BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Profughi, i sindaci della comunità del Parco daranno il via libera fotogallery

Il controblitz al Parco dei colli è servito. Continua a tenere banco l'operazione profughi alla Cà matta di Ponteranica. nelle prossime ore verrà convocata l'assemblea della comunità del Parco composta dai primi cittadini di Bergamo, Almé, Mozzo, Paladina, Ponteranica, Ranica, Sorisole, Torre Boldone, Valbrembo, Villa d'Almé e dal presidente della Provincia. Il sindaci, a maggioranza centrosinistra, daranno il via libera.

Il controblitz al Parco dei colli è servito. Continua a tenere banco l’operazione profughi alla Cà matta di Ponteranica. Nella giornata di lunedì 4 agosto il vicepresidente del Parco Santo Giuseppe Minetti, ex vicesindaco della Lega Nord, ha convocato in fretta e furia il Consiglio di gestione per non concedere l’autorizzazione ad ospitare circa quaranta profughi nella struttura pubblica sul colle della Maresana. Alla riunione non si presentato nessuno, ma Minetti ha ufficializzato ugualmente il niet sconfessando la posizione del presidente Lucio Marotta disponibile ad accogliere la richiesta di prefettura e Comune di Bergamo. Proprio da Palafrizzoni partirà la contromossa: nelle prossime ore verrà convocata l’assemblea della comunità del Parco composta dai primi cittadini di Bergamo, Almé, Mozzo, Paladina, Ponteranica, Ranica, Sorisole, Torre Boldone, Valbrembo, Villa d’Almé e dal presidente della Provincia. Il sindaci, a maggioranza centrosinistra, daranno il via libera all’operazione profughi. La presa di posizione è stata decisa dopo il blitz di Minetti e il presidio del Carroccio guidato da Matteo Salvini (leggi qui). Saranno sicuramente contrari il presidente Pirovano e il primo cittadino di Torre Boldone Claudio Sessa, che ha già protestato nei giorni scorsi e non è intenzionato a cedere.

Nel frattempo interviene anche l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi, che ha inviato una lettera a tutti i presidenti dei parchi regionali: "Ho appreso dalla stampa, con stupore, del tentativo, poi scongiurato, di utilizzare strutture di un parco regionale per scopi diversi da quelli legati ai fini istituzionali del parco medesimo. Sono, pertanto, a richiamare la Tua attenzione sulla inopportunità e financo la illegittimità, di simili ipotesi. Le strutture e gli immobili dei parchi – prosegue Terzi – sono beni di proprietà della collettività che devono essere utilizzati solo ed esclusivamente per la fruizione dei parchi e per tutto ciò che può considerarsi una esplicazione dei loro obiettivi, come ad esempio: educazione ambientale, la salvaguardia della biodiversità, conoscenza della natura e della sua importanza per la nostra vita. Non dimenticando, poi – conclude l’assessore – che l’anno prossimo anche i nostri parchi saranno coinvolti da un grande evento come Expo. Una vetrina internazionale alla quale dobbiamo arrivare preparati e al meglio. Non certo con strutture occupate o in cattivo stato dopo un uso che definirei quanto meno inappropriato. Anche per questo motivo abbiamo stanziato 8 milioni di euro per nuovi interventi o progetti di riqualificazione".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andri

    Dovrebbero dirci quanto costa e chi paga tutto questo.
    Quanti e quali sono i profughi,quanto rimangono e chi deve
    decidere.

  2. Scritto da Appropriazione indebita

    Visti i risvolti sociali dell’operazione non sarebbe il caso di interpellare i cittadini dei comuni interessati con un referendum?
    Non credo che fare il sindaco significhi poter disporre liberamente dei beni della comunità.

  3. Scritto da Stefania

    Perché il comune di Bergamo non mette a disposizione sue strutture come il Polaresco? O ancora meglio perché il centro Sociale Paci Paciana non si propone per ospitare queste persone ?
    Qualcuno mi spiega quale sarebbe la comodità di gestione dei suddetti ospiti in Maresana?GRAZIE

  4. Scritto da Simona

    I “sindaci di sinistra” si stanno prenotando la sconfitta alle prossime elezioni. Definitiva stravolta

  5. Scritto da Merlino

    Salvini perché non mobiliti i tuoi sindaci leghisti perché trovino questi immobili prima dei comunisti e facciano tutto il possibile per assegnarli alle famiglie italiane (scusa forse meglio lombarde) bisognose! Nella mia città l’amministrazione uscente LEGHISTA ha preferito tenere chiusi e sfitti immobili comunali anziché darli a persone bisognose! Per maggiori dettagli chieda al nostro ex sindaco Claudia Terzi.

