BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atb, arrivano i rincari 5 centesimi in più per i bus cittadini

Atb ha comunicato i nuovi prezzi dei biglietti che entreranno i vigore dall'inizio di settembre. Si tratta di un aumento che riguarda solo alcune zone. Ecco nel dettaglio i rincari nella nota stampa diffusa dall'azienda.

Più informazioni su

Atb ha comunicato i nuovi prezzi dei biglietti che entreranno i vigore dall’inizio di settembre. Si tratta di un aumento che riguarda solo alcune zone. Ecco nel dettaglio i rincari nella nota stampa diffusa dall’azienda:

Da sabato 1 settembre 2014 entrano in vigore le nuove tariffe del trasporto pubblico locale. Il Comune di Bergamo, in data odierna, ha adottato con delibera di Giunta le variazioni delle tariffe del trasporto pubblico locale per l’area urbana di Bergamo, comprendente Bergamo e i 30 comuni limitrofi. La Regione Lombardia, con delibera del 1° agosto 2014, ha approvato il nuovo adeguamento tariffario per l’anno 2014 e l’Amministrazione Comunale di Bergamo ha attuato le prescrizioni regionali con un incremento medio dello 0,84%, contenendo in particolare i prezzi dei titoli di viaggio obliterabili. Le variazioni riguardano: i biglietti di una e tre zone che aumentano rispettivamente di 5 e 10 centesimi, e il tesserino 10 corse di una e tre zone che aumenta di 50 centesimi.

Rimangono invariati i biglietti e i tesserini 10 corse di due, quattro e cinque zone, i biglietti turistici e quelli dedicati alle comitive. Le variazioni interessano anche gli abbonamenti da uno a quattro zone: i mensili aumentano di 1 euro, gli annuali ordinari di 5 euro e gli annuali studenti di 4 euro.   Il Comune di Bergamo, così come altri comuni dell’area servita da ATB, intende partecipare, anche quest’anno, alla spesa delle famiglie per l’acquisto degli abbonamenti annuali studenti con un contributo pari a  € 35 per la tariffa A, € 45 per la tariffa B ed € 50 per le tariffe successive.  

“Per quello che riguarda la variazione delle tariffe, – spiega l’assessore alla mobilità Stefano Zenoni – si tratta di aumenti imposti dal contratto di servizio e definiti dalla Regione, ma l’azienda ha cercato di contenere il più possibile i costi per gli utilizzatori abituali e di distribuire al meglio gli aumenti in modo da ridurre l’impatto sull’utenza. Accanto a questo aumento inevitabile, ATB ha predisposto alcune migliorie che vanno incontro alle richieste dell’Amministrazione per il potenziamento del servizio esistente: 21 nuovi autobus in servizio entro l’anno, il potenziamento al sabato sera delle linee 6 e 8 e l’incremento della frequenza della stessa linea 6 nelle mattine feriali (a partire dall’entrata in vigore dell’orario invernale), e nei prossimi mesi l’installazione a bordo degli autobus di nuove emettitrici, tutte migliorie che si affiancano all’applicazione inaugurata poco prima dell’estate e che sta riscontrando buon successo. A breve, inoltre, ATB e l’Amministrazione si incontreranno per discutere future soluzioni riguardo il servizio notturno.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Narno Pinotti

    Rincaro medio secondo il comunicato dell’Atb: 0,86%. Inflazione (ossia svalutazione della moneta e aumento dei prezzi) a luglio 2014 rispetto a luglio 2012 (quando c’era stato il precedente aumento delle tariffe): 1,3%; dato dell’Istat. Di che cosa stiamo parlando? Di biglietti che aumentano 1/3 meno dell’inflazione?

