BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Esecuzione James Foley Il Sun fa il nome del boia Sarebbe un ex dj 23enne

Il quotidiano britannico The Sun identifica in Abdel-Majed Abdel Bary, ex dj rapper londinese 23enne, il boia di James Foley, il giornalista americano decapitato dai miliziani dell'Isis. Anche il Mirror fa lo stesso nome, insieme a quello di Aine Davis.

Più informazioni su

Sarebbe un ex dj rapper londinese di origine egiziana di 23 anni il boia di James Foley, il giornalista americano barbaramente decapitato dai miliziani dell’Isis: a dirlo è il quotidiano britannico The Sun che fa il nome di Abdel-Majed Abdel Bary.

Abdel-Majed Abdel Bary è figlio di Adel Abdul Bary, estradato due anni fa negli Stati Uniti dall’Inghilterra perchè ritenuto tra i partecipanti agli attentati del ’98 nelle ambasciate Usa in Kenia e Tanzania, e considerato uno dei più stretti collaboratori di Osama Bin Laden.

L’ipotesi è rilanciata anche dal Mirror che, però, fa anche il nome di Aine Davis, un altro londinese.

Residente nella zona ovest di Londra, Abdel-Majed Abdel Bary è partito lo scorso anno alla volta della Siria per unirsi ai combattimenti. Tra i suoi reportage su Twitter anche la foto di una testa decapitata e la descrizione di un rapimento e di una tortura subiti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sepp

    si profila con sempre maggior evidenzala necessità di riformare radicalmente l´ONU, ponendo le nuove Nazioni Unite a garanzia del rispetto della pace e dei diritti dell´uomo ed operando una pressione fortissima per chi decida di non rispettarne le decisioni. Tale processo di riforma non può più essere ritardato.