BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Scudetto alla squadra con più italiani in rosa” L’Atalanta sarebbe terza

L'assessore regionale allo Sport Antonio Rossi lancia la proposta di dare uno scudetto virtuale e una serie di riconoscimenti alle squadre che disputano il prossimo campionato di calcio di Serie A che hanno nella loro rosa il numero più alto di calciatori italiani: Sassuolo, Cesena e Atalanta sarebbero le migliori. “Un'iniziativa a favore della Nazionale”.

Più informazioni su

"Come Regione Lombardia propongo  di dare uno scudetto virtuale e una serie di riconoscimenti alle squadre che disputano il prossimo campionato di calcio di Serie A che hanno nella loro rosa il numero più alto di calciatori italiani. Un premio ovviamente simbolico ma, a mio avviso di grande significato. Quest’anno il mio scudetto all’italianità andrebbe al Sassuolo, di Giorgio Squinzi, che su una rosa di 28 calciatori ha 25 italiani e 3 solo tre stranieri". Lo afferma Antonio Rossi, assessore allo Sport e alle Politiche per i giovani di Regione Lombardia, alla vigilia dell’avvio dei campionati di calcio si serie A e di serie B.

PREMIARE ANCHE ATALANTA – "Al secondo posto – continua Rossi – il Cesena che su 32 calciatori ne ha 25 italiani e 7 stranieri e un riconoscimento assolutamente forte e speciale anche all’Atalanta squadra lombarda bergamasca che dei 33 atleti in rosa ne ha 24 italiani e 9 stranieri".

INZIATIVA A FAVORE DELLA NAZIONALE – "E’ un’iniziativa – spiega l’assessore lombardo – che non vuole essere contro gli stranieri ma che, invece, vuole premiare quelle società che si impegnano a mettere in mostra i nostri talenti. Sappiamo  – prosegue Rossi – quanto ci sia bisogno di far crescere nuovi e forti calciatori soprattutto in virtù di una squadra nazionale di calcio che si sta fortemente rinnovando e che è in cerca di una identità per i prossimi impegni internazionali legati all’Europeo".

UN INCONTRO PER TRATTARE DEL TEMA – "Aggiungo – conclude Rossi – che, compatibilmente con tutti gli impegni agonistici , mi piacerebbe ospitare  in Regione i dirigenti e calciatori di queste compagini calcistiche per lanciare un forte messaggio per la valorizzazione dei nostri calciatori". 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da giulio

    Una bella provocazione che leggendo i commenti non è … capita da tutti!!!
    Poi però non lamentiamoci che la nazionale fa letteralmente schifo nonostante tanti “italiani” li per sbaglio grazie ai …. trisnonni o a qualche cavillo sul passaporto!!!

  2. Scritto da Vito

    Lo scudetto per ordine alfabetico…. Atalanta prima, speriamo che Ascoli stia lontano dalla serie A per un po’. A proposito di stranieri oggi Conte ha fatto visita al ritiro dell’ Inter, che schiera 9 stranieri su 11.

  3. Scritto da italiani

    pure la mia famiglia vince lo scudetto perchè tutti i miei figli sono sicuramente figli di mia moglie. Ma fatemi il piacere di evitare buffonate…

  4. Scritto da dark

    Avrà pure un vago (…) sapore leghista. Ma ha un fondamento,. Preciso e forte. E viene da uno che lo sport l’ha fatto e sa così.
    Molto bene. I tetti agli extracomunitari avrebbero anche questo senso…. anche “gli italiani” vano “coltivati”, tutti e in tutti i settori…non solo nel calcio.

  5. Scritto da Marco

    Purtroppo qui non è semplicemente una questione di quantità, bensì di qualità. Anche la squadra del mio oratorio ha giocatori solo italiani, ma non lo fa per “mettere in mostra i nostri talenti”. Prima bisogna crearne di talenti, basta guardare il Belgio che in dieci anni (rifondando TUTTA la federazione calcistica dalle scuole calcio in su) ha creato una nazionale di ventenni uno più forte dell’altro!

  6. Scritto da Paolo

    Non capisco il senso di questa proposta, specialmente perché viene da un uomo che ha respirato l’aria internazionale e multietnica dello sport.

  7. Scritto da Dai

    Ma come ,da una redazione che sponsarizza l’invasione di clandestini ,una provocazione simile?

    1. Scritto da viva la squola itagliana

      Ma tu dove hai fatto le elementari, in Kenia?

      1. Scritto da Dai

        Mi scusi Professore…Ho scritto con il telefonino e non ho riletto.
        Il concetto comunque mi sembrava chiaro,cosi’ come è chiaro che si scrive Kenya e non Kenia…Quindi,caro Professore, vada a dare lezioni altrove,grazie!!!
        Viva la geografia…

      2. Scritto da cosi' e'

        Dai:-non ha tutti i torti.

        1. Scritto da plebani jacopo

          presumo si riferisse allo “sponsArizza” :)

  8. Scritto da patroclo

    sassulo, cesena e atalanta… forse non è un caso che in questa classifica manchino juve, inter, roma, ecc… è una questione di mercato: chi può permetterselo amplia la sua scelta a giocatori di tutto il mondo, gli altri si “accontentano” di quello che c’è in italia.
    insomma, non credo che istituire questo scudetto possa modificare la situazione… perchè chi punta a vincere lo scudetto, quello vero, continuerà a fare queste scelte.

  9. Scritto da ElleA69

    sarà anche una provocazione, ma mi trova d’accordo…

    1. Scritto da Alberto

      Pure a me. Poi non lamentiamoci se le nazionali vanno male (basket incluso).