BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sono stato un idiota” Dopo 34 anni si pente il killer di John Lennon

A quasi 34 anni dall'omicidio di John Lennon, arriva il pentimento del killer, Mark David Chapman, oggi 59enne. L'omicidio avvenne l'8 dicembre 1980 a New York davanti all'ingresso del Dakota Building, il palazzo dove abitava con Yoko Ono, di fronte a Central Park.

A quasi 34 anni dall’omicidio di John Lennon, arriva il pentimento del killer, Mark David Chapman, oggi 59enne. L’omicidio avvenne l’8 dicembre 1980 a New York davanti all’ingresso del Dakota Building, il palazzo dove abitava con Yoko Ono, di fronte a Central Park.

Quando il musicista uscì di casa, Chapman gli strinse la mano e si fece firmare un autografo sulla copertina di Double Fantasy, ultimo album di Lennon. L’uomo rimase in attesa sul posto per altre quattro ore.

Alle 22.52, vedendo Lennon rientrare insieme alla moglie Yoko Ono, Chapman lo chiamò e gli esplose contro cinque colpi di pistola. Alla base del gesto le parole delle canzoni God e Imagine che Chapman, fervente cristiano, non poteva tollerare.

 Oggi Chapman, che sta scontando l’ergastolo nel penitenziario "Wende Correctional Facility" di Buffalo, nello Stato di New York, si dice pentito: "Sono stato un’idiota" ha affermato davanti alla commissione chiamata a decidere sulla libertà condizionata, finora sempre negata.

L’uomo ha sottolineato di aver riscoperto la fede religiosa in carcere e di essersi reso conto che si può scegliere tra Cristo e il crimine. "All’epoca – si legge nella trascrizione rilasciata dalla commissione – non pensavo ad altri che a me. Mi dispiace di aver causato tanto dolore.

Mi dispiace per essere stato un tale idiota e aver scelto la gloria sbagliata". Le parole di pentimento non sono state sufficienti, dato che la corte gli ha nuovamente negato la libertà condizionata perchè c’è ragione di credere che Chapman possa essere recidivo e quindi violare di nuovo la legge.

"Tante, tantissime persone lo hanno amato – ha aggiunto Chapman, parlando di Lennon -. Era un uomo grandioso e talentuoso e loro stanno ancora soffrendo per lui" e ha ammesso: "Non è un crimine come un altro". Chapman ha anche raccontato che continua a ricevere lettere dai fan del cantante inglese, feriti e addolorati dal suo folle gesto, nonostante siano passati ben 34 anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    34 anni di carcere possono cambiare una persona ? Io penso di sì, e credo che se avesse ucciso un tizio qualunque, anziché il divo Lennon, magari oggi godrebbe di qualche sconto dalla giustizia.

    1. Scritto da gigi

      le vittime e i moventi dei delitti non sono tutte uguali, altrimenti i giudici emetterebbero le sentenze con lo stampino. Questo omicidio ha fatto soffrire non solo amici e parenti di Lennon ma una intera generazione e piu’. L’ idiota, come si definisce, deve ringraziare per non essere stato giustiziato, pena prevista dalle sue parti.

      1. Scritto da Paolo

        Mi dispiace, Gigi, ma fatico ad accettare l’idea che esistano vite di Serie A e vite di Serie B. Lennon sarà stato pure un grande uomo, ma chi lo ha ucciso non è peggio di colui che ha ucciso un padre di famiglia, o un bambino, o una semplice persona comune.

        1. Scritto da Piero

          Comunque poteva già essere finito sulla sedia elettrica, negli USA. Cara grazia se dopo 34 anni è ancora lì a potersi pentire….

  2. Scritto da FabioR79

    All’idiozia, come alla stupidità, purtroppo non c’è rimedio, ma c’è un possibile pagamento: lavori forzati finché riesce a campare. Spero davvero non sprechino soldi solo per tenerlo in gattabuia.

  3. Scritto da Andy baumwolle

    Quest’ uomo ha compiuto un gesto crudelissimo, inutile e vigliacco
    Ha ucciso un uomo pacifico ed inerme che nella vita ha solo creato gioia e felicità
    Deve rimanere rinchiuso a vita perché è’ diventato un simbolo di inutile crudeltà

  4. Scritto da lala

    appunto, era (ed è) un idiota