    1. Scritto da ru

      già, peccato che gli stipendi dei dipendenti sono fermi. Fermi da 6 anni, con perdite di potere d’acquisto ben oltre il 10 per cento. Ecco di cosa si parla, caro sig. Pinotti. Questa scelta d’aumento era x caso nel programma elettorale di Gori & C.?!? ….e mi fermo qui

      1. Scritto da Narno Pinotti

        Che c’entra il governo di una città con una materia prettamente regionale (e provinciale) come il trasporto pubblico locale? I biglietti aumentano in media ogni due anni, regolarmente, con qualsiasi giunta: il gasolio rincara, i costi di manutenzione e d’investimento pure, perciò prima o poi rincareranno pure le tariffe, soggette a inflazione come tutti gli altri prezzi. Il sindaco del suo paese si è fatto per caso eleggere con la promessa di non aumentare il metano? Pirla chi l’ha bevuta.

        1. Scritto da ru

          Come lei dice, sono scelte POLITICHE. Gori parlava di investimenti nella mobilità alternativa in campagna elettorale. Se questo è il primo passo non è male. Se c’è una materia prima che oscilla (e si abbassa ) di prezzo sono proprio i combustibili. Perché mai gli investimenti dovrebbero aumentare di prezzo? E le manutenzioni? e perché dovrebbero aumentare, visto che siamo in deflazione? Ed è in crisi anche il settore dei meccanici. Sorry, la sua difesa è poco convincente.

          1. Scritto da Narno Pinotti

            Non siamo (non ancora) in deflazione, ma in inflazione bassa: 1,3% su base annua; e il rincaro medio dei biglietti è nettamente inferiore all’inflazione. Gli investimenti costano perché il costo dei mezzi nuovi aumenta nel tempo. I ricambi aumentano di prezzo, perché se non rincarassero chi li vende lavorerebbe in perdita e chiuderebbe. Visto che i rincari ci sono più o meno ogni due anni, vuol dire che non dipendono dalla giunta.

          2. Scritto da dark

            Scusi, ma lei segue il mercato degli autoveicoli? I prezzi sono fermi e spesso anche lievemente calanti. Tutto il resto è ugualmente confutabile, dagli investimenti ai ricambi. Notizia dell’altro ieri che anche i meccanici sono in crisi per calo di lavoro…questa secondo lei cos’è? vero che non siamo in deflazione, ma siamo sul confine. E lei sa che le voci che compongono l’inflazione sono molte. Non so se ci siano i pullman, ma francamente dubito.

    2. Scritto da Mao

      La smetta di difendere questi incapaci,secondo loro è così,secondo me invece dai loro bilanci risultano multe non pagate per 300mila euro annui da anni per qualche milionata di euro,cosa hanno fatto per recuperare questi soldi NULLA,e per evitare questo NULLA e allora cosa aumenti per coprire gli extracomunitari che non pagano,su faccia il bravo.

      1. Scritto da Narno Pinotti

        Mi indica per favore la o le voci di bilancio da cui Le risulta questo dato? Mi sono letto tutte le tabelle del bilancio 2012, ma non ho trovato riscontri a quanto Lei dice, tranne forse alla voce “crediti verso clienti in contenzioso”: 100.255€, in calo di oltre 4000€ rispetto all’anno precedente (104.803€). Ma non sono sicuro che i “clienti” siano solo i viaggiatori né che “il contenzioso” indichi solo le multe.

  2. Scritto da Nicola

    Assessore come sua prima uscita una vera e propria figuraccia…e il programma elettorale? Pensate che siano tutti ricchi come voi? Dimettetevi

  3. Scritto da usiamo il cervello

    come diceva il buon Giulio (Andreotti) ci vuole un governo di sinistra per fare una politica di destra….

  4. Scritto da Marco

    Quindi si toglie con la mano destra e si restituisce con la sinistra!! Non era meglio non aumentare?!?

  5. Scritto da Willer

    Aumento che riguarda solo per chi paga il biglietto…ovvero gli onesti…il resto se la ride..e i controlli ? zero assoluto, tanto arrivano i contributi dall’Europa.

  6. Scritto da c.b.

    C’era da aspettarsi prima un miglioramento del servizio e poi, eventualmente, una revisione delle tariffe. I programmi elettorali diventano cartastraccia.

