BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stezzano, lunedì riaprono le piscine Wet Life Ma minoranze perplesse

A finire nel mirino dei gruppi di minoranza sono stati i metodi che hanno portato alla nascita della nuova società del Comune che gestirà gli impianti. Il M5S: "Con questo metodi noi delle minoranze a cosa serviamo? Non siamo altro che spettatori in prima fila di una politica autarchica".

Le piscine di Stezzano stanno per riaprire. Come annunciato dal primo cittadino Elena Poma, infatti, dopo lo sgombero effettuato con tanto di polizia locale e carabinieri lo scorso 20 agosto, lunedì 8 settembre la struttura riaprirà i battenti ai tantissimi clienti che, dopo l’improvvisa chiusura, sono rimasti a piedi. L’intero impianto sarà gestito al 100% dal Comune con una società costituita lunedì, la "Piscina comunale Stezzano srl ssd", anche se a farla da padrona, in queste ore, sono i dubbi e le perplessità. Come confermano le minoranze del consiglio comunale di Stezzano: a convincere poco, infatti, sono stati i metodi con cui la maggioranza di Poma ha approvato l’odg che ha poi portato alla costituzione della società. "Il business plan ci è stato consegnato tre giorni prima del consiglio, al limite del regolamento – spiega Dario Fumagalli, del Movimento 5 Stelle -. Peccato, però, che fosse pieno di lacune e con degli interi pezzi illeggibili. Tra i conti, mancava addirittura l’ammortamento del mutuo milionario. Per questo abbiamo chiesto al sindaco che i punti sbagliati fossero aggiustati e che i fogli per l’odg fossero stampati in maniera più chiara. Ma anche la seconda volta ci sono stati consegnati dei fogli illeggibili. E sapete quando ci è stato dato il nuovo business plan definitivo? Il giorno stesso del consiglio".

Durante la seduta di venerdì l’odg che riguardava la costituzione della società "Piscina comunale Stezzano srl ssd" è stato approvato con 11 voti favorevoli. Quelli della maggioranza. Fumagalli ha lasciato l’aula: "Quel punto, fondamentale per il futuro della piscina ma anche per le casse del Comune, andava posticipato, anche noi minoranze avevamo il diritto di valutare meglio la situazione e, soprattutto, la sostenibilità economica del progetto. Invece la maggioranza non ha voluto ascoltare niente e nessuno, approvando in fretta e furia il tutto. Con il sistema impostato da questa amministrazione – continua il consigliere del M5S – le opposizioni sono soltanto spettatori privilegiati che assistono all’anteprima del teatrino di questa politica autarchica, democratica sulla carta ma autoritaria nella sostanza".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da stroke

    i 5 * devono anche verificare cosa è successo con le ruberie della ragioniera e del vigile (al suo posto)….ringraziamo anche oberti x il disastro del passato

  2. Scritto da stroke

    i 5 * devono anche verificare cosa è successo con le ruberie della ragioniera e del vigile (al suo posto)….ringraziamo anche oberti x il disastro del passato

  3. Scritto da Mao

    Quando avete votato stezzano99 che ha provocato questo pasticcio non vi siete fatti nessuna domanda? No perché erano precisi sveglia questo e il risultato

  4. Scritto da Paola

    L’importante è che il centro sportivo riapra, altrimenti la struttura si deteriora e perde clienti. E’ giusto che l’amministrazione attui quanto in suo potere per arrivare a questo obiettivo. Per una volta sono contraria alle contestazioni, non sono favorevoli al cittadino che vuole utilizzare gli impianti che ha pagato.

  5. Scritto da Sten

    Perché il M5S non pubblica il tutto ? Così capiamo anche noi e vediamo quanto è trasparente l’amministrazione o se sono loro che hanno qualche difficoltà a decifrare il business plan …

  6. Scritto da elena

    “perdono le elezioni e poi vogliono decidere” questi 5 stelle fanno opposizione l’unica e vera , certo le persone non sono abituate ad avere qualcuno che controlli veramente le cose che si fanno ,sia in comune che in regione e a livello nazionale,se ci fosse stato il movimento 5 stelle l’Italia e gli italiani sarebbero stati più tutelati ,meno derubati, e spogliati Perciò grazie Dario Fumagalli ,grazie anche a nome dei cittadini inconsapevoli

  7. Scritto da Mao

    Ma questi 5 stelle sono dei fenomeni perdono le elezioni e vorrebbero decidere,ha vinto la signora Poma diciamolo pure che fortuna per Stezzano,altrimenti che

    1. Scritto da Mauro

      Certo, a cosa servono le opposizioni? chi vince regna e la popolazione non deve sapere nulla che tanto chissene! viva il re!
      Poveri noi…

    2. Scritto da Daniele

      Altrimenti che cosa? Avrà pure vinto la sig.ra Poma ma non può essere che le minoranze non abbiamo diritto di parola e conoscenza PRECISA di quello che sta avvenendo e sopratutto i cittadini che in questa storia non ci stanno capendo nulla per colpa della disinformazione VOLUTA da questa giunta….

      1. Scritto da mario

        concordo vivamente con Daniele, si possono vincere le elezioni, ma sia le minoranze e sia i cittadini hanno diritto di parola e conoscenza dei fatti cosa che sembra non succeda. Per questa questione non sarebbe stato meglio un confronto con tutte le forze politiche ? A cosa servono le minoranze in Consiglio ….a far numero?