BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ha predicato anche a Bergamo l’imam bosniaco dell’Isis

Uno dei casi che preoccupano il Viminale è quello di Bilal Bosnic, imam itinerante originario della Bosnia, che per anni ha vissuto nel nostro Paese predicando la jihad tra Cremona (dove era stato inviato al centro culturale islamico), Bergamo e Pordenone.

I servizi italiani sono sempre più preoccupati per la rete di combattenti stranieri e italiani che si muovono agilmente in Europa. 

Uno dei casi che preoccupano il Viminale è quello di Bilal Bosnic, imam itinerante originario della Bosnia, che per anni ha vissuto nel nostro Paese predicando la jihad tra Cremona (dove era stato inviato al centro culturale islamico), Bergamo e Pordenone. A Bergamo è stato nell’inverno scorso, quando ha incontrato un gruppo di bosniaci di fede islamica (Islamsko Dzemat Bergamo) che lui definisce la ummah musulmana che fino all’anno scorso si ritrovavano alla Celadina, alla sala Curò che fa capo alla circoscrizione. 

Oggi Bosnic è diventato uno degli esponenti di spicco dell’Isis: dalla Bosnia, dove ha fatto ritorno, continua a lanciare appelli in rete chiedendo ai giovani musulmani di unirsi al califfato. Il suo profilo Facebook pullula di post che inneggiano all’Isis e all’autoproclamatosi califfo Abu Bakr al Baghdadi.

L’imam era ben inserito a Cremona e nei centri limitrofi, motivo per cui sono stati rafforzati i presidi dei siti sensibili presenti in città e provincia.

In realtà, spiega l’Huffington Post, Cremona e una decina di centri della provincia sono sotto osservazione da quando il territorio è stato al centro di una delle principali inchieste gestite in Italia sul terrorismo islamico, quella partita nel biennio 2003-2004 e sfociata nel maxi processo in Assise svolto nel 2006. Tra gli obbiettivi dei potenziali attentatori c’era il Duomo di Cremona.

L’allerta delle ultime ore riguarda potenziali obiettivi di nuovi attacchi: poli industriali, vie di comunicazione, stazioni, centrali elettriche, depositi di combustibili e gas, luoghi di aggregazione di particolare rilevanza. Su questa base, le pattuglie hanno già iniziato a monitorare ogni sito in maniera sistematica, non a orari fissi. La Digos, intanto, continua a monitorare movimenti e contatti delle persone vicine a Bosnic.

Sono anche i servizi stranieri degli altri paesi a chiederci di tenere massima l’allerta. Il timore è che si verifichino altri casi come quello di Raphael Gendron, ingegnere belga considerato da tutte le polizie come uno degli “intellettuali” del terrorismo islamico in Europa.

Nel 2009 Gendron fu arrestato a Bari con i complimenti dell’allora ministro degli Interni Maroni: nel suo camper gli agenti trovarono una pen drive con i testi dei predicatori di al Qaeda, il testamento di un combattente pronto al martirio e una serie di riferimenti ad attacchi terroristici. Secondo la procura, in cella fu intercettato mentre progettava un attacco terroristico da compiere all’aeroporto di Parigi. La corte d’appello italiana, però, decise di assolverlo, e lui ripartì alla volta della Siria, dove morì pochi mesi dopo combattendo sotto le bandiere dell’Isis.  

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Turbina Marinetti

    Non riusciamo a distinguere un musulmano cattivo da uno buono? In realtà è tutto molto semplice: se sei una brava persona, un umanista, sei un cattivo musulmano; se sei un ottimo musulmano, sei una pessima persona. Abbiamo una legge che vieta i crimini? Vietiamo l’islam, e chi lo vuole praticare vada in un paese islamico. Mi sembra che siamo a posto.

  2. Scritto da SI Si

    Si si,armiamoci e partite per l’ennesima guerra(crociata usa)santa americana. Voi andate avanti,io vengo più tardi.

  3. Scritto da mario59

    Purtroppo gli estremismi esistono in ogni parte del mondo e in ogni cultura.
    C’è chi inneggia alla guerra santa contro il grande satana occidentale, e chi inneggia alla guerra contro gli islamici, senza distinzione alcuna…quando due decidono di fare a botte, normalmente finiscono entrambi in ospedale se non peggio, se uno dei due è più intelligente e non raccoglie le provocazioni oltre a non provocare, di solito finisce li..anzi a volte diventano pure amici.

    1. Scritto da Vikingo62

      Normalmente la tua soluzione è la più logica ed auspicabile. In questo caso però l’elemento scatenante, il denaro, non permetterà mai tale esito….

