BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alzano, Brembate e Clusone Tra i Comuni “spreconi” della lista Cottarelli

Ci sono anche tre amministrazioni comunali bergamasche nella lista degli enti "spreconi" stesa dai due commissari anticorruzione e alla spending review Raffaele Cantone e Carlo Cottarelli. Alzano Lombardo, Brembate Sopra e Clusone finiscono nell'elenco delle 200 amministrazioni pubbliche segnalate per "Sprechi intollerabili negli acquisti della pubblica amministrazione e delle società controllate".

Ci sono anche tre amministrazioni comunali bergamasche – Alzano Lombardo, Brembate di Sopra e Clusone – nella lista degli enti spreconi (scarica qui) redatta dai commissari anticorruzione e alla spending review Raffaele Cantone e Carlo Cottarelli. In un elenco di 200 amministrazioni pubbliche finiscono così anche i tre Comuni bergamaschi che non hanno fatto ricorso alla centrale unica degli acquisti, generando sprechi abnormi.

Per esempio, il Comune di Alzano Lombardo avrebbe speso per la fornitura di energia elettrica per l’illuminazione pubblica e dei cimiteri per l’anno 2013 una somma di 250 mila euro. Se per l’Amministrazione comunale di Alzano dovrà dare spiegazione di questa scelta l’ufficio tecnico, sposandosi a Clusone per il “servizio di fornitura energia elettrica degli immobili comunali e della pubblica amministrazione per l’anno 2013”, dovrà rendere contro il settore economico finanziario che ha spesso per i dodici mesi dello scorso anno 220 mila euro senza appalto.

Sempre per il settore energia, ma questa volta per “la fornitura di gas metano degli edifici comunali per il periodo ottobre 2012-settembre 2013” nella lista nera degli spreconi finisce il Comune di Brembate Sopra che ha speso 193.899 euro.

Perché i tre Comuni orobici sono stati accusati di spendere male il denaro pubblico?

Perché gli enti pubblici e le società controllate al 100% da organi della pubblica amministrazione sono obbligati a procedere agli acquisti secondo principi di economia e buon andamento. In poche parole: devono risparmiare il più possibile come farebbe una saggia casalinga. La Consip è la centrale acquisti dello Stato alla quale tutti gli enti possono far ricorso per le proprie commesse.

La Legge tollera che gli enti pubblici possano procedere autonomamente agli acquisti, solo in caso dimostrino di poterlo fare a prezzi inferiori da quelli proposti da Consip. Tutti i contratti vanno ad ogni modo registrati nel portale anticorruzione. I due commissari preso l’elenco dei contratti e verificate le procedure hanno subito riscontrato queste anomalie. Ora bisognerà capire perché i funzionari di queste tre amministrazioni pubbliche siano ricorsi a queste scelte non passando dalla Consip.

I due commissari, Raffaele Cantone e Carlo Cottarelli, incaricati dal Governo di scovare gli sprechi ora minacciano sanzioni ai funzionari che hanno siglato contratti d’acquisto di beni e servizi, in violazione delle norme. La legge prevede delle sanzioni per i funzionari che non rispondano alla lettera inviati dai commissari, sanzioni che ammontano a 25mila euro e a 51mila per chi "fornisca dati non veritieri".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nicola

    Io abito in uno dei comuni qui citati, ed avendo avuto a che fare con l’ufficio tecnico sono più propenso a credere a Cottarelli che al mio comune…un paio di fatti per spiegare? A) Il comune si è difeso con uno scarno comunicato stampa giustificandosi che il gas serviva per scaldare una casa di riposo comunale B) La stessa casa di riposo è ora diventata FONDAZIONE, preoccupando di fatto i lavoratori (comunali) che ci operano.
    A me sembra un bell’impiccio di denaro…

  2. Scritto da Claudia

    Io nn capisco perché’ si continui a guardare in dietro quando si parla di futuro…e’poca cosa ma il passato rimane passato …vogliamo costruire qualcosa o continuiamo a fare polemiche?????

  3. Scritto da Claudia

    Scusate ma i lumini al cimitero sono pagati dai cittadini o sbaglio???

  4. Scritto da AMBROGIO

    No.
    Forse la deontologia professionale imponeva alla redazione o al giornalista di fare una telefonata di verifica prima di sbattere in prima pagina il buon nome di un’amministrazione con un titolo non certo edificante.

