BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Caro Feltri, nessuno ha abolito il reato di clandestinità”

Johannes Buckler, l'opinionista che scrive sul Corriere della Sera e che cura un proprio blog dalla parte del cittadino contro la burocrazia sotto lo pseudonimo di un rapinatore tedesco, manda a Bergamonews un intervento in risposta a Vittorio Feltri che di fatto smentisce tecnicamente quanto il giornalista bergamasco dice sul reato di clandestinità nel suo intervento tutto centrato sulla necessità di chiudere le frontiere agli stranieri.

Johannes Buckler, l’opinionista che scrive sul Corriere della Sera e che cura un proprio blog dalla parte del cittadino contro la burocrazia sotto lo pseudonimo di un rapinatore tedesco, manda a Bergamonews un intervento in risposta a Vittorio Feltri che di fatto smentisce tecnicamente quanto il giornalista bergamasco dice sul reato di clandestinità nel suo intervento tutto centrato sulla necessità di chiudere le frontiere agli stranieri (leggilo).

Spett. Redazione,

in merito all’articolo apparso su BergamoNews dal titolo “Feltri sbotta: Ora basta, è giunto il momento di chiudere le frontiere”, volevo fare alcune precisazioni riguardo l’ultima parte, quella concernente il reato di clandestinità.

A differenza di quanto riportato da Vittorio Feltri, la legge 67/2014, “Deleghe al governo in materia di pene detentive non carcerari e di riforma del sistema sanzionatorio” è sì arrivata in Gazzetta Ufficiale, ma l’articolo 2, comma 3, lettera b recita “il governo dovrà abrogare, trasformandolo in illecito amministrativo, il reato previsto dall’articolo 10-bis del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulle condizioni dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, conservando rilievo penale alle condotte di violazione dei provvedimenti amministrativi adottati in materia”.

Tradotto, significa che per ora non è cambiato assolutamente nulla perché si tratta di una legge delega.

Il governo ha 18 mesi di tempo per adottare un decreto.

Giusto rimarcare inoltre che il reato d’immigrazione clandestina non sarà abolito, ma depenalizzato (solo ed esclusivamente per il primo ingresso) e trasformato in reato amministrativo.

Perché è stato fatto?

Primo perché l’introduzione nel 2009 del reato di clandestinità non ha minimamente inciso sui flussi d’immigrazione irregolare, anzi.

Secondo perché qualcuno ha finalmente capito che, trasformare il reato penale (con i tempi e i costi di migliaia di processi) in reato amministrativo, aumenterà la possibilità di espellere queste persone.

Invece di avere un processo (a spese dello Stato) il clandestino potrà essere espulso subito. Punto.

Quindi ben venga questa trasformazione del reato, sperando in futuro nella sua applicazione.

Perché nel nostro Paese le buone leggi ci sono. Che poi siano applicate (come accade in molti casi), è un altro par di maniche.

Un caro saluto

Johannes Bückler

P.S. Ricordo che un modo di diminuire la clandestinità esiste. L’art. 33 della legge Bossi-Fini ne è un esempio. Perché si applicò l’espulsione? No. Perché quella legge regolarizzò 650.000 immigrati irregolari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Barbara

    X DOVEROSA INFORMAZIONE AI SUOI LETTORI, Sig. Bückler, quello che lei afferma è del tutto errato: nel nostro ordinamento NON ESISTE NESSUN REATO AMMINISTRATIVO. Per definizione “reato” è quel comportamento umano che viola una disposizione di legge alla quale è collegata una sanzione a carattere penale. Dunque essendo il reato stato depenalizzato, esso NON ESISTE PIÙ = NON È PIÙ REATO ! Rimane vivo ma solo come semplice ILLECITO AMMINISTRATIVO : tutta un’altra cosa!!!!!

  2. Scritto da Patrizio

    Chi non è tonto sa perchè arrivano tanti clandestini.
    E’ un problema sicuramente. Perchè Italia, Europa Russia e America continuano a vendere armi a paesi poveri?
    Non è sicuramente tra i problemi prioritari, non ospitiamo chi muore di fame e continuiamo a lasciare in parlamento chi ha rubato, corrotto, fatto leggi per protezione ai politici, immunità parlamentare, processo breve uguale a prescrizione per colpevoli…. IL PRIMO PROBLEMA ITALIANO E’ LA POLITICA, ELIMINIAMOLI, NON VOTIAMOLI

  3. Scritto da nino cortesi

    Feltri e Buckler se la cantano e poi se la suonano.
    Fanno parte dello stesso coro.

  4. Scritto da Ermes

    Se il reato di clandestinità fosse tuttora realmente in vigore, in Italia si vedrebbero meno della metà degli extracomunitari presenti. Quindi anche se non fosse stato abrogato non è preso in considerazione.

    1. Scritto da Balù

      Con la Lega al governo per quasi 10 anni e con il reato di clandestinità “realmente” in vigore gli extracomunitari sono quasi triplicati. Barabao !

