BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“I Girasoli” di De Sica e “Tre uomini e una gamba” La tv del 31 agosto

Per la prima serata in tv, su La7 va in onda il film drammatico “I girasoli”, firmato da Vittorio De Sica, con Sophia Loren e Marcello Mastroianni. Su Canale5, invece, c’è il film commedia “Tre uomini e una gamba”, con Aldo, Giovanni e Giacomo. Nel palinsesto degli altri canali spiccano le ultime puntate della fiction “Il restauratore su Raiuno e il film storico The Queen – La regina” su RaiMovie. Ecco tutti i programmi.

Su La7, in prima serata, va in onda il film drammatico “I girasoli”, firmato da Vittorio De Sica, con Sophia Loren e Marcello Mastroianni. Su Canale5, invece, c’è il film commedia “Tre uomini e una gamba”, con Aldo, Giovanni e Giacomo.

Nel palinsesto degli altri canali spiccano le ultime puntate della fiction “Il restauratore su Raiuno e il film storico The Queen – La regina” su RaiMovie. Da segnalare, infine, il telefilm “Ncis” su RaiDue, il film horror “The woman in black” su RaiTre, i film commedia “Qualcosa di personale” su Rete4 e “Adèle e l’enigma del faraone” su Italia1, la replica del varietà “Crozza nel paese delle meraviglie” su La7D e il film drammatico “Rosamunde Pilcher – Decisione del cuore” su La5.

Ecco tutti i programmi nel dettaglio, canale per canale, con le relative anticipazioni.

– Su RaiUno, alle 20.30 va in onda il varietà “Techetechetè – Vive la gente”, varietà che vede protagoniste le persone comuni e i loro commenti su tutto quanto li circonda raccolti dai telegiornali in sessant’anni di televisione, facendo da vivace e spesso esilarante didascalia alle scenette comiche e alle canzoni abitualmente proposte dalla trasmissione. A seguire, in prima serata, alle 21.15 l’appuntamento è con gli ultimi due episodi della fiction “Il restauratore”, con Lando Buzzanca e Martina Colombari. Nel primo, intitolato “Le corde dell’anima”, la figlia di Sylvie Chauvet, violinista francese di fama mondiale, è vittima di un sequestro. Basilio (Lando Buzzanca), toccando l’archetto della musicista, “vede” la bambina mentre annega in una piscina. Nel secondo, “Un eroe in famiglia”, toccando una vetrinetta da restaurare, Basilio dice a Maddalena (Martina Colombari) di “vedere” una donna assassinata con un colpo di pistola. La potenziale vittima è la moglie dell’ispettore Mangano.

– Su RaiDue, alle 21.05 il telefilm “Ncis”, con Mark Harmon e Michael Weatherly. Andrà in onda l’episodio intitolato “Destini incrociati”. Sulle tracce di un pericoloso criminale che ha ucciso un marine, Tony (Machael Weatherly) e Ziva devono trasferirsi in Colombia e, per svolgere le difficili e delicate indagini, uniscono le loro forze con quelle di una vecchia amica di Ziva e con l’insegnante di quest’ultima. Intanto Jimmy Palmer decide chi sarà il suo testimone di nozze.

– Su RaiTre, alle 21.05 il film horror “The woman in black”, con Daniel Radcliffe. Un giovane avvocato londinese (Daniel Radcliffe), vedovo e con un figlio piccolo, deve recarsi suo malgrado in uno sperduto villaggio della brughiera inglese per risolvere le questioni legate all’eredità della defunta proprietaria di Eal Marsh House. Qui troverà un’accoglienza a dir poco ostile e sospettosa da parte dell’intera comunità. Solo il signor Daily (Ciarán Hinds) si mostrerà disponibile a spiegargli cosa spaventa tanto di quella casa: è una "Donna in Nero" che vaga cercando vendetta, decidendo l’amara sorte di molti fanciulli. Kipps non cede alla paura, cercando un modo per placare lo spirito della donna. Ombre misteriose, ragnatele e paludi plumbee fanno da suggestiva cornice a The Woman in Black, film diretto da James Watkins e basato sulla ghost story scritta da Susan Hill. A seguire, alle 23.05 il programma di attualità “Sconosciuti collection”, condotto da Giulio Scarpati. La trasmissione di Simona Ercolani, che ripropone alcuni episodi andati in onda lo scorso gennaio nel preserale di RaiTre, racconta le (stra)ordinarie storie degli italiani. Al centro di ogni caso, la vita come viene: sacrifici, passioni, addii, nascite, incontri che cambiano la nostra esistenza.