  7. Scritto da mak

    ah ah ah ah siamo alle solite, in certe Vie Cittadine non passano autobus pèrima delle 7.00 al mattino, e dopo le 20.00 scatta il coprifuoco, ma smettetela di prenderci in giro e svegliatevi ad osservare altre Città di come sono ben organizzate

  8. Scritto da dark

    Si, insomma. Aumuentiamo e voi cittadini dovete esserci riconoscenti….Caro neoassessore, è questo il cambio passo? nei costi per le tasche degli utenti SI; ASSOLUTAMENTE. Siete davvero farseschi. con rispetto per il genere teatrale

    1. Scritto da Riccardo

      E’ sempre comodo prendersela solo il neo assessore, la delibera arriva dalla Regione che, naturalmente, ci dimentichiamo di criticare.
      Chissà come mai?

      1. Scritto da max

        la smetta di difendere l’indifendibile,la regione da delle direttive,il comune poi proprietario di atb decide se aumentare o no le tariffe.Residenti di Bergamo vi sta bene,soprattutto nelle periferia dove avete votato in massa il Miliardario Gori,che faceva il povero ecco vi e ci sistema subito.Recuperare le multe dei biglietti non pagati quello mai.

        1. Scritto da Luca

          Primo: l’aumento è deciso dalla regione del tuo amico. secondo: non decise se aumentarle o no. Decide solo chi le deve pagare. Terzo: poteva fare come gli altri anni. Far pagare l’aumento a tutti i cittadini come ha fatto l’anno scorso l’altro tuo amico. Ti sembra giusto che io, che non uso l’autobus, debba pagare per chi lo usa? Ma non siete voi che non volete pagare per gli altri? vedi extracomunitari. Coerenza saltami addosso.

      2. Scritto da Luca

        Già, chissà come mai. Adesso ce lo spiega.

        1. Scritto da dark

          Non serve spiegare. Legga bene l’articolo. E’ già una buona informazione. Piuttosto, il buttarla in “partiti-chese” forse giova a qualcuno, ma non certo ai cittadini. Se i fatti sono buoni i cittadini non guardano se sia dx o sx pregiudizialmente Lei invece no?

      3. Scritto da dario

        Il comune poteva coprire l’aumento, facendo così ricadere il costo non solo sugli utenti dei mezzi pubblici (che solitamente sono i più colpiti dalla crisi). Insomma una cosa di sinistra, come fece tra l’altro l’amministrazione Tentorio lo scorso anno. Ma chiaramente BergamoNews non pubblica la replica della minoranza, riporta solo le dichiarazioni della sua campana

        1. Scritto da pippo

          E il comune con che soldi copre? Ancora con quelli dei cittadini. Strano che tentorio abbia evitato aumenti l’anno delle elezioni (usando comunque soldi pubblici) e non nei quattro anni precedenti.

          1. Scritto da dario

            Le sfugge una piccola differenza che ho fatto notare nel mio commento. La manovra di sx è ammortizzare i costi del trasporto pubblico (solitamente utilizzato da chi non può permettersi altro mezzo di trasporto, e quindi “sta peggio”) con ricavi da altre fonti, di chi “sta meglio”. La manovra di dx è far pagare il servizio a chi ne usufruisce, fregandose di chi già sta in condizioni difficili. Non dico che una mossa sia giusta e l’altra sbagliata, ma solo che Gori ha scelto quella di destra.

          2. Scritto da Narno Pinotti

            S’informi: in provincia di Bg circolavano nel 2010 622704 auto: fanno 100 auto ogni 134 maggiorenni; sono pochini i bergamaschi appiedati. Il mezzo pubblico non è affatto usato da chi non può permettersi altro mezzo di trasporto: è usatissimo nelle aree densamente popolate, con alta concentrazione di servizi e scarso parcheggio. E siccome il biglietto copra circa il 35% dei costi, il trasporto locale è DA SEMPRE in gran parte finanziato con le tasse provinciali pagate da tutti.