  5. Scritto da bob

    Non è stato abolito il reato di clandestinità? E perché allora continuano ad arrivare clandestini?

  6. Scritto da il polemico

    la legge bossi-fini fu pensata per regolarizzare gli stranieri che lavoravano in nero,cosi che potessero avere diritti,assistenza e pagare le tasse,cosa che avvenne con 650mila stranieri.situazione che nei governi precedenti non fu mai presa in considerazione.ora accusare il governo berlusca di quella legge,mentre quelli prima sapevano del problema,ma mai lo avevano affrontato…sto buckler cosa propone di concreto oltre a criticare il pensiero di altri?nulla…mahhh

    1. Scritto da Marco

      Secondo me tu hai dei problemi. Dove leggi nell’intervento critiche al governo Berlusconi? Cosa propone o cosa approva c’è scritto. Ma sei capace di leggere?

      1. Scritto da il polemico

        io non ho detto criticare,ma polemizzare….per zittire feltri chiede l’applicazione della bossi-fini,voluta dall’editore di feltri,il governo berlusca appunto,,per rendere legali gli stranieri e toglierli lo status di illegali,ma sto tizio dimentica che può essere applicata solo se lo straniero ha un lavoro,,e che lavoro hanno quelli che sono sbarcati questo anno?quindi cosa nomina una legge che non può essere applicata?e tu lo difendi?siete uno peggio dell’altro vedo.saluti

  7. Scritto da calore

    feltri chi????? quello che ha redatto FALSI dossier contro Boffo, ma è un giornalista???

  8. Scritto da Mister Bean

    Ecco un altro fenomeno che si arrampica sugli specchi per difendere l’invasione. A questo bel tomo chiedo: “Quanti clandestini ospiti in casa tua?”
    Il numero di questi è pari al mio voto sul suo intervento.

    1. Scritto da buon senso

      “l’introduzione nel 2009 del reato di clandestinità non ha minimamente inciso sui flussi d’immigrazione irregolare, anzi.
      trasformare il reato penale (con i tempi e i costi di migliaia di processi) in reato amministrativo, aumenterà la possibilità di espellere queste persone.
      Invece di avere un processo (a spese dello Stato) il clandestino potrà essere espulso subito.” Questa NON è un’arrampicata sugli specchi, sono dati reali e, in parte, opinioni auspicabili e condivisibili.

      1. Scritto da Umberto

        Condivido il suo intervento. D’altra parte il buon senso non appartiene ai leghisti. Anche con dati alla mano che dicono dell’ inefficenza della legge Bossi-Fini rimangono senza argomenti, si attaccano alla frase “ospiti a casa sua ” perchè non sanno che dire, oltre che non hanno saputo fare niente quando avevano quasi 100 ( cento ) parlamentari alla camera e una maggioranza tra le più alte della storia republicana.Amen

        1. Scritto da Mister Bean

          Il buon senso ce l’hanno solo a sx. Di argomenti ne abbiamo, il fatto è che tu non li senti. Ti ricordo anche che il sig. fini, alleato di fatto dei sx, quando c’era da fare i costi standard, mollò la compagnia lasciando una risicatissima maggioranza che non aveva nemmeno i numeri per governare. O anche che maroni, al mininterno, aveva fatto cessare gli sbarchi. E che c’era una magistratura democratica contro che “interpretava” la bossi-fini.

          1. Scritto da Caravan Petrol

            Mister Bean ovvero la fantasia al potere . Avete avuto anni anni e anni per fare i costi standard , quando siete stati costretti a scappare dal governo per manifesto disastro l’unica cosa disponibile era un titolo privo di contenuti ! Maroni ha sparpagliato profughi in tutt’Itlia , provincia di BG compresa. Ah ah http://www.corriere.it/politica/11_marzo_28/sarzanini-intervista-maroni-avverte-regioni-accogliete-immigrati_9e576866-58fb-11e0-bc5a-84b93b4dfe5d.shtml

  9. Scritto da Luisa

    La posizione della lega è capibile, la posizioni di chi accoglie uomini in difficoltà è capibile….ma non facciamo il gioco di chi non affronta in modo radicale il problema.
    Siamo uomini senza più libertà, manifestiamo contro questo sistema, contro una burocrazia sanguisuga, pretendiamo la riduzione delle Mega pensioni, dei privilegi intoccabili!! leghisti non fatevi fregare dal sistema, preparate una bella cena e pranzo con chi è vittima come noi dei soprusi!!

    1. Scritto da + verande x tutti

      Gli uomini in difficoltà attraversano diversi stati per venire qui da noi. Non si fermano in algeria, tunisia, egitto, ecc. Tutti qui da noi. In spagna e in grecia gli sparano, a malta non li fanno arrivare. Non ti viene il sospetto che sia tutto organizzato? E se è così, che ne dici del “mare nostrum”? governo complice dei trafficanti? pd negriero? Tv di regime? Ovvio. Ma gli italiani si sono venduti il cervello per 80 euro. ce lo meritiamo.