BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Profughi alla Cà matta, il sindaco Sessa in visita: “Non c’è nessun controllo”

“Qui non c'è nessun controllo. Io avevo chiesto garanzie che non ci sono”. Il sindaco di Torre Boldone Claudio Sessa ha fatto visita ai 24 immigrati ospiti fino al 29 agosto alla Cà Matta, struttura gestita dal Parco dei Colli. Quella del primo cittadino è tra le voci più critiche sollevate nei giorni.

“Qui non c’è nessun controllo. Io avevo chiesto garanzie che non ci sono”. Il sindaco di Torre Boldone Claudio Sessa ha fatto visita ai 24 immigrati ospiti fino al 29 agosto alla Cà Matta, struttura gestita dal Parco dei Colli. Quella del primo cittadino è tra le voci più critiche sollevate nei giorni scorsi dopo la richiesta di accoglienza presentata dalla prefettura.

Giusto un cenno di saluto ai ragazzi africani, qualche domanda al mediatore culturale e un’occhiata all’interno della casa. Nonostante le rassicurazioni ottenute dal presidente del Parco durante l’assemblea dei sindaci di giovedì scorsi (leggi qui), Sessa non cambia idea. “Io ritengo che questa non era e non è la struttura adatta per ospitarli – spiega -. Non voglio parlare di politiche di immigrazione o provvedimenti del governo, so solo che qui non c’è nessun controllo, come invece avevo chiesto. Passano le forze dell’ordine qualche volta, ma non vengono fatti appelli. Non c’è stato nemmeno nessun controllo sanitario. Tutto è affidato alla buona volontà degli operatori. Questi immigrati non hanno ancora lo status di rifugiati, spero che nessuno di loro abbia interesse ad andarsene”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da livi

    tutti capaci a prendersela con i più disperati, nessuno che rivolge le sue attenzioni ai responsabili veri di questo disastro mondiale, avidità -potere – soldi – signori delle borse – multinazionali a caccia di materieprime e manovalanza facile – fabbricanti di armi ecc. ecc.: troppo difficile metterci la testa e capire e agire, meglio prendersela con i messi peggio, più facile: vergognatevi popolo di servi

  2. Scritto da 24

    24 immigrati… Accidenti ! … Mandate subito la NATO … Sacrebleu !! Circondiamo la Maresana con l’esercito, mica che scappino.

  3. Scritto da Valtesse

    Sono felice che alla matta vi siano i profughu e poi cosa c’entra il sindaco di Torre Boldone?

    1. Scritto da Vanessa

      Solo che anche Torre Boldone sta nel Parco dei Colli, paga con i soldi dei contribuenti il mantenimento della struttura e nemmeno e’ stato avvisato il Sindaco dell’arrivo preciso dei falsi profughi

  4. Scritto da ...fà giurgina.

    …questo iper-presenzialismo e spostare l’attenzione su altro mi ricorda la tattica politica di qualcuno, ora ai servizi sociali…non è che Sessa vuole spostare l’attenzione su altro, anzichè parlare, con riferimento al Comune da lui amministrato, della porcata di Piazza del Bersagliere o delle tasse aumentate, e delle quali i cittadini si accorgeranno solo a settembre (ormai l’è che)?

  5. Scritto da Giuseppe

    mi auguro che non scatti la censura. http://www.mattinonline.ch

    andate a fare un giro e forse leggerete qualcosa di diverso
    senza censura e senza KGB italia.

  6. Scritto da Alberto

    Beh, il governo non eletto promette accoglienza e benessere per tutte le migliaia di disperati che va a prendere gratis in mezzo al mare, figuriamoci se pensa alla parola “controlli”…

  7. Scritto da daniela

    Ventun giorni, santiddio, 21 giorni! Si rilassi sindaco, si rilassi e si occupi dei veri problemi.

    1. Scritto da il polemico

      e trascorsi i 21 giorni,poi che si farà di codesti stranieri?rispediti al mittente?prolungamento del soggiorno a nostre spese?spostamento in altra struttura?o rimarranno dove sono adesso?i veri problemi potrebbero essere pure le famiglie in difficoltà,ma se si dirottano risorse verso queste situazioni e si liquidano le prime come mancanza fondi…tu apriresti la tua casa per accoglierli a tue spese?

      1. Scritto da spese

        già fatto. A mie spese sto mantenendo quella che puliva i denti a “Papi”, e quello, figlio del capo, che si è comprato la laura in Albania…. ed erano nel Consiglio Regionale, a mie spese !

        1. Scritto da Miki

          Ancora con la bufala della laurea in Albania? Ma sco… pardon ramazza di più.

        2. Scritto da Giuseppe

          siete dei disci rotti, penati MPS e company ci sono costati di piu’.
          basta basta basta .

        3. Scritto da mak

          visto che sei così bravo continua a mantenere chi ti racconta continue balle, e non fa nulla per assistere tanti poveri disperati rimasti senza lavoro e senza casa, avanti con questa europa unita ma in realtà disunita nei veri aiuti, finiremo malissimo finitela di prenderci in giro, siamo invasi di profughi e estracomunitari e la gente italiana e sempre più senza lavoro, (che venga pagato bene ) e la pazienza si sta esaurendo