BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gori scrive a Maroni: “Il trasporto ferroviario è davvero inaccettabile”

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori prende carta e penna e scrive al governatore della Lombardia Roberto Maroni per lamentare i continui disservizi della linea ferroviaria Bergamo-Milano. Cancellazioni, ritardi, sporcizia sui convogli utilizzati da migliaia di pendolari ogni giorno.

Più informazioni su

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori prende carta e penna e scrive al governatore della Lombardia Roberto Maroni per lamentare i continui disservizi della linea ferroviaria Bergamo-Milano. Cancellazioni, ritardi, sporcizia sui convogli utilizzati da migliaia di pendolari ogni giorno.

Ecco la lettera inviata dal primo cittadino:

Caro Presidente,

torno a sollecitare la Tua attenzione sul problema del preoccupante scadimento di qualità del trasporto ferroviario regionale, e in particolare sulla situazione del servizio – a mio avviso davvero inaccettabile – sulla linea Bergamo-Milano. Il bollettino di questi ultimi giorni è sconfortante: solo nella giornata di martedì almeno dieci treni sono stati soppressi – a sorpresa –  per il sommarsi di guasti tecnici e del deficit di personale derivante dalle ferie estive. Fatto sta che la condizione dei pendolari è sempre più disagevole, sommandosi ai ritardi ormai costanti e ad un evidente peggioramento del materiale rotabile in termini di comfort, di pulizia e di sicurezza. Difetta la manutenzione e il parco carrozze è sempre più deteriorato. Non solo: come ho potuto personalmente verificare, linee su cui Trenord e la Regione promettono costantemente il rispetto di composizioni da 6 vetture doppiopiano – in uno schema già “d’emergenza” (dovrebbero essere 7) – viaggiano sistematicamente a 4 carrozze monopiano.

E dovresti vederle: sono sporche, consumate e arrugginite. Non stiamo parlando di collegamenti secondari: la sola stazione di Bergamo, secondo i dati forniti da Centostazioni, arriva a 10 milioni di passeggeri annui ed è tra le prime stazioni di medie dimensioni in Italia. Stiamo parlando di linee su cui transitano passeggeri e merci che rappresentano il cuore del sistema produttivo della nostra regione, di infrastrutture e servizi che sappiamo decisivi anche ai fini del buon esito di Expo 2015. Urge che le aziende coinvolte, Trenord e RFI, si impegnino a recuperare uno standard di servizio che, inspiegabilmente, i nostri pendolari hanno visto in questi mesi precipitare da un livello scarso ad un livello davvero inaccettabile.

Da mesi si parla dell’acquisto dei nuovi 63 treni destinati al trasporto ferroviario regionale – Tu stesso me ne hai dato conferma – ma nessuna chiara informazione in ordine alla loro distribuzione e al calendario di messa in servizio è stata fornita fin qui ai rappresentanti dei viaggiatori lombardi.  Nessuna garanzia di miglioramento della situazione è stata fin qui fornita dal nuovo assessore Cavalli. Io credo che su questa partita Regione Lombardia debba intervenire con grande decisione. I nostri cittadini ce lo chiedono a gran voce , a tutela del buon nome di questa Regione – che ha l’ambizione di confrontarsi con i territori più avanzati d’Europa -, e soprattutto per rispetto verso le migliaia di persone che ogni giorno salgono su un treno regionale per andare a lavorare o a studiare. Per questo,  con gentilezza ma con forza, come Sindaco di Bergamo, sollecito il Tuo personale e tempestivo interessamento.

Un cordiale saluto,

Giorgio Gori

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fivelementi

    Questa problematica fu sollevata nel 2007 alle istituzioni cittadine. Mentre Brescia, Milano e la Brianza si munivano di infrastrutture Bergamo veniva tagliata fuori dai collegamenti. Bisognava allora contrattare a livello nazionale e regionale per un potenziamento dei collegamenti. ( aeroporto, EXPO, Kioto) Importante è in questa partita puntare su ( ex aeroporto, turismo, Kioto, cultura, Bergamo Porta Sud). Ultima chiamata …

    1. Scritto da dark

      Tardi non vuol dire necessariamente TROPPO TARDI. Se no siamo sempre al punto che lei dice. che Bg provi a giocarsela, se no siamo all’alibi di SEMPRE, che lei denuncia, giustamente

  2. Scritto da CHICCA

    Ma poverino… si e’ accorto solo ora dell’ indecenza ? ma abbia almeno un po’ di rispetto per chi utilizza tutti i giorni queste tratte per lavoro e invece di farsi pubblicita’ faccia i fatti. Le ferrovie fanno veramente schoifo!!!

