BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Paperoni a Piazza Affari al 2° posto i fratelli bergamaschi Rocca

I fratelli bergamaschi Paolo e Gianfelice Rocca, proprietari di Tenaris e di una lunga lista di società, sono al secondo posto nella lista dei Paperoni in Borsa stilata da MF-Milano Finanza.

Più informazioni su

Sono al secondo posto dietro Leonardo Del Vecchio. I fratelli bergamaschi Paolo e Gianfelice Rocca, proprietari della Tenaris e di una lunga lista di società, salgono sul podio dei Paperoni di Borsa 2014, una lista stilata dal quotidiano MF Milano Finanza.

In testa alla classifica c’è Leonardo Del Vecchio, patron di Luxottica, in virtù delle partecipazioni del valore pari a 15,165 miliardi di euro, quindi i fratelli Gianfelice e Paolo Rocca (Tenaris – 11,425 miliardi di euro) e la coppia Miuccia Prada-Patrizio Bertelli (Prada, 10,487 miliardi di euro).

Rispetto alla classifica del 2013 si verifica quest’anno un’inversione tra la seconda e la terza posizione a causa del calo di Prada (-27,89%) rispetto a Tenaris (-4,33%). Confermate la quarta e la quinta posizione dove si trovano, rispettivamente, i fratelli Benetton, le cui partecipazioni in Atlantia, Autogrill, Caltagirone Ed., Mediobanca, Pirelli&C, World Duty Free sono aumentate in valore del 7,71% (a 8,814 miliardi di euro), ed Emmanuel Besnier (Parmalat, 3,809 miliardi di euro).

Al sesto posto le famiglie Agnelli-Nasi che, tramite la crescita in valore delle quote di Exor (3,456 miliardi di euro, +7,13%), guadagnano una posizione rispetto al 2013. Al settimo e all’ottavo due new entry: Stefano Pessina (Walgreens, 3,395 miliardi di euro) e Peoplès Bank of China (3,116 miliardi) per le quote in Enel, Eni, Fiat, Generali, Prysmian e Telecom Italia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mao

    16 ERG 6,23 2009 1.579 Milano Riccardo Garrone
    17 Riva Fire 5,82 2009 24.151 Milano Emilio Riva
    18 Fininvest 5,4 2009 19.100 Milano Silvio Berlusconi
    19 Italmobiliare 5,36 2009 23.864 Bergamo Giampiero Pesenti
    20 Saras 5,31 2009 2.200 Milano Gian Marco Moratti

    ]

  2. Scritto da mao

    11 Edizione 11,31 2009 90.000 Treviso Gilberto Benetton
    12 Unipol 9,53 2009 6.991 Bologna Pierluigi Stefanini
    13 Edison 9,38 2009 3.923 Milano Umberto Quadrino
    14 Ferrero 6,35 2009 21.600 Alba Pietro Ferrero

  3. Scritto da mao

    5 Telecom Italia 27,16 2009 76.028 Roma Franco Bernabè
    6 UniCredit 27,07 2009 165.000 Milano Dieter Rampl
    7 Poste Italiane 20,1 2009 152.074 Roma Massimo Sarmi
    8 Finmeccanica 18,17 2009 73.398 Roma Giovanni De Gennaro
    9 Intesa Sanpaolo 17,40 2009 104.000 Torino Giovanni Bazoli
    10 Fondiaria Sai 11,88 2009 7.714 Torino Salvatore Ligresti

  4. Scritto da mao

    Questa lista si riferisce alle maggiori aziende italiane per fatturato nell’anno 2009.

    Per le banche sono stati considerati i ricavi, per le assicurazioni i ricavi tecnici.

    N. Nome Azienda Fatturato
    (in miliardi di €)
    Anno Dipendenti Sede Persone chiave
    1 Assicurazioni Generali 120,06 2009 84.603 Trieste Gabriele Galateri di Genola
    2 Eni 127,00 2013 78.417 Roma Paolo Scaroni
    3 Enel 64,03 2009 81.000 Roma Fulvio Conti

  5. Scritto da max

    Non sono contribuenti italiani le loro società hanno sede in Lussemburgo,ma sfruttano le casse italiane vedi sanità.

    1. Scritto da Beppe

      Dimmi che stai scherzando……………..

      1. Scritto da il polemico

        la società che controlla la tenaris ha la sede in lussembrugo,quindi è in lussemburgo che paga le tasse,cosi il lussemburgo è ricco e noi poveri

        1. Scritto da Beppe

          Facciamo un conto di quello che versa tra IRAP e contributi per ogni dipendente?

          Smettiamola di dire fregnacce per favore…..

    2. Scritto da Mario66

      È vero, li ho visti all’asl di borgo palazzo in fila per chiedere l’esenzione del ticket …

      1. Scritto da Mao

        Infatti non rientrano nella lista delle più grandi aziende o se preferite multinazionali italiane come ENI ,Mediaset ,Telecom ecc,perché non è e non ha sede e dunque il gruppo non è italiano,ok

        1. Scritto da Informarsiprimadiparlare

          Non so dove trovi certe classifiche ma anche l’Eni ha sede in Lussemburgo.

          1. Scritto da Mao

            Cerchi pure su internet e su qualsiasi giornale finanziario e vedrà che in nessuna classifica delle maggiori aziende italiane Tenaris,Techint non compariranno mai pur avendo migliaia di dipendenti e miliardi di dollari o euro di fatturato poi si dia la risposta