BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna la Bèrghem fest, il clou è Maroni-Martina “moderato” da Feltri

La Bèrghem fest di Alzano lombardo compie 25 anni: un quarto di secolo targato Lega Nord. La principale festa bergamasca del Carroccio è appuntamento tradizionale per gli appassionati di politica. Sul palco allestito nell'area feste sono saliti tutti i big del partito ora guidato da Matteo Salvini. E anche quest'anno dal 21 agosto al 1 settembre non mancherà nessuno, da Bossi a Maroni passando per Tosi.

La Bèrghem fest di Alzano lombardo compie 25 anni: un quarto di secolo targato Lega Nord. La principale festa bergamasca del Carroccio è appuntamento tradizionale per gli appassionati di politica. Sul palco allestito nell’area feste sono saliti tutti i big del partito ora guidato da Matteo Salvini. E anche quest’anno dal 21 agosto al 1 settembre non mancherà nessuno, da Bossi a Maroni passando per Tosi. Ancora una volta sarà l’occasione giusta per tastare il polso dei militanti dopo una tornata elettorale in chiaroscuro: positiva alle Europee, dove l’effetto Salvini si è fatto sentire, negativa alle Amministrative con molti Comuni bergamaschi ceduti al centrosinistra. Il cambio della guardia è avvenuto anche ad Alzano lombardo dopo anni di amministrazione leghista.

L’appuntamento clou della 25esima edizione è il dibattito di domenica 31 agosto: il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni si confronterà con il ministro bergamasco Maurizio Martina. Moderatore d’eccezione Vittorio Feltri, editorialista de “Il Giornale”. Sarà un faccia a faccia incentrato su Expo, tema su cui i due esponenti si sono scontrati più volte nei mesi scorsi. Maroni chiede garanzie al governo dopo i ritardi e le inchieste.

Il calendario definitivo deve essere ancora ufficializzato. Per ora è confermata la presenza di Matteo Salvini, Umberto Bossi, il sindaco di Verona Flavio Tosi, i sindaci bergamaschi guidati dal primo cittadino di Spirano Giovanni Malanchini, i consiglieri regionali e gli assessori, i Giovani Padani, i parlamentari bergamaschi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luca Lazzaretti

    A me pare che la notiziona sia Feltri che “modera”….già che c’erano potevano invitare anche il Trota e Belsito..forse ci si diverte di più.

    1. Scritto da Bruno

      Caro Luca, Feltri è un giornalista che ha la penna libera. Avrei invitato lui come leader dei giornalisti liberi anche se non è della Lega. E’ scomodo a sinistra e a destra per questo motivo. Logicamente da quando PD e FI governano non lo si vede nei loro talk show delle TV di stato o commerciali. Sono certo che in futuro sarò ricordato come oggi ricordiamo Idro Montanelli.

      1. Scritto da Luca

        Feltri come Montanelli? Cambia il fornitore che è meglio.

    2. Scritto da Mario69

      Invece di martina io avrei invitato penati e il compagno g; in difetto, mi sarei accontentato dei dirigenti di mps.

      1. Scritto da Vito

        Anche nel titolo dell’ articolo, modera e’ scritto tra virgolette, basta e avanza…

  2. Scritto da Miki

    Bè inZomma.. Dire che il clou è Maroni! Casomai sarà Bossi Salvini il non-plus-ultra!

  3. Scritto da polpol

    insistono con Tosi??? mi sembra un po troppo chiacchierato ultimamente…lui e la sua giunta

  4. Scritto da Luca

    Maroni e Martina? Il partito trasversale dell’Expo suggellato dal patto del nazareno, grandi promesse e speranze per i cittadini. Non ho scorto tra i nomi di grido quello di Pedretti, fino apoco tempo fa ambasciatore di Calderoli per tutta la provincia, una certa preoccupazione attaglia i bergamaschi per il suo silenzio mediatico. Combattente alzati e cammina!

    1. Scritto da Artemide Rossetti

      Manca anche il Belotti, riformatore di sezioni leghiste bergamasche. Assieme a Pedretti fanno una bella coppia di assenti. Che abbiano scelto di non esporsi più? Oppure li hanno già messi da parte?

      1. Scritto da Aristide

        Sono due nomi un po’ ingombranti. L’ideale per Salvini — forse anche per Roberto Calderoli, che ci fa intendere di avere imboccato una svolta nel suo percorso di vita: più politica fuori del partito e meno politichetta nel partito — sarebbe che su di loro calasse una coltre d’oblio. Loro non sono d’accordo, e hanno argomenti, immagino, decisivi, perché non ricevere il benservito ‘ilico et immediate’. Ma, per il momento, devono abbozzare.

  5. Scritto da nino cortesi

    Trio per un’Italia farlocca.
    Ha da passare la nottata.

    1. Scritto da Mister Bean

      Einstein non avrebbe potuto scrivere meglio. Soprattutto per le argomentazioni. Complimenti.

      1. Scritto da nino cortesi

        Più argomentazione di quello che sono stati ed hanno prodotto nella loro vita.
        I fatti, non le balle che raccontano.

        1. Scritto da Mister Bean

          Altre argomentazioni farlocche. Facciamo così, adesso copio il tuo stile e ti dico che hai fatto più danni tu ai correntisti in tutti questi anni che loro tre messi assieme. Ti piace?

          1. Scritto da nino cortesi

            Comincia a mettere il tuo nome e cognome. Tu hai le fette di salame CHE TI HANNO STAMPATO sugli occhi. Non è colpa tua, non arrivi più in là di così.

          2. Scritto da Pezzoni Dario

            Senz’altro la lega ha avuto luci ed ombre. Tuttavia ricordo che la devolution , ben 10 anni orsono, con riduzione dei parlamentari, fine del bicameralismo perfetto, responsabilizzazione della spesa locale, costi standard, precorreva in modo formidabile i tempi. La sinistra ha spinto gli italiani ad abrogarla.Colpa gravissima,alla luce.Ora Renzi, pur ammirevole , rincorre, ma con una riforma debole e tardiva

          3. Scritto da Rowan Atkinson

            Io ti ho trattato come tu tratti gli altri, e te l’ho pure scritto anticipatamente. Risultato? insulti. Bravo. Adesso sai come ci si sente ad essere derisi pubblicamente e senza alcuna motivazione specifica ma solo con la demagogia. Che ti serva di lezione.
            P.S.: quanto al salame, beh, può anche darsi che abbia le fette, ma quelle più spesse le hai tu. E lo hai appena dimostrato.