– Su Rete4, alle 21.30 il film commedia “Qualcosa di personale”, con Robert Redfort e Michelle Pfiffer. Giunta a Miami dal Nevada, l’ambiziosa Sally Atwater si guadagna la fiducia di Warren Justice, caporedattore di una rete televisiva locale, come segretaria di redazione. Dopo il rituale utilizzo nel servizio meteo, in cui la ribattezza a sorpresa Tally, nomignolo che le affibiavano da bambina, Warren porta Tally ai servizi più importanti, insegnandole i trucchi del mestiere e conquistando (anche aiutandola materialmente in una spinosa questione familiare) il suo affetto. Tally apprende velocemente finché, dopo un litigio con il collega Rob Sullivan in diretta, si inimica il proprietario del network, si dimette e tramite l’agente Bucky Terranova accetta un incarico a Philadelphia dove l’ambiente di lavoro dominato da Marcia McGrath, conduttrice tanto celebre quanto snob, offusca non poco il suo talento. Warren, a sua volta dimessosi, raggiunge la donna e tra i due nasce l’amore, complicato dal carattere orgoglioso dell’uomo che non accetta l’aiuto di lei per trovare un adeguato incarico…

– Su Canale5, alle 21.10 il film commedia “Tre uomini e una gamba”, con Aldo, Giovanni e Giacomo, Marina Massironi e Carlo Croccolo. È il 31 luglio. Aldo, Giovanni e Giacomo partono per raggiungere le loro famiglie in vacanza in Puglia. Aldo e Giovanni sono sposati con due sorelle, Giacomo è fidanzato con la terza e il matrimonio è previsto due giorni dopo proprio in Puglia. I tre lavorano in un negozio a Milano di proprietà del suocero, un volgare arricchito che li tiranneggia. Sulla macchina, insieme ai bagagli, i tre caricano un oggetto tanto ingombrante quanto prezioso: una gamba di legno, ultima fatica del celebre scultore americano Gerpez, da portare al suocero. Il viaggio comincia ma è costellato da incidenti e soste impreviste. In una di queste incontrano Chiara, con la quale pranzano e poi si intrattengono. Giacomo è attratto dalla ragazza e vorrebbe andare via con lei… A seguire, alle 23.30 “Maurizio Costanza show – La storia”, che ripropone i momenti più belli della trasmissione condotta da Maurizio Costanzo.

– Su Italia1, alle 21.10 il film commedia “Adèle e l’enigma del faraone”, con Louise Bourgoin e Mathieu Amalric. 1912. Adèle Blanc-Sec, giovane e intrepida giornalista, è pronta a tutto pur di raggiungere i suoi scopi, compreso sbarcare in Egitto e ritrovarsi alle prese con mummie di tuti i generi. Nello stesso momento a Parigi, scoppia il panico! Un uovo di pterodattilo vecchio di 136 milioni di anni si è appena schiuso su di uno scaffale del Giardino delle Piante, e l’uccello che ne è uscito sta semindando il panico nei cieli della capitale francese…

– Su La7, alle 21.10 il film drammatico “I girasoli”, di Vittorio De Sica, con Sophia Loren e Marcello Mastroianni. Per aver diritto a una licenza di dieci giorni, che gli eviterà di partire per il fronte africano, un soldato settentrionale, Antonio, vincendo la propria ritrosia per il matrimonio (e anche perché le vuole veramente bene) accetta il consiglio della fidanzata, Giovanna – una focosa napoletana – e la sposa. Fintosi pazzo, per non doversi più separare da lei, Antonio viene scoperto e spedito sul fronte russo, dove, finita la guerra, risulta come "disperso". Convinta che il marito sia ancora vivo, dopo averlo aspettato tenacemente, a lungo, Giovanna parte per la Russia, lo cerca a Mosca e in Ucraina e, finalmente, lo ritrova. Salvato dal congelamento e dall’amnesia, che lo avevano colpito durante la ritirata, Antonio s’è rifatta una famiglia, unendosi alla sua soccorritrice, che gli ha dato anche una figlia. Disperata e decisa a dimenticarlo, Giovanna torna in Italia e distrugge tutti i ricordi della loro vita in comune. Qualche tempo dopo, è Antonio, sconvolto dalla sua ricomparsa, a venire in Italia per ritrovare Giovanna. Unitasi a un operaio, la donna è diventata madre a sua volta, per cui, pur confessando l’amore reciproco, lei e Antonio, decidono, per il bene dei figli, di separarsi per sempre.

