BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ricordo vittime Vallanzasca Il Pd vota contro: caos in consiglio a Dalmine

Momenti di tensione in consiglio comunale a Dalmine mercoledì 27 agosto quando sul tavolo della discussione arriva la mozione, presentata da Forza Italia e Lega Nord, in merito all'individuazione di un percorso di riscoperta della memoria delle Guardie di Polizia di Stato D'Andrea e Barborini, vittime di Vallanzasca.

Scontro in consiglio comunale a Dalmine tra Pd e la minoranza di Forza Italia e Lega Nord: i toni si sono accesi sul decimo ordine del giorno, la mozione presentata dai consiglieri comunali Gianluca Iodice (FI), Claudia Maria Terzi e Fabio Facchinetti (Lega) in merito all’individuazione di un percorso di riscoperta della memoria delle Guardie di Polizia di Stato Luigi D’Andrea e Renato Barborini, uccisi il 6 febbraio 1977 al casello autostradale di Dalmine da Renato Vallanzasca.

Il primo disappunto è espresso dal capogruppo del Pd Carrara: "Ricordo quella domenica mattina. Dalmine fu il punto focale delle notizie di quel giorno.Ricordo persino il nome del bandito ucciso nello scontro a fuoco. Vallanzasca si diede alla fuga. Ma fu un fatto che coinvolse Dalmine solo per caso. Per caso un delinquente si trovava all’uscita dell’autostrada di Dalmine. Paragonare questo fatto all’evento del 6 luglio 44 francamente mi sembra esagerato, il 6 luglio è una ferita che ha inciso profondamente la carne di Dalmine". Per il consigliere del Pd, dunque, sarebbe stato più opportuno parlare piuttosto degli episodi drammatici che coinvolsero Dalmine negli anni di piomboe che si conclusero con l’uccisione di Aldo Moro.

Nella proposta di Lega e Forza Italia anche l’intitolazione di un luogo della città alle due guardie, individuato dal consigliere Iodice nel nuovo parco dietro la vecchia casa del fascio.

Una mozione che è stata respinta con i voti contrari del Pd: sui 17 presenti sono infatti arrivati 8 voti contrari, 6 favorevoli e 3 astenuti (del Pd).

Il sindaco Lorella Alessio ha sin da subito precisato la propria posizione: "La proposta è lodevole ma preferirei che questo percorso sia condiviso con tutti i soggetti che poi ne diventeranno protagonisti: associazioni, forze dell’ordine, polizia di stato e scuole".

A far storcere il naso all’opposizione, in particolare, la motivazione del capogruppo del Pd Carrara: “E’ successo casualmente a Dalmine”. 

"Sono rimasto sconvolto dalle parole del consigliere Carrara – commenta Iodice, membro attivo dell’associazione Maresciallo di P.S. Luigi D’Andrea-Caduto nell’adempimento del dovere-MOVC – Era una mozione priva di ogni polemica politica che invece è stata strumentalizzata e trasformata in un momento a mio parere vergognoso per il consiglio comunale di Dalmine. Al nostro fianco si sono schierati anche gli altri consiglieri di opposizione del Movimento 5 Stelle, di Patto Civico e di Nostra Dalmine. Pensavo fosse uno di quegli ordini del giorno che, per il suo valore morale, si risolvesse velocemente con consenso unanime. A chi ci chiede perchè non abbiamo mai intrapreso nulla di simile quando eravamo noi ad amministrare dico che un percorso da parte nostra è stato intrapreso nel 2012, proprio per portare nelle scuole una vicenda della quale si parla troppo poco, o non se ne parla proprio, nelle aule. E c’è anche una legge regionale del 3 maggio 2014 che aveva istituito proprio il 6 febbraio come giorno della memoria per i Servitori della Repubblica caduti nell’adempimento del dovere". 

Polemica la reazione dell’ex sindaco Claudia Terzi che si è sfogata su Facebook: “Forse ho capito male – scrive – Il sindaco dice no alla mozione Forza Italia e Lega Nord perchè secondo lei non deve decidere il consiglio comunale ma deve essere condiviso. Ma condiviso con chi scusate? Il nostro obiettivo era di iniziare un percorso per coltivare un ricordo. E il Pd riesce a fare polemica inutile e strumentale anche questa volta su un argomento così importante. Assurdo”.

