9. Scritto da nicola

    Ma i signori del m5s non hanno altro a cui pensare ………….con tutti i problemi attuali………incredibile dovrebbero vergognarsi .

    1. Scritto da Carla

      Dovresti vergognarti tu che non ti indigni per certe pratiche da trogloditi.La caccia è una pratica schifosa che vede lobby dei cacciatori con aziende armi e politici. in Italia NON VOGLIAMO LA CACCIA FATEVENE UNA RAGIONE E ANDATE A SPARARE AL POLIGONO

      1. Scritto da angelo

        Le lobbi fanno un fatturato in crescita danno lavoro a migliaia di famiglie non mi sembra il caso di creare altri disoccupati ,vai in val trompia a manifestare il tuo disappunto

    2. Scritto da pietro

      non mi sembra che non pensino ad altro che a questo. dovrebbe vergognarsi chi sostiene sempre che c’è qualcosa di più importante di cui occuparsi, lasciando che le cose (anche quelle “meno importanti”, che però sommate diventano importantissime) vadano alla deriva…

    3. Scritto da Luc64

      Appunto, con tutti i problemi attuali, si potrebbe cominciare a risolverne uno, qualunque sia.
      Si dovrebbe vergognare chi al giorno d’oggi ancora si accanisce in questo modo e la cricca che li supporta.
      PS Non sono un grillino.