– Su La7D, alle 21.30 la replica del varietà “Crozza nel paese delle meraviglie”. Programma di satira condotto da Maurizio Crozza. Rivediamo gli irriverenti personaggi interpretati dallo showman, da Matteo Renzi, a Beppe Grillo, al senatore Razzi.

– Su Mtv, alle 21.10 il film di avventura “I fantastici 4”, con Jessica Alba. Un gruppo di astronauti acquista dei superpoteri in seguito all’esposizione a radiazioni cosmiche e si trovano ad usarli per combattere i piani del loro nemico, il Dottor Victor Von Doom.

– Su Rai4, alle 21.10 il telefilm “C’era una volta”, con Jinnifer Godwin. La serie è liberamente ispirata a leggende e ai racconti classici della letteratura fantasy e soprattutto delle fiabe, ma impostati al giorno d’oggi, facendo spesso riferimento ai film d’animazione Disney tratti dagli stessi, da cui si riprendono nomi, personaggi e luoghi specifici.

– Su Rai5, alle 21.15 “Gli impressionisti”. Una serie in quattro episodi per raccontare la storia del movimento degli Impressionisti, fatta di ribellione e di coraggio, di luce e di lotta contro l’ufficialità e la perfezione dell’arte in un’epoca oramai proiettata verso il futuro. Le rivoluzionarie e magiche pennellate di Pissarro, Monet, Renoir, Degas o Caillebotte svelate al pubblico dal giornalista esperto d’arte Waldemar Januszczak, brillante esploratore dei luoghi, degli ambienti e delle persone, che animarono la scena artistica europea della fine del XIX secolo, per portare sulla tela la vita quotidiana, il sole vero, la modernità e la nuova società figlia della rivoluzione industriale. In questa quarta e ultima puntata, intitolata “Il crescendo finale”, si parla del fatto che furono solo otto le mostre dedicate all’Impressionismo e alla sua spasmodica ricerca della rappresentazione del ‘mondo nuovo’ che si affacciava all’orizzonte. Nell’esposizione del 1886, l’ultima, compaiono però artisti che vanno oltre i maestri originari del movimento impressionista e che non si limitano alla fotografia di un momento di spensieratezza o di un pomeriggio di sole lungo la Senna, come avevano fatto Pissarro o Monet. In questa puntata Waldemar Januszczak racconta il periodo in cui l’Impressionismo comincia a trasformarsi in ‘qualcos’altro’, quando irrompono sulla scena artistica parigina l’ossessione per la scomposizione della luce e del colore di Seurat e l’oscura, maniacale e fragile poetica di Van Gogh, giunto in città al seguito del fratello Theo mercante d’arte. Dalle tele scompaiono le facce baciate dal sole di signorine innamorate, per far posto alla pallida luce del nord e alle inquietudini notturne di un olandese dall’anima troppo delicata per le nuove sfide della modernità.

– Su Cielo, canale in chiaro di Sky, alle 21.15 il film di fantascienza “Le ultime ore della terra”, con Robert Knepper e Julia Bennson. Un frammento di materia interstellare colpisce la Terra. Un duro agente federale, il suo ribelle figlio e una scienziata del governo scoprono che a subire le maggiori conseguenze è la rotazione terrestre, a rischio di fermarsi. Per l’umanità si apre uno scenario apocalittico e le uniche chiavi di salvezza per l’intero pianeta sono rappresentate da un inventore caduto in disgrazia e da un arcaico sistema satellitare.

– Su La5, alle 21.10 il film drammatico “Rosamunde Pilcher – Decisione del cuore”, con Maxi Warwel. La protagonista, Antonia, stilista di talento, scopre che il fidanzato la tradisce. Sconvolta, fugge a casa dei genitori che vivono in campagna.

– Su RaiMovie, alle 21.15 il film storico “The queen – La regina”, con Helen Mirren. Quando gli inglesi, sgomenti e increduli, apprendono la notizia della morte della Principessa Diana, la Regina Elisabetta II è incapace di comprendere la reazione del popolo britannico alla tragedia. Al contrario Tony Blair, appena eletto Primo Ministro, avverte che la gente comune ha bisogno di rassicurazione e supporto da parte dei suoi leader. Mentre un’ondata di emozioni senza precedenti rischia di travolgere le istituzioni, Blair deve trovare un modo per avvicinare la regina alla nazione. Il film alterna finzione e immagini di repertorio, costruendo un ritratto sorprendente, intimo e divertente di una monarchia profondamente in crisi.

– Su Rai Premium, alle 21.10 la replica del varietà “Made in sud”. Programma dedicato alla comicità partenopea e non solo, condotto dai comici Gigi e Ross e dall’attrice Fatima Trotta, Elisabetta Gregoraci con la collaborazione del professore Enzo Fischetti e del Disc jockey Frank Carpentieri.

