BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Truffa dello specchietto: “Io me ne sono accorto e ho zittito quell’uomo”

Il racconto di un ragazzo di Pontirolo che ha evitato il raggiro: "Quando si è accostato l'abbiamo aggredito verbalmente perché ci siamo ricordati di un servizio de Le Iene"

Nuovo tentativo di truffa dello specchietto sulle strade della nostra provincia.

L’ormai noto raggiro dello specchietto dell’auto fintamente rotto dallo scontro con un’altra vettura e la successiva richiesta di denaro del truffatore, è andato in scena lunedì mattina a Pontirolo Nuovo. Il racconto di un ragazzo che ha reagito ed è riuscito a sventare la truffa:

"Stamattina a Pontirolo Nuovo si è verificata una tentata truffa dello specchietto. Per fortuna però ci siano accorti in tempo e non siamo stati truffati. La macchina che ci ha inseguiti era di colore nero, un’ Alfa mi sembra, e alla guida c’era una persona con accento fortemente meridionale e con dei tatuaggi.

La dinamica è stata la solita (avevo visto il video de Le Iene, che ho riguardato prima di scrivervi): passando in macchina ha prima lanciato un sasso contro la nostra auto e poi ci ha seguito lampeggiandoci.

Ci siamo fermati e quando si è accostato l’abbiamo aggredito verbalmente perché ci siamo accorti subito che non avevamo colpito il suo specchietto ma bensì avevamo preso una sassata, perché abbiamo subito guardato nello specchietto retrovisore (e il nostro specchietto non era piegato).

Il truffatore si è giustificato dicendoci che voleva avvertirci che c’era qualcuno che lanciava sassi nella via.

Il fatto è avvenuti 50 metri dall’uscita di casa mia e la strada è abbastanza larga. Vi ho scritto per diffondere la voce, sicuramente andranno in qualche paese della zona per cercare di truffare qualcuno.

Chiedo gentilmente di rimanere anonimo visto che il fatto è successo proprio fuori casa"

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da roberto

    Ci sta denunciare certe cose ma a che serve dire “FORTE ACCENTO MERIDIONALE”
    Questo è razzismo ….
    Credete che non ci siano ladri o truffaldini di bergamo????????
    Svegliatevi

    1. Scritto da manuela

      speriamo che capiti anche a te così ci dai lezioni di bon ton

    2. Scritto da Sam

      Serve a dire che se capita una persona con accento meridionale e tatuato è probabile che sia lo stesso… Intelligentone! E’ tutto razzismo e sessismo in Italia ultimamente. Ma per favore! Allora il fatto che ha detto che aveva tatuaggi starebbe a significare che tutti quelli con i tatuaggi sono delinquenti? Allora perchè non ti scagli anche in difesa loro? Che ipocrisia! Ha solo dato due informazioni riconoscibile che permettano di riconoscere il truffatore in questione.

      1. Scritto da Samuele

        Ma non è che sia solo una indicazione o un avvertimento? Se vi capitasse di trovare qualcuno con accento meridionale e con tatuaggi che vi racconta la storia dello specchietto, apri l’occhio, forse vi vuole fregare. Che cavolo centra sempre razzismo, sessismo. Avete forse la coda di paglia? Se fosse stato di colore cosa doveva dire?

        1. Scritto da LUCIO

          In tal caso avrebbe dovoto dire: “diversamnete Bianco”

  2. Scritto da Padania Celtica

    Fate SEMPRE la constatazione amichevole. Al limite (se davvero avete urtato) risarcite del danno la vs assicurazione e non perdete la classe di merito (bonus/malus). Vedete che appena tirate fuori il modulo cid i furbetti vanno via come lepri..

  3. Scritto da clo

    fate presto a dire ..prendete la targa col telefonino..a me è capitato…prima il rumore.poi il tentativo di fermarmi,io al primo svincolo ho deviato bruscamente..loro erano 2 io sola e nn sono riuscita nemmeno a leggerla la targa,nn sono stupidi è il loro mestiere nn lasciare tracce,

    1. Scritto da uccio65

      hai ragione, non è facile, ma è l’unica “arma” legale che abbiamo in pugno.

  4. Scritto da gianluca

    Anche alla mia compagna a petosino qualche mese fa….le hanno spillato 100 euro. Erano su una fiat 500

    1. Scritto da TITTI

      Era una 500 nera?

  5. Scritto da roberto

    La targaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!

  6. Scritto da maga

    non ne possiamo più.basta gentaglia che vive d’espedienti, venuti qui solo per fare i fattacci propi, liberi di fare ciò che vogliono protetti dallo Stato, pene severe per questi mascalzoni, espulsione immediata e faccioamo pagare il rientro alla loro patria, via tutta la feccia dall’Italia, e i nostri sfaticati a lavorare nei boschi, e nei fiumi tra pietre e legname

  7. Scritto da OptimusPrime

    Tuttiz che hanno il telefono con la fotocamera, nessuno che prende i numeri di targa….avanti così!

  8. Scritto da kurt Erdam

    foto col telefonino e chiamare subito i carabinieri o la polizia.

  9. Scritto da Alessandro

    Anche a me è successo nel dicembre 2013 sulla rivierasca all altezza di Bottanuco una Alfa 147 scura con un napoletano o giù di lì alla guida stessa dinamica non è riuscito ad estorcermi niente nonostante i toni intimidatori,forse sarebbe stato meglio denunciarlo,visto che è ancora in circolazione

  10. Scritto da Joakim Persson

    Si dovrebbe fotografare sempre la targa di questi mescalzoni,anche perchè so per certo che la stessa macchina ha colpito ieri mattina alle undici a Petosino,stavolta estorcendo 150€.

    1. Scritto da Francesca

      Sai se è stata fatta denuncia? E’ stato avvisato il comune?

      1. Scritto da Joakim Persson

        No, la vittima non la vuol fare. Non condivido la cosa, ma ormai c’è pure tanta sfiducia nelle istituzuioni.

  11. Scritto da oscar

    le cosiddette forze dell’ordine ti diranno che non hanno auto libere e di recarti ala comando a fare la denuncia che non sortirà effetto alcuno. Autodifesa! Mai più senza fucile!

    1. Scritto da Appartenente alle FF.OO.

      Le “cosiddette forze dell’ordine” sono sempre impegnate perchè spesso e volentieri c’è “gente come te” che crea più problemi di quelli che pretende di risolvere da solo…

    2. Scritto da Armiamoci e....

      Ma bravo! Se hai bisogno di un fucile per difenderti da questi ladri che anche un ragazzo come quello che ha scritto ha fronteggiato benissimo col solo coraggio delle proprie parole, come farai se ti capiterà tra i piedi un delinquente vero e risoluto? Ti consiglio di fare un po’ di footing per allenarti a scappare in caso di pericolo, se no te la farai abbondantemente sotto…

  12. Scritto da uccio65

    occorre chiamare le forze dell’ordine senza esitare e prendere il numero di targa dell’individuo
    vedrete che questi individui spariranno dalla nostra “vita sociale”

    1. Scritto da Antonio

      eh eh teoricamente, ma molto teoricamente, con una colletta per la benzina delle volanti forse..