  5. Scritto da paul

    Sono uno di quei tecnici che ha ha sottoscritto un contratto per la fornitura di energia elettrica fuori CONSIP ad un prezzo inferiore a quello stabilito dalla convenzione CONSIP. Eppure il mio comune è finito tra i comuni spreconi. … mi sembra che qualcosa non quadri ,,, o mi sbaglio ?

    1. Scritto da pluto

      Fossi stato in lei avrei spedito una lettera alla Redazione con indicato esattamente tutto il procedimento a dimostrazione di quanto da lei asserito (e che non metto in dubbio).Bastavano due link ed erano sufficienti.

    2. Scritto da romanese

      I casi sono due: o Cottarelli & Co. hanno sbagliato oppure sbaglia lei.

  6. Scritto da dari blues

    Cottareli è contro la Lega? ….Però visto che Renzi lo ha quasi sdoganato, mi sa che ha pizzicato dx o manca, senza guardare le….bandiere. Sarebbe interessante saperne di più.

  7. Scritto da La verità fa male

    Sarebbe interessante sapere 1) quale stipendio lordo e netto ha percepito Cottarelli (con tutto il suo staff) per produrre questa super ricerca 2) quali fatti concreti seguiranno a questa ricerca (perchè se rimane solo un “libro degli sprechi” polveroso del quale Renzi se ne frega, vuol dire che questa ricerca stessa è stata uno spreco) 3) come mai ci sono commentatori così creduloni che credono manco fosse il Verbo a tutto ciò che scrivono questi burocrati strapagati e spreconi

    1. Scritto da poer marter a te

      i commentatori creduloni sono altri.tendezialmente portano l elmetto da vichingo,borbottano frasi demagoghe e senza senso in dialetto e quando commentano si credono pure dei sapientoni….poer marter a te

  8. Scritto da GABRIELE

    Un vecchio saggio diceva la mamma degli imbecilli e’ sempre incinta e spesso fa parti gemellari!
    Cosa centri l’ appartenenza politica dell’amministrazione rispetto alle scelte fatte dai tecnici va proprio spiegata a certa gente.

    1. Scritto da Luigi

      Il bilancio non lo approvano i tecnici. Ne tantomeno sono i tecnici che firmano i contratti. Dire che l’amministrazione non ha colpe e le colpe sono dei tecnici e’ decisamente inverosimile caro Gabriele.

      1. Scritto da romanese

        Mi spiace confutare tale affermazione; i contratti li firmano proprio i responsabili del servizio coinvolto, non i politici.

      2. Scritto da dark

        osservazione difficile da confutare

  9. Scritto da Enrico stai sereno...

    Guarda guarda,tutte amministrazioni leghiste;sarà per questo che Cottarelli é stato”licenziato”…?

  10. Scritto da gabriele

    Cara Roberta hai trovato una spiegazione stupida perché le scelte le fanno i funzionari e non gli amministratori.
    nel caso specifico poi conoscendo i responsabili degli uffici tecnici e finanziari di Alzano sono sicuro che se non si sono serviti della gara consip lo potevano fare a termine di legge facendo risparmiare l’ente.Roberta collega il cervello alla lingua prima di parlare e scrivere.

    1. Scritto da roberta

      E tu Gabriele esci da mondo di fruttolo ed entra nella realtà dei nostri comuni, soprattutto quelli medio-piccoli, dove con buona pace della B Bassanini le scelte anche tecniche sono decise dagli amministratori e da questi imposte ai tecnici. Sveglia.

  11. Scritto da Pluto

    Sarebbe interessante ANCHE sapere chi sono le aziende fornitrici di questo metano e di questa energia elettrica. Perché li sta il busillis. Magari sono aziende di stato (enel, eni?) oppure aziende con delle buone e chiare e bene individuabili parentele politiche.

  12. Scritto da roberta

    Uhm… dunque, vediamo… un comune dell’Isola, uno dell’alta Val Seriana e uno della media Val Seriana… che cosa li accomuna, anzi meglio, che cosa li accomunava nel 2013?
    Fatemi pensare…
    ah già! Un’amministrazione comunale LEGHISTA!
    Trovata la spiegazione.

    1. Scritto da lavoratore

      Tanto per confermare che da “Roma ladrona” siamo giunti a “Lega ladrona”.
      Dopo decenni di amministrazioni locali, che ho purtroppo votat, devo ammettere che questi sono stati come le cavallette, ci hanno lasciato solo le ossa…….