– Su RaiSport1, dalle 20.05 “Pallavolo Maschile: Campionati Mondiali 2014 – Porto Rico vs. Francia”.

– Su RaiSport2, alle 21 “Automobilismo: Campionato Italiano Gran Turismo – Gara 1” e, a seguire, alle 22.05 “Automobilismo: Campionato Italiano Gran Turismo – Gara 2”.

– Su Iris, alle 21 il film di fantascienza “L’uomo del giorno dopo”, con Kevin Costner e Will Patton. È l’anno 2013 e il mondo vive in una devastazione successiva ad una guerra nucleare. La vita va avanti in forme stentate e la popolazione si è rifugiata in comunità primitive che lottano tra loro per sopravvivere. Gli Holnists, guerrieri guidati dal dispotico generale Bethlehem, seminano il terrore nei villaggi, reclutando a forza i sopravvissuti più robusti. Un giorno in uno dei villaggi arriva un vagabondo solitario che, nel momento del pericolo, ha l’idea di assumere l’identità di un rappresentante del governo. In breve la notizia si diffonde e la posta che consegna diventa simbolo di speranza soprattutto fra i giovani che sentono il bisogno di tornare agli antichi valori.

– Su Mediaset Extra, alle 21.15 la replica del quiz “Avanti un altro! …pure di domenica”, condotto da Paolo Bonolis.

– Su Top Crime, alle 21.05 il telefilm “Il ritorno di Colombo”, con Peter Falk. Los Angeles, la città del lusso, delle grandi ville, delle pailettes e dei riflettori. In questo luogo dove tutto sembra possibile a patto di essere ricchi e affascinanti, un uomo goffo e trasandato lavora senza sosta per inchiodare alle proprie responsabilità chi infrange la legge. Il Tenente Colombo sembra perennemente fuori luogo e proprio per questo non è mai intimidito, sia che si trovi davanti a un grande direttore d’orchestra o a un geniale enfant prodige del cinema. Una volta individuato il colpevole, Colombo lo perseguita con visite incessanti, lo soffoca con aneddoti sulla sua famiglia, lo lusinga con complimenti e richieste di autografi per la moglie fino a fargli abbassare la guardia. In quel momento passa all’attacco, approfittando anche del più piccolo errore commesso dall’assassino e solo allora la sua vittima si accorge di quanto sia brillante il cervello nascosto da quella zazzera di capelli che sembra non avere mai visto un pettine.

– Su Real Time, alle 21.10 il reality “Il mio gatto è indemoniato”. Quando i dolci amici a quattro zampe si trasformano in nemici ingestibili c’è solo un uomo in grado di salvare la situazione: Jackson Galaxy, il maggior esperto di comportamento felino. Le sue avventure in questa trasmissione raccontano di felini difficilmente gestibili e, per questo, i proprietari decidono di rivolgersi all’esperto comportamentale, impegnato ad aiutare umani e gatti, ristabilendo l’ordine in casa. L’esperto di comportamento felino si occuperà di risolvere tutti i casi che vedono come protagonisti questi animali: con alle spalle oltre 15 anni di esperienza e un programma di formazione comprovata, aiuterà i possessori di gatti a trovare le cause del conflitto con i loro animali domestici.