  4. Scritto da ugo

    Secondo me come predicatore non era un gran chè.Qui in bergamasca si dice che sono tornati al loro paese a far la guerra santa 50 fedeli. Se fosse stato piu bravo ne avrebbe fatti tornare 50.000.

  5. Scritto da Federico

    Con moschee “ufficiali” non ci sarebbe spazio per gli esaltati. Tutto sotto controllo e il primo che sgarra finisce dentro.

    1. Scritto da max

      Questa scemenza ce/se la poteva risparmiare,a perché secondo lei con un luogo di culto in questo caso è la moschea,ma poteva essere una chiesa cattolica,tutto sarebbe sotto controllo,anzi chi sgarra va dentro,ma ci faccia il piacere,infatti con i preti pedofili che predicano in luoghi “ufficiali” come dice lei,oratori e parrocchie quanti sono assicurati alle patrie galere,ZERO

  6. Scritto da W V.E.R.D.I.

    No va bhè… ma siamo noi che dobbiamo farli integrare.Siamo noi che abbiamo fallito nel non saperli accogliere.

  7. Scritto da TT

    Miiiii che paura dei terroristi… Intanto girando per la nostra provincia,si rischia solo di essere rapinati nel Parco del Serio,rapinati in stazione a BG,rapinati in casa propria etc etc,e io dovrei aver paura dei terroristi…?!

    1. Scritto da Jack Scassy

      Sono le persone come Lei che non hanno ancora capito che è in atto una silenziosa invasione dell’Islam. Con l’attuale tasso di natalità vedremo tra 50 anni se gli italiani saranno ancora la maggioranza in questo paese. Si legga gli ultimi libri della Fallaci, potranno esserle d’aiuto. Per quanto riguarda i terroristi non sarei così ironico, l’Isis sta arruolando moltissime persone provenienti da tutta Europa, potrebbe magari trovarseli sotto casa e non saperlo nemmeno, auguri!

      1. Scritto da Luigi

        Nel 2050 sulla terra i saranno 10 miliardi di persone. abbiamo cinque guerre appena fuori casa. Ogni anno la mafia ci costa un migliaio di euro a cranio. E lei ha paura dell’islam? ma dove vive?

      2. Scritto da X

        Pregasi citare atto terroristico riconducibile all’Islam avvenuto in Italy. Altrimenti non scassare con tue fife…!

        1. Scritto da cosi' e'

          xi-certo che l’educazione non e’ il suo forte,e mi viene anche il dubbio sulla sua nazionalita’.

        2. Scritto da il polemico

          a milano qualche anno fa davanti ad una caserma.un seguace dell’islam ha tentato di farsi saltare in aria per punire gli infedeli italiani,ma la bomba ha fatto cilecca,lui ha perso la vista e la sanità italiana si è accollata tutte le spese per curarlo..la cosa più buffa è che qualche mese prima durante un battibecco,la santanchè lo apostrò come terrorista bombarolo,ma il pd e parte dell’opinione pubblica la bollò come razzista e incitamento all’odio razziale.chi aveva ragione?

          1. Scritto da pes persec

            aveva ragione il polemico ovviamente.è bravo solo lui,s informa bene solo lui,insegna a vivere solo lui,le sa solol lui,è migliore di tutti solo lui,ha ragione solo lui.c inchiniamo a tanta sapienza ,saggezza,maestria nel saper vivere

          2. Scritto da il polemico

            errato mister persec,io non so nulla,solo che rispondo se so cosa sto scrivendo e noto che non per tutti è cosi.tu in primis immagino.saluti

  8. Scritto da Jack Scassy

    A Curno ce ne sono ben due di finte moschee, una in località Crocette mascherata come associazione culturale e l’altra nella palestra delle scuole medie, gentilmente concessa dall’amministrazione Serra, in spregio a tutte le normative nazionali sulla sicurezza e a quelle regionali collegate al Piano dei Servizi del P.G.T. (che prevede che la palestra abbia uso esclusivamente scolastico). Aspettiamo che ci arrivi qualche tagliagole dell’Isis anche qui così ne vedremo delle belle poi

    1. Scritto da ru

      Per le informazioni che ho, dietro Isis e altro ci stanno guerre vere di un altro tipo: GLI AFFARI, di Usa, Urss (e a seguire gli altri). L’Europa, notoriamente non sa dove stare, perché dipende da entrambi.