Viola Carrara

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da io c'ero

    strumentale la mozione, strumentalizzato l’intervento , magari infelice. Ridicolo che tutto sto casino per una cosa gonfiata e preannunciata già dal paginone sull’eco il giorno prima abbia fatto passare sotto silenzio i fatti rilevanti del consiglio. Le linee programmatiche del sindaco, su cui Tiraboschi, Cortese e Steffenoni si sono astenuti, le mozioni della minoranza avallate dalla maggioranza e le risposte ad alcune interrogazioni importanti tra cui il rumore degli aerei.

  2. Scritto da silvia

    Ma dai.. credete davvero che a Iodice o alla Terzi freghi qualcosa dei due poliziotti uccisi a Dalmine? Erano così interessati a Dalmine che sia l’uno che l’altra hanno abbandonato la sedia dalminese per una + prestigiosa, lasciando il Comune nello stallo totale. Vergogna per chi fa il politico in questo modo!

    1. Scritto da + verande x tutti

      Eh, già. Non essendo di sinistra a questi personaggi non può importare niente dei poliziotti uccisi. Mentre a quelli di sx importano molto i poliziotti o i carabinieri. Vedasi la vicenda Carlo Giuliani.
      Questi non provano vergogna, son già rossi di suo.

      1. Scritto da sgrammaticature

        vai prima a scuola di grammatica e poi di storia

  3. Scritto da silvano

    serebbe piu opportuno spendere il tempo in cose piu importanti come la tutela dei cittadini che ricordare sempre dei momenti brutti nella storia .è stato un momento drammatico non ci sono dubbi ,ma a dalmine ci sono cose molto piu importanti da risolvere .

  4. Scritto da pusillanimi

    lega e del cdx di dalmine davvero fanno ridere: mentre guidavano il comune hanno passato piu’ tempo a begare tra di loro che a fare qualcosa x i cittadini meritandosi la sonora sconfitta elettorale! Ma perche’ non ci hanno pensato quando a decidere erano loro a fare qualcosa per commemorare le guardie cadute?!? Visto che furono tanto bravi a bloccare la messa in onda del relativo film potevan pensarci no? La Terzi poi che ha abbandonato Dalmine x fuggire in regione dovrebbe solo star zitta

    1. Scritto da Name You Sir

      Per quanto io non voglia giustificare lega e fi, in realtà esiste un motivo per muoversi adesso: come riporta anche l’articolo a maggio la regione Lombardia ha istituito il 6 febbraio (giorno del delitto) come giorno della memoria per i Servitori della Repubblica caduti nell’adempimento del dovere. Sicuramente di altre cose più importanti si poteva parlare e si è infatti parlato in sede consiliare.

      1. Scritto da lobby

        mi domando se andassi domani a chiedere un percorso della memoria per due congiunti morti sul lavoro ( diciamo due muratori) o un orologiaio ucciso dal rapinatore cosa succederebbe.

  5. Scritto da Berghem

    Commemorare un fatto storico come questo non significa fare polemica politica. Le parole del rappresentante del Pd hanno dell’incredibile. In uno Stato serio si sarebbe gia’ dimesso … con le dovute scuse al Corpo dei POLIZIA. Dopo l’invito a parlare in pubblico ad un certo Curcio, certe cose bisogna aspettarsele. Soprattutto dalla sinistra, che a mio avviso ha un’ idea distorta di cio’ che sono le istituzioni. Riflettete… riflettete…

  6. Scritto da Daniele

    Non era una mozione politica?! E allora cos’era?
    Qui c’è un po’ di confusione… i poliziotti morti al casello di Dalmine sono caduti durante un’operazione di polizia contro criminali comuni, non è un fatto legato alla lotta politica, tant’è che esiste già un monumento alla memoria di quei morti proprio al casello di Dalmine.
    Sfruttare quell’evento doloroso ormai passato nei fatti e nella memoria cos’è se non un’azione politica?!

    1. Scritto da Gianluca Iodice

      “Priva di ogni polemica politica”. Ovviamente la mozione era “politica”, nel senso di una presa di posizione simbolica da parte di tutte le forze politiche. Non c’era strumentalizzazione, glielo garantisco. Non a caso, era presente in aula la vedova di D’Andrea, a cui ho chiesto il permesso di presentare una mozione in tal senso.

