BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Danni e infiltrazioni nella scuola di Albino non ancora inaugurata

Non è ancora stata inaugurata eppure la nuova scuola di Comenduno e Desenzano di Albino deve fare i conti con danni e infiltrazioni d'acqua. L'hanno potuto vedere con i loro occhi i consiglieri delle due commissioni che hanno svolto un sopralluogo martedì 5 agosto: intonaco che si stacca in più punti, palestra e spogliatoi con gravi problemi di infiltrazioni, rivestimenti esterni precari, errori di progettazione. A preoccupare sindaco e consiglieri sono soprattutto i problemi legati all'acqua che penetra nei muri e nelle travi di legno.

Non è ancora stata inaugurata eppure la nuova scuola di Comenduno e Desenzano di Albino deve fare i conti con danni e infiltrazioni d’acqua. L’hanno potuto vedere con i loro occhi i consiglieri delle due commissioni che hanno svolto un sopralluogo martedì 5 agosto: intonaco che si stacca in più punti, palestra e spogliatoi con gravi problemi di infiltrazioni, rivestimenti esterni precari, errori di progettazione. A preoccupare sindaco e consiglieri sono soprattutto i problemi legati all’acqua che penetra nei muri e nelle travi di legno.

Guarda la galleria fotografica

L’ufficio tecnico si è subito attivato per contattare l’azienda che ha realizzato la struttura e la direzione lavori per rimediare. Per ora l’amministrazione ha deciso di non rinviare l’inaugurazione. L’anno scolastico dovrebbe cominciare regolarmente, anche perché è già iniziato il trasloco delle aule. In totale verranno ospitati più di 200 bambini. “Abbiamo riscontrato problemi nella palestra, negli spogliatoi e in un paio di aule speciali – conferma il sindaco Fabio Terzi -. Abbiamo avviato subito le procedure necessarie per cercare di risolverli prima del collaudo. Ci sono tutti i margini temporali e operativi per far valere l’interesse del Comune. La scuola è stata realizzata con un leasing pubblico: per ora non siamo proprietari, ma inizieremo a pagare le rate. L’inaugurazione? Noi dobbiamo fare gli interessi degli studenti. L’apertura è ancora prevista il 12 settembre”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rotabruno

    tangenti EXPO docet!!

    1. Scritto da baubau

      tutti kompagni tuoi

    2. Scritto da baubau

      caro rotabruno, tutti kompagni tuoi

  2. Scritto da il polemico

    la regole per le gare d’appalto sono queste e può vincere una ditta che si trova pure a 1000 km di distanza,e che è difficile controllare come lavora.pensare che il sindaco di adro aveva eliminato questo problema dando i lavori pubblici del proprio paese a ditte della zona,quindi piu facilmente controllabili sulla loro qualità lavorativa,ma era stato arrestato per violazione di una legge assurda,per l’ospedale di bergamo ha vinto una ditta di bari e la qualità ha lasciato a desiderare

  3. Scritto da Luigi

    Certo che attaccarsi a dire che la Coop è romagnola quindi di sinistra quindi lavora male è veramente una cosa da non credere . Non pensavo esistesse gente del genere…Io invece penso che l’appalto è stato vinto da chi ha sganciato più soldi come al solito in Italia e magari sono ditte non competenti che lavorano grazie agli amici degli amici . La politica è sporca fino al midollo non si salva nessuno è queste sono le conseguenze.

    1. Scritto da baubau

      gravissime le tue affermazioni visto che la committenza erano gli arancioni Albinesi.
      appalto in ambito di leasing pubblico di una delle piu’ importanti societa’ (banca) bergamasche
      nonche’ datore di lavoro dell’assessore al bilancio giunta arancione

    2. Scritto da baubau

      gravissime le tue affermazioni visto che la committenza erano gli arancioni Albinesi.
      appalto in ambito di leasing pubblico di una delle piu’ importanti societa’ (banca) bergamasche
      nonche’ datore di lavoro dell’assessore al bilancio giunta arancione

  4. Scritto da forza italia albino

    Spiace ma i muratori bergamaschi qui contano in maniera marginale. Infatti chi ha vinto l’appalto è una COOP della Regione Emilia Romagna. Può lasciar perplessi, ma quando a vincere è la sinistra accade anche questo! Ad Albino, terra bergamasca ricca di manodopera ed imprese gli appalti si affidano a imprese lontane.

  5. Scritto da Alberto

    Una volta si diceva che i muratori bergamaschi erano i migliori al mondo, peccato che ormai in questi appalti la manodopera bergamasca sia ormai minoritaria.

    1. Scritto da Cuccagna

      Quelli che una volta erano ” muratori più bravi del mondo ” oggi sono diventati i muratori più ricchi del mondo a scapito della qualità ma non per la ” loro ” di casa . L’ albero della cuccagna è morto ( a l’è finida )

      1. Scritto da 081

        Ti stimo!