    1. Scritto da Andrea

      e’ in politica da poco e sindaco da 3 mesi, quando doveva accorgersi? Non sono un fan di Gori, anzi, ma nell’esprimere liberamente i ns .commenti mettiamo le cose al posto giusto.
      Il problema sta nelle politiche regionali della dx che hanno sempre privilegiato il trasporto su gomma (brebemi e pedemontana) a scapito di quelli su ferro, bene ha fatto Gori a sottolineare il problema anche se una lettera non basta certamente a risolverlo.

  3. Scritto da Stefano Magnone

    Tralasciando i commenti sugli interventi poco pertinenti, quando volutamente insultanti, vengono al pettine i nodi di una politica formigoniana di investimento quasi esclusivo su strade e gomma. Ferrovie poco o nulla, specialmente sulla qualità del trasporto locale, nonostante i proclami. Senza trascurare la miopia di molti governi centrali che replicano le stesse politiche vecchie di quarant’anni. Anche in questo il cambio di passo a Bergamo è evidente, vista l’afasia di prima.

    1. Scritto da Luca

      Siamo fortunati a Bergamo ad avere un medico luminare come te, che si occupa anche di immigrazione, piste ciclabili, trasporto pubblico, ubicazione del Seminario, e quant’altro!

      P.s parli di trasporto su rotaia…ti sei mai chiesto se Gori e signora in 20 di lavoro a Milano hanno mai preso il treno una volta???se vuoi ti suggerisco la risposta.

    2. Scritto da ?????

      Prima di parlare di evidenza sarebbe bene avere in mano un qualche risultato, insomma uno straccio di fatti. Fin qui il suo, mi permetta, sa molto della politica vista, rivista e arcinota. Non esattamente nuova. E il cambio di passo sarà applaudito a esiti compiuti e visibili. Cordialità

  4. Scritto da Paolo rossi

    Meno male che Gori ha scritto, cosi il problema si risolvera’ di sicuro.
    Pensi a bergamo e non a fare il professorino
    Comunque lo dico in anticpo di anni, Gori vorra’/provera’ a’ candidarsi alle regionale per il posto di maroni……

    1. Scritto da Riccardo

      Intanto Tentorio nemmeno quello ha fatto, forse per non offendere la suscettibilità dell’alleato Formigoni. Se siamo in queste condizioni chi dobbiamo ringraziare?

  5. Scritto da adriano58

    la solita sinistra dai colletti bianchi…tutti bravi a scrivere e comunicare…si rivolga al governo renzi che stanzi i fondi adeguati per il traporto pubblico locale…così semplice no ? ( qualcuno dirà che il trasporto pubblico locale non c’entra )

    1. Scritto da Patrizio

      Quando non siamo capaci di vedere gli sbagli più evidenti e usiamo le frasi dei politici perchè le nostre scarseggiano vuol dire che abbiamo i governi che meritiamo. Avete visto ancora il palazzo della regione? chi l’ha voluto? Non bastava il pirellone? E’ stata fatta la 4 corsia sulla a 4 con costi enormi prendendo terreno alle aziende, era già in programma la brebeni, si doveva scegliere o una o l’altra.

    2. Scritto da Narno Pinotti

      Qui a non entrarci (su) c’è solo lei: il trasporto pubblico locale, in specie quello ferroviario, è di esclusiva competenza regionale.

  6. Scritto da Andrea

    Il personale è in difetto 365 giorni all’anno, non dipende dalle ferie. La carenza è ereditata da Trenitalia ma con Trenord gli straordinari sono pagati molto meno e non vale più la pena farne.
    I treni nuovi sono in totale 58 per colpa di fregature dell’Ansaldo-Breda, invece di quei cinque ulteriori Vivalto a pari investimento sono stati ordinati TSR più lunghi.

  7. Scritto da Dur

    che schifezza, che pena, che paura, ogni volta che salgo su ste treni penso a quante chiacchiere inutili Tutti I Nostri Altolocati politici hanno fatto, senza vedere nulla di concreto, siamo trattati peggio delle BESTIE, e non abbiamo nemmeno i Responsabili come invece hanno Gli Animalisti che ci difendono, ci tutelano ci rispettano, siamo in un Paese del Nord allo sfacio, RICORDAREVI QUANDO ANDRETE A VOTARE LA PROSSIMA VOLTA, ELIMINARE TUTTA QUESTA CLASSE DIRIGENTE INADEGUATA e DANNOSA

  8. Scritto da Cris

    Anche mia figlia scrive la letterina a santa lucia!