          3. Scritto da dark

            Scusi, tanto per dire, ma gli studenti che usano in quantità evidenti a chiunque i mezzi pubblici, dove li mette, li consideriamo? Mi sembra un’opinione a dir poco discutibile la sua. Opinione, non informazione. E’ proprio sicuro che in Italia le municipalizzate dei trasporti siano per forza in perdita?

          4. Scritto da Narno Pinotti

            Gli studenti si dirigono appunto in zone densamente popolate, con alta concentrazione di servizi (l’istruzione superiore non c’è nei paeselli). E non è vero che «non possono permettersi» l’auto, perché non è questione di denaro: sono proprio esclusi dal mercato dell’auto in quanto minorenni. L’Atb ha registrato un piccolo attivo solo negli ultimi due anni, come (poche) altre municipalizzate: ma hanno anche altre entrate, tipicamente la sosta nelle strisce blu.

          5. Scritto da dark

            scusi ma… si rende conto che così avvalora la tesi che si aumenta per fasce deboli? Quindi l’aumento colpisce proprio queste? O comunque lei è pro questa amministrazione e pro aumenti. Voglio dire, lei dica pure i dati che crede, le sue restano opinioni, sono valide o no quanto le altre. Cordialità.

          6. Scritto da alura

            passare da dati a deduzioni non è informazione, ma fare letture. opinabili. come la sua. …

          7. Scritto da Narno Pinotti

            Invece fare affermazioni senza un dato, anzi smentite dai dati che cos’è? Trovi una definizione lei, che a me vien solo da ridere. Gente che dice la prima cosa che le salta in testa, senza uno straccio di argomento e in spregio persino al buonsenso, e quando i dati le danno torto, «sono letture opinabili». Comodo, eh?

          8. Scritto da Alura?

            e che dato, di grazia, dovrei riportale, per spiegarle che anche le sue sono opinioni? Più dotte, magari, ma sempre opinioni. In più qui applaude il comune e poi conferma che gli studenti sono una fascia debole, colpita. A lei sta bene? A me no. Visto che chi lo ha preceduto NON L’HA FATTO. Non perché nero e si chiamasse Giro, ma semplicemente perché non l’ha fatto.

          9. Scritto da Narno Pinotti

            Sotto la giunta Tentorio le tariffe Atb sono aumentate nel 2009, 2011, 2012, 2013: cerchi su Google. Le opposizioni di allora protestarono con gli stessi argomenti dei commentatori di oggi, solo a parti politiche invertite. Perciò lei non solo non riporta dati, ma dice falsità. Gli studenti fascia debole? Gli studenti sono nella fascia di reddito dei loro genitori, non avendo un reddito proprio: come vede, mi mette in bocca cose che non ho mai scritto.

          10. Scritto da alura?

            Se le opposizioni allora protestarono, per gli aumenti dell’amministrazione Tentorio, adesso gli danno ragione facendo le stesse cose? Tra gli studenti ci sono anche fasce meno abbienti. Va bene così? Per me non cambia nulla del ragionamento.. Stia sereno

          11. Scritto da Narno Pinotti

            Con le anguille che sgusciano di qua e di là è inutile ragionare. Lei ha fatto una confronto di valore fra due giunte fondandolo su una falsità. Smascherata la clamorosa balla, lei risponde parlando di tutto tranne che della sua figura di palta, forse perché certi dati non sono «letture opinabili».

          12. Scritto da Alura?

            Stia sul punto: lei difende la scelta di questa amministrazione, Tutto il resto, palta o quel che credei, avanza. L’aumento POTEVA Essere evitato, stante TANTE CONDIZIONI. NON è stato fatto, e da una parte politica che gridava contro Tentorio quando lo fece. E sono passati neanche 3 mesi dalle elezioni!!! Lasci le anguille e anche la FUFFA. (per inciso, non ho violato Tentorio). Se Tentorio ha fatto male ad aumentare adesso va bene?!? Oppure andava bene prima? io questo NON L”HO MAI SCRITTO,