BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nelle mani dell’Isis anche due italiane Forse sono Vanessa e Greta

I militanti dell’Isis hanno recentemente sequestrato altri quattro ostaggi stranieri tra Aleppo e Idlib: si tratterebbe di due donne italiane, un danese e un giapponese. Lo scrive il Guardian nell’edizione online. I sequestri porterebbero a oltre 20 il numero degli stranieri ostaggio dei militanti islamici. Sarebbero giornalisti, fotografi o operatori umanitari. Dopo il sequestro sono stati trasferiti a Raqqa, la roccaforte Isis nel nord della Siria.

I militanti dell’Isis hanno recentemente sequestrato altri quattro ostaggi stranieri tra Aleppo e Idlib: si tratterebbe di due donne italiane, un danese e un giapponese. Lo scrive il Guardian nell’edizione online. I sequestri porterebbero a oltre 20 il numero degli stranieri ostaggio dei militanti islamici. Sarebbero giornalisti, fotografi o operatori umanitari. Dopo il sequestro sono stati trasferiti a Raqqa, la roccaforte Isis nel nord della Siria. Il Guardian non cita fonti e non fa i nomi dei sequestrati: non c’è modo dunque di sapere con certezza se le due italiane siano Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, le volontarie scomparse alla fin di luglio nell’area di Aleppo. Il quotidiano britannico osserva che i rapimenti si sono dimostrati un buon business per i militanti islamici dal momento che negli ultimi sei mesi almeno dieci ostaggi tra cui un danese, tre francesi e due spagnoli sono stati liberati dopo lunghi negoziati con i rapitori che avevano chiesto in cambio un riscatto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da vergogna

    Questo filmato è una vergogna per tutti, una sconfitta sia per i musulmani che per i cristiani e soprattutto per gli Stati Uniti.
    Al posto di armare 30 anni fà questi animali per poi farci una guerra su vari fronti ( iraq afganistan ecc,,) avesse il mondo intero dialogato e istruito quelle popolazioni senza andare a derubarli di quello con cui vivono oggi non saremmo qua a vedere questa morte in diretta.

    1. Scritto da Quindi ?

      Bene, d’accordo. E adess ?

    2. Scritto da Francesco

      Secondo lei i governi guerrafondai che basano la propria economia sulla guerra si interessano dei decessi di “qualche” innocente? Per loro sono solo danni collaterali.

  2. Scritto da Raimondo V.

    Ma sono gli stessi sequestratori-terroristi della Siria che qualche tempo fa sono stati armati dagli stati occidentali per combattere il “dittatore” Assad? Ma non erano combattenti per la libertà contro quel fantomatico regime dittatoriale?
    Qui si ha la memoria sempre più corta…
    E naturalmente ora armiamo i curdi…

  3. Scritto da Tt

    É si,ci vuole proprio una bella guerra,come ha detto renzi”vinceremo il terrorismo vinceremo la guerra”.
    Ed intanto qui sul suolo patrio ogni giorno un fatto di cronaca grave,commesso da extracomunitari miete vittime.
    A quando una guerra anche a loro?

    1. Scritto da bepi

      Renzi è un chiacchierone….non ha nemmeno prestato il servizio militare obbligatorio….sarà stato in campeggio con i boy-scout….
      Comunque le due maggiorenni ci sono andate volontariamente in Siria, non erano preparate? Colpa loro.Però basta vedere le immagini da loro stesse pubblicate ed il significato delle scritte in arabo alle loro spalle.Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    2. Scritto da Bah !?

      Ne ho lette di pirlate ma come questa è difficile.