  9. Scritto da Semper

    Treni…come per tutto ciò che non funziona in questo Paese, tutta la gente che li ha gestiti o si occupa delle politiche in ogni campo, Gori compreso, sarebbe ora che si levassero dai Maroni!

    1. Scritto da Mark

      E poi? Chi avrà diritto a governare? Come si va avanti?
      Solito comportamento:spalare sterco anche su chi,magari come Gori, é appena arrivato e suppostamente le porcate non le hanno fatte.
      Poi sempre aspettare una manna dal cielo affinché si levino dai maroni..veeiamo di farli levare noi dai maroni visto che in quanto cittadini é nostro dovere!

  10. Scritto da Andrea

    Caro Sindaco non limitiamo la protesta alla sola linea bergamo-milano, che presumo sia quella via Treviglio. La situazione è ben più penosa sulla linea via Carnate, con costanti ritardi e treni ancora più sporchi o indecorosi, o sulla linea bergamo-lecco, sulla quale capita di trovare treni vetusti se non addirittura con motori diesel, e la linea bergamo-brescia, sulla quale, dalle 9 alle 12, non circolano treni e ció nonostante sono frequenti soppressioni e ritardi

  11. Scritto da simone

    Wow, dopo anni e anni che noi pendolari ci accorgiamo di questa letterale merda in cui viaggiamo, finalmente forse anche ai piani alti iniziano ad accorgersi.
    ps: si accorgono, ma non cambierà mai nulla finché non entreranno in circolo società private estere.

  12. Scritto da Stefano Magnone

    Il piglio deciso conferma il cambio di passo anche in questo ambito
    Nel merito del problema mi permetto sommessamente di affermare che vengono al pettine le scelte scellerate di Formigoni di investire, insieme allo stato, solo in strade e l’altrettanto scelta fallimentare di creare Trenord.

    1. Scritto da Luca

      Ma quale cambiò di passo???
      Al di la della presenza a Formentera e addirittura al Billionaire da Briatore, nn e’ stato fatto proprio nulla!
      Esattamente come Renzi che ormai è’ assodato essere un bluff, solo immagine, basta leggere che ne pensano ogni giorno i maggiori opinionisti non della Padania o del Foglio…ma di Corriere e Repubblica.
      Ha azzeccato il trucco 80 euro per vincere le elezioni, bravo, ma ora non solo tante chiacchiere…è al prossimo giro il giochino non gli riesce più.

      1. Scritto da andrea

        Fino a che le proteste si elevavano dai pendolari, noti peones senza rappresentanza, nessun commento da dx, ma se finalmente anche un sindaco di un capoluogo osa finalemente mettere in discussione l’eccellenza lombarda, vedo che qualcuno si innervosisce. Forse il cambio di passo deve ancora iniziare ma almeno rispetto a Tentorio qualcosa di nuovo c’é!!

        1. Scritto da Gino

          Cosa? Una lettera?! :)) ma fai ridere.. Chi sei suo cugino :))

          1. Scritto da Andrea

            Tu invece che hai fatto finora? Ho solamente preso atto che un sindaco ha (almeno) scritto una lettera. Pretendo maggior rispetto per le mie opinioni!

          2. Scritto da Riccardo

            Per quelli che hanno votato Tentorio il rispetto delle opinioni altrui è un optional.

          3. Scritto da Gino

            Tentorio ha la consapevolezza che in problema non si risolve con una lettera.. Mancano i soldi e senza non si fanno i miracoli .. Inutile scrivere lettere che servono solo ad andare sui giornali di agosto.. Pensi a mantenere le primesse elettorali.. Che fino ad oggi..

          4. Scritto da Gino

            E intanto aumenta i biglietti del bus… Cosa che tentorio aveva evitato di fare… Tutto cinema cime renzi

  13. Scritto da Miki

    Sporche,consumate,arrugginite. Quando frenano odore di freni insopportabile (e cancerogeno). Sedili schifosi, per l’inciviltà di pochi utenti ma anche per l’assenza di appalti per la pulizia. Devo continuare?