  9. Scritto da Luigi

    Non è una novità che in Italia i balordi abbiano carta bianca e i cittadini miti e onesti abbiano vita difficile…

  10. Scritto da il polemico

    Secondo la procura, in cella fu intercettato mentre progettava un attacco terroristico da compiere all’aeroporto di Parigi. La corte d’appello italiana, però, decise di assolverlo, e lui ripartì alla volta della Siria, dove morì pochi mesi dopo combattendo sotto le bandiere dell’Isis……se pure i giudici rilasciano i terroristi,fortuna che è morto,altrimenti avevamo un terrorista accertato libero in italia perchè la magistratura aveva stabilito cosi….allibito

    1. Scritto da Federico

      Le ragioni per cui fu assolto? Era un terrorista? Fuori le prove, ti direbbe un avvocato.

      1. Scritto da il polemico

        quali erano le ragioni,si è dimostrato chi era realmente….cè da aggiungere altro?

        1. Scritto da Federico

          Fuori le prove al processo, non quelle venute fuori dopo. Ahah polemico, un qualsiasi avvocato di provincia ti farebbe a pezzetti.

          1. Scritto da il polemico

            se l’accusa era di essere un terrorista ed è stato scarcerato per mancanza di prove o per qualche cavillo,rimane il fatto che era un terrosita ed è morto nella Jihad.per la giustizia era un onesto,nella realtà non lo era.

          2. Scritto da Federico

            L’accusa non poteva essere sostenuta, quindi è stato scarcerato non perchè un giudice buonista l’ha perdonato. Su polemico, sento stridore di unghie sui vetri.

          3. Scritto da il polemico

            cavolo,da come scrivi,sembri un suo simpatizzante o il suo avvocato.ma alla fine della fiera per te il giudice ha fatto bene o male a scarcerarlo?se ha fatto bene,vuol dire che l’accusa non sa fare il suo lavoro,è stato rilasciato un terrorista e,siamo fortunati che è morto in siria e non facendosi saltare in aria in italia,se ha fatto male,dovrebbero radiarlo…mahhhh

          4. Scritto da Federico

            Ha giudicato in quel momento, con le prove che aveva in quel momento, non con quello che è successo poi. È così difficile capirlo? Tu con il senno di poi sei bravissimo, vedo.

          5. Scritto da il polemico

            appunto,ha giudicato un terrorista non terrorista,che però poteva costarci caro con il senno di poi…..se per l’accusa stava organizzando un’attentato a parigi,prima di lasciarlo libero si deve essere sicuri al 110%,almeno questa è la mia opinione.e notare che il soggetto era conosciuto da tutte le polizie europee,ma non è bastato a condannarlo.si erano sbagliate tutte?

          6. Scritto da Federico

            Ha giudicato che quella persona non era terrorista con le accuse in quel processo in quel momento. Si vede che l’accusa non aveva prove convincenti. Adesso ti faccio un disegnino.

          7. Scritto da il polemico

            vabbe,se faceva saltare una scuola sicuramente qualche prova in più si trovava,forse.resta il fatto che per tutte le polizie europee era un pezzo grosso dell’organizzazione,ma per il giudice italiano non era sufficente che fosse ricercato….e ha di fatto scarcerato un pericoloso terrorista .concludo come ho scritto sopra.fortuna che non ha fatto danni qui,.qui mi fermo,saluti

    2. Scritto da la polemica

      Ne azzeccassi mai una, quello di cui parli è un altro, questo è vivo e vegeto. Mannaggia , leggi bene gli articoli dei giornali .

      1. Scritto da il polemico

        come sempre non capite mai quello che leggete……io ho scritto solo cosa succede a chi viene arrestato per terrorismo,cosa importa se questo è ancora vivo?mica era stato arrestato,come quello da me menzionato e riportato nell’articolo.che serve tenere il livello alto se poi li si lascia liberi di agire?pensare che avevo pure ricopiato di sana pianta un pezzo dell’articolo…ma tutti a me i farlocchi devono venire?dovrei pensare che siete votanti del pd

        1. Scritto da la polemica

          Rileggiti , prova a vedere se riesci a capirti tu …….. neanche quando le metti per iscritto le panzane sei in grado di ammetterle ?

          1. Scritto da il polemico

            io non ho bisdogno di rileggere,so cosa scrivo,al contrario dei farlocchi che rispondono senza nennemo capire a cosa rispondono e pure insistono.vedrò di sillabare,ma ora mi fermo,ti ho dedicato troppo tempo.saluti

      2. Scritto da Federico

        Non ne ha bisogno, ha sempre la Verità (che fa male) in tasca.