BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per Jack Bonaventura un compleanno agrodolce Se ne va o resta?

Il talento marchigiano festeggia il suo 25esimo compleanno con le valigie in mano. Ma i suoi tanti estimatori restano alla finestra e a meno di dieci giorni dalla chiusura del mercato mancano le offerte concrete: alla fine resterà a Bergamo?

Più informazioni su

Sognava il salto nel grande calcio Giacomo Bonaventura, dopo due stagioni letteralmente esaltanti che l’hanno portato sul taccuino degli addetti ai lavori di mezza Serie A. Sulle sue tracce c’è stata la Lazio, poi sono arrivate la Juve, il Milan. Si è parlato anche di Inter e, infine, insistentemente, di Fiorentina. La Viola pareva la società giusta, l’ideale per il campioncino adottato da Bergamo che con Montella sembrava destinato ad avvicinarsi definitivamente al calcio che conta, quello fatto concretamente di Europa. Invece il 22 di agosto, davanti alle venticinque candeline da spegnere, il Jack che tutti volevano è ancora sotto le Mura venete, ad allenarsi a Zingonia in vista della prima gara ufficiale, quella che sabato sera metterà di fronte Atalanta e Pisa per il terzo turno di Coppa Italia.

Un compleanno agrodolce, insomma, per Bonaventura che, attaccato com’è a Bergamo e ai bergamaschi, non si è mai sbilanciato troppo parlando del suo futuro, evitando quelle frasi che poco piacciono ai tifosi e tenendosi sempre per sé il sogno di essere ceduto a una big. Che il suo destino sia ancora in nerazzurro? Ad oggi, con meno di dieci giorni di trattative ancora da spendere, la risposta pare sia "sì": i suoi tanti estimatori, infatti, non si stanno facendo avanti e nelle scorse settimane, quelle che lo avrebbero davvero potuto portare da un’altra parte, in quel di Zingonia non sono arrivate le proposte che Marino e Percassi si aspettavano.

La pista più accreditata, quella della Fiorentina, si è raffreddata parecchio negli ultimi giorni, con Cuadrado che probabilmente resterà in viola per via dei 40 milioni che il club toscano ha chiesto a Barcellona, Manchester United e Bayern Monaco, che si stanno già muovendo su altri fronti. Così, i soldi (e il posto) per Bonaventura sono venuti a meno, e il fantasista marchigiano ora inizia davvero a pensare che anche nella prossima stagione potrebbe essere a disposizione di Colantuono. Per questo i vertici societari, per riempire le casse spremute dai tanti arrivi delle ultime settimane, hanno già provveduto a mettere sul mercato altri pezzi pregiati, come Andrea Consigli e Luca Cigarini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Franz Josef

    se un sacrificio deve essere fatto, io sacrificherei Bonaventura e terrei Cigarini. Bonaventura – pur ottimo giocatore – è più facilmente sostituibile anche ricorrendo a soluzioni tattiche diverse mentre la partenza del Ciga rischierebbe di aprire una voragine in un centrocampo già non ricchissimo di idee.

  2. Scritto da gio da pv

    Se rimanesse sarebbe una grande opportunità sia x la Dea che x Jack : il prossimo anno varrà almeno il doppio e il suo ingaggio sarà davvero da top player. Tutti gli atalantini gli fanno i migliori auguri per un eccellente campionato, a BG o altrove. Grazie Jack!