BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il Cavaliere giallo: 15 anni e nuovo direttivo

L’associazione bergamasca, impegnata in campo artistico-culturale, quest’anno festeggia il 15.esimo anniversario di fondazione puntando sul rinnovamento. Vincenzo Magni, confermato presidente del sodalizio: “Il rinnovamento passa soprattutto attraverso la promozione di giovani nei vari settori dell’arte e dei diversi linguaggi culturali, con progetti, eventi ed iniziative sempre all’insegna dell’innovazione e della sperimentazione”.

“Rinnovamento”. È questa la parola d’ordine che guiderà nei prossimi anni l’associazione bergamasca “Il Cavaliere giallo – Amici delle Arti”, che quest’anno festeggia il 15.esimo anniversario di fondazione.

Ad annunciarlo è Vincenzo Magni, confermato presidente del sodalizio all’unanimità dall’assemblea elettiva. Contestualmente, sono stati designati i nuovi componenti dell’organo direttivo per il biennio 2014-2016: Maria Teresa Azzola, Dario Guerini, Vincenzo Magni, Alberto Nacci, Mariella Piccolini e Cristina Ravasio.

Come accennato, al centro delle linee guida lanciate da Vincenzo Magni c’è il “rinnovamento”. Un rinnovamento che passa soprattutto attraverso la promozione di giovani nei vari settori dell’arte e dei diversi linguaggi culturali, con progetti, eventi ed iniziative sempre all’insegna dell’innovazione e della sperimentazione, e fondati sulla costruzione di rapporti di amicizia che nascono dalla curiosità e dalla condivisione e durano nel tempo.

Quest’anno il gruppo, impegnato in ambito artistico-culturale, ha tagliato il traguardo dei 15 anni, densi di attività e iniziative, il cui elenco può essere visionato sul sito http://www.ilcavalieregiallo.it/evento.php?id=16. Padrino della sua nascita nel 1999 al teatro Donizetti fu Giorgio Gaslini, primo socio onorario di una qualificata serie (Laura Escalada Piazzolla – vedova di Astor Piazzolla, Maria Teresa Pomodoro, Gaetano Liguori, Bruno Bozzetto, Gianluigi Trovesi, Paolo Villaggio, Davide Ferrario, Sergio Staino, Albero Veca, Mario Botta, Giorgio Upiglio, Gillo Dorfles, Hans Tuzzi e Alberto Patrucco).

“Il Cavaliere giallo”, inoltre, continuerà nel suo impegno di promuovere e stimolare il dibattito sui grandi temi che riguardano la politica culturale della città, riprendendo da subito il progetto della Cittadella dell’Arte, pubblicando i risultati del Convegno organizzato lo scorso febbraio e proponendo una mostra espositiva dei 3 progetti sinora elaborati sulla riqualificazione della caserma Montelungo e allocazione della nuova Gamec. Il menù del programma biennale prevede il sostegno di produzioni artistiche originali, visite, viaggi e incontri con l’arte più innovativa e con gli artisti di avanguardia, rapporti stretti con associazioni ed organismi in profonda sintonia con i nostri scopi.

Gli impegni definiti dal direttivo per la seconda parte del 2014 vedono, tra gli altri, una visita alla Cittadella dell’Arte di Biella ospitati ed accompagnati da Michelangelo Pistoletto, un incontro ravvicinato con Emilio Isgrò nel suo atelier milanese, il tradizionale viaggio a Venezia per visitare la Biennale di Architettura, preceduta dall’incontro preparatorio “La Biennale il giorno prima” condotta e coordinata da artisti e architetti esperti. Il Cavaliere Giallo a novembre cucinerà per la quinta volta il tradizionale Pranzo Giallo presso la fabbrica di pentole “Agnelli” a sostegno del Premio Nazionale Narrativa Bergamo. Concluderà la programmazione la “Serata del Collezionista” un evento tradizionale molto caro ai nostri soci ed amici. Il tema di questa edizione sarà “tre Accademie a confronto”, e comporterà l’esposizione delle opere dei giovani studenti dell’Accademia Carrara di Bergamo, dell’Accademia di Santa Giulia di Brescia e dell’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.