  7. Scritto da oscar

    reds

  8. Scritto da Mark

    Beh i tre astenuti direi che possono pure lasciare il loro posto.Astenersi quando si rappresenta una parte della comunità non mi pare sia fare il proprio lavoro.
    Poi palese l’ostruzionismo a priori,che di fatto ha consegnato il paese in mano a ‘ilvio:qualsiasi cosa dica la fazione opposta si é contrari anche se potrebbe esser una proposta interessante..

    1. Scritto da che vor dì?

      ci hai un po di confusione in testa… che vuol dire?

      1. Scritto da Mark

        Le farò un disegnino..

  9. Scritto da ste

    Che vergogna, l’ass terzi si ricorda ( al secondo consiglio da opposizione ) del delitto vallanzasca…ma negli anni quando ha fatto il sindaco non ha potuto fare niente circa la riscoperta della memoria delle Guardie di Polizia di Stato… polemica strumentale del cdx dalminese ormai rabbioso per il successo elettorale

    1. Scritto da PRIMO CONSIGLIO

      PER LEI è IL PRIMO ALL’INSEDIAMENTO ERA L’UNICA ASSENTE

  10. Scritto da Cittadino deluso

    Sono fortemente deluso dalla nuova amministrazione!Ieri sera in consiglio comunale era pure presente la Vedova D’Andrea..zero rispetto per le vittime che per il PD sono CASUALMENTE morte a Dalmine…non ci sono parole!!!!complimenti!!!se questi sono i presupposti ne vedremo delle belle in 5 anni!!

    1. Scritto da vendetta o memoria?

      la vedova ieri ha dichiarato che si augura che casualmente un delinquente arrivi a casa di Carrara. Ora sono per il rispetto dei morti, soprattutto se servitori dello stato, ma mi chiedo se la prudenza del sindaco non fosse giusta nella costruzione del percorso visto che pare più un percorso di vendetta che di memoria. Brutta storia, ma memoria travisata

  11. Scritto da Giovanni

    Terzi: Il nostro obiettivo era di iniziare un percorso per coltivare un ricordo, poteva iniziarlo lei quando era sindaco. Politicanti che strumentalizzano solo per propaganda, ecco cosa siete.

  12. Scritto da Sconcertato

    Avrei una domanda per il “signor” Carrara, ma allora secondo il suo ragionamento ad auschwitz non andrebbe commemorato niente perché casualmente era stato scelto quel posto???? Per i soliti preciso che è una domanda provocatoria, sia mai che la vostra inteligenza superiore vi spinga a lanciarvi in sproloqui per questo commento

    1. Scritto da el zorro

      due servitori dello stato e come tali caduti sul lavoro. Giusto commemorare loro e le migliaia di morti sul lavoro che ogni anno il nostro paese deve contare: non ci sono monumenti però in ogni cantiere. Iodice e la Terzi non aspettavano altro che un voto contrario per far montare il caso che di per sé si sgonfia da solo visto che il sindaco ha detto che le sta bene fare il percorso solo non nel modo desiderato dalla mozione

  13. Scritto da cosi' e'

    Che vergogna,ma non si rendono conto,che in questo caso non si trattava di destra o sinistra,ma di onorare due eroi dello stato,povere loro famiglie,non potra’ servire ma sono loro vicino col cuore.Povera Italia,se siamo governati da tale persone che guardano a chi ha preso l’iniziativa e non se sia giusta.

    1. Scritto da Andrea

      Queste iniziative dovrebbero essere concordate e condivise prima e non proposte attraverso la mozione di una parte politica, altrimenti sono destinate a generare futili polemiche da teatrino della politica. Forse, dico forse, era proprio questo l’obiettivo dei presentatori

      1. Scritto da infatti....

        infatti il sindaco ha chiesto di concordarle prima e anche i consiglieri pd. pretendere di dettare l’agenda alla maggioranza con mozioni che se le bocci succede un putiferio manifesta la volontà strumentale

    2. Scritto da lavoratore Tenaris

      Ma per piacere la strumentalità di questa proposta è del tutto evidente. Controprova: PdL e Lega hanno amministrato gli ultimi cinque anni (e dieci in passato) perché non lo hanno celebrato loro con intitolazioni e quant’altro questo episodio?
      E basta pagliacciate abbiamo problemi più seri da affrontare…..