– Su RaiStoria, alle 21 “Storie della Letteratura – Gli scrittori e la grande guerra Carlo Emilio Gadda raccontato da Piero Gelli”, critico letterario. In occasione del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, il pensiero di Carlo Emilio Gadda nel racconto di Piero Gelli. Gadda è stato uno scrittore, poeta e ingegnere, che ha segnato la narrativa del Novecento attraverso un impasto originalissimo di linguaggi diversi (dialetti, termini gergali e tecnici, neologismi) e un incessante stravolgimento delle strutture tradizionali del romanzo. Figlio primogenito delle seconde nozze di Francesco Ippolito, rimasto vedovo quasi trent’anni prima e risposatosi nel 1893 con l’ungherese Adele Lehr, Carlo Emilio Gadda nacque a Milano il 14 novembre 1893. Il padre, industriale tessile, e la madre, insegnante di lettere e poi direttrice in alcune scuole lombarde, assicurarono alla famiglia notevoli agi, non immuni da alcuni vezzi esteriori della media borghesia lombarda, come l’oneroso acquisto di una villa a Longone, in Brianza, contro la quale si indirizzò subito il sarcasmo di Gadda, che in essa vide l’origine di tutte le disgrazie familiari: infatti le spese sostenute in questa circostanza, nonché alcuni azzardati investimenti paterni nell’allevamento dei bachi da seta, uniti alla concorrenza dell’industria tessile giapponese, e, da ultimo, alla morte stessa del padre, che avvenne nel 1909, segnarono il passaggio, traumatico per il giovane, a una difficile condizione economica, a cui solo il lavoro e i sacrifici materni riuscirono a far fronte. Conseguita la maturità al Liceo Classico Giuseppe Parini (1912), contro la propria volontà e in obbedienza alle aspirazioni materne, Gadda si iscrisse, come il fratello Enrico, alla facoltà di Ingegneria del Politecnico di Milano: la rinuncia alle proprie inclinazioni letterarie fu la nota costante e dolente del ritratto che il Gadda maturo diede di sé. Da convinto interventista qual era, allo scoppio della prima guerra mondiale partì come volontario nei reparti territoriali delle truppe alpine, venendo dislocato nelle zone arretrate del fronte sull’Adamello e sulle alture vicentine. Fu imprigionato e deportato a Celle (Hannover, Germania), dove strinse amicizia con Bonaventura Tecchi, Camillo Corsanego e Ugo Betti. Dall’esperienza della guerra e della prigionia, dopo la rotta di Caporetto, uscirà il “Giornale di guerra e di prigionia”, pubblicato solamente nel 1955, con aggiunte nel 1965. Scritto come un diario e senza un preciso impianto letterario, l’opera è una denuncia forte e amara dell’incompetenza con cui era stata condotta la guerra e del degrado della vita dei prigionieri. L’opera gaddiana riporta in differenti occasioni alcuni dei temi che diventeranno il fondamento delle maggiori: il disordine oggettivo del reale, l’affetto dell’autore nei confronti del fratello, l’orrore della guerra, il disprezzo delle gerarchie. Al rientro in Italia, a Milano, i primi giorni di gennaio del 1919, è funestato dalla notizia della morte in un incidente di guerra, nell’aprile del 1918, dell’amato fratello Enrico, aviatore, "la parte migliore e più cara di me stesso", come annota nel Giornale. Tornato a Milano, nel 1920 ottenne la laurea in ingegneria elettrotecnica e poi si dedicò alla scrittura, la sua grande passione. Nel 1950, poi, si trasferì a Roma dove lavorò alla Rai per i servizi di cultura del Terzo programma radiofonico fino al 1955. Tra le sue opere letterarie, da segnalare “Novelle del ducato in fiamme”, un’ironica rappresentazione dell’ultimo periodo del fascismo, con il quale ottenne nel 1953 il premio Viareggio e “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana”, uno sperimentale romanzo giallo ambientato nei primi anni del fascismo, dal quale fu tratto il film “Un maledetto imbroglio” del regista Pietro Germi. Si spense a Roma il 21 maggio 1973. A seguire, alle 21.35, per il ciclo “Rewind”, va in onda il film biografico – storico “Napoleone”. La pellicola narra la prima parte della vita di Napoleone Bonaparte, dal 1781 quando dodicenne frequenta il collegio militare, passando per il 1789 quando partecipa, da ragazzo, alla presa della bastiglia, il 1792 quando era quasi diventato colonnello dell’esercito, fino al 1796 quando diventò generale, e fece la Campagna d’Italia.

– Su Italia2, alle 21.10 il cartoon “I Griffin”, che ruota attorno alle avventure di Peter Griffin e della sua famiglia residenti a Quahog, cittadina immaginaria del Rhode Island. Peter è un operaio incompetente, obeso ed ottuso, ed il suo comportamento è particolarmente mutevole: a volte è un padre assente e dedito all’alcool, che non riesce a farsi rispettare dai propri cari, altre volte invece, seppur per poco, riesce a svolgere degnamente il ruolo di capo famiglia. Sua moglie, Lois Pewterschmidt, è una bella e brava casalinga, insegnante di pianoforte (anche se raramente la si vede praticare quest’attività) che dimostra talvolta velleità artistiche ed esibisce comportamenti disinibiti. La coppia ha tre figli: Meg, Chris e Stewie, e un cane antropomorfo, Brian, il miglior amico di Peter. A seguire, alle 21.30 il cartoon “American dad”, che vede protagonisti i membri di una famiglia che vive in una cittadina della Virginia chiamata Langley Falls e che offre la rappresentazione dissacrante di una famiglia americana del dopo 11 settembre.

– Su Dmax, alle 21.10 “Giganti in vendita”. Programma dedicato a grandi acquisti all’asta.

Paolo Ghisleni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.