    1. Scritto da a

      Perchè a loro non interessa nulla delle persone bisognose. E’ chiaro e quello che dici tu ne è la dimostrazione. A loro interessa solo individuare situazioni per farsi la campagna elettorale: è più facile e rende più voti. Come diceva Totò: “Sempre meglio che lavorare…”

  6. Scritto da hans

    dai polemico, la tasi l’avrebbe messa pure il tuo partitello farlocco come pochi. certo, si sarebbe giustificato che è colpa degli altri, come fanno i bambini.

  7. Scritto da roberta

    Magari tutta questa gente che si oppone va ogni domenica a messa… evviva l’ipocrisia

    1. Scritto da Marco

      Ciao, il tuo ragionamento e’ stata la prima cosa a cui ho pensato anche io, poi rileggendo la questione mi sn reso conto che il problema non sta’ nel non volere queste persone nel proprio territorio, magari qualcuno la penserà così, che tristezza. I problemi sono di molteplice natura, l’edificio in questione e’ tra i boschi, chi controlla queste persone? I comuni proprietari erano informati della decisione del sindaco di ponteranica? Davvero è stato obbligato dal Prefetto come sostenuto?

    2. Scritto da Berghem

      E magari tutti questi sindaci “sinistri” si guarderebbero bene dall’ospitarli in casa loro. Questa è la vera ipocrisia!!!

      1. Scritto da hans

        magari già lo fanno, solo che non vanno in giro a vantarsene come fanno gli ipocriti “destri” quando fanno del bene (raramente)

        1. Scritto da La verità fa male

          “magari già lo fanno” già, e io credo all’asino che vola !! non ho mai sentito di nessuno che di sua spontanea volontà ha aperto le porte della propria casa ….

          1. Scritto da hans

            nessuno di quelli che frequenti tu, certo ti credo.

    3. Scritto da maurizio

      Tu a messa ci vai?
      Se si, allora lascia il tuo indirizzo, che ti contatteranno.
      Se no, metti pure liberamente a disposizione casa tua.
      Io a messa ci vado, e da anni contribuisco in maniera importante affinchè quella gente venga aiutata a casa sua.

      1. Scritto da hans

        vedi che non è sufficiente l’aiuto privato? quella gente continua ad andare via dal proprio paese. hai voglia di “ospitateli a casa vostra”, cambiate disco che è rotto ormai.

        1. Scritto da Alberto

          Infatti, servirebbe soprattutto quello dei governi occidentali, che invece preferiscono fregarsene bellamente. A parte il nostro ovviamente, che invece attua la maniera più idiota nel non aiutarli: portarli qui a-gratis per poi abbandonarli alla criminalità o alla miseria.

        2. Scritto da maurizio

          La differenza stà nel fatto che io gli aiuti continuo a darli. Succede anche a te?

  8. Scritto da stefano b.

    Ospitare queste persone è molto istruttivo e positivo per una civiltà che si ritiene superiore.
    Tyutto il resto è demagogia cavernicola.
    Assessore Terzi, all’expo ci saranno anche paesi del terzo mondo.
    Sfruttati da noi occidentali.
    Vado spesso alla Cà Matta e spessissimo è chiusa.
    A Sorisole si ospitano già persone disagiate ed extracomunitari.
    Ponteranica, il mio paese non può essere da meno.

  9. Scritto da Daniele

    Sì ma Invernizzi… quattro articoli, su una montatura della Lega, su una questione con risvolti umanitari e di bassissimo profilo istituzionale, a questo punto o crei una rubrica dal titolo “Lega Nord a Bergamo by Isaia Invernizzi” o cambi il nome della testata da Bergamonews a Leganews… Animo, e per cortesia, non cancellare il messaggio perché è perfettamente in linea con l’argomento dell’articolo.

    1. Scritto da Jack

      Impara Daniele, questo si chiama giornalismo. Una testata palesemente di sinistra parla anche di destra e centro, questo è vero giornalismo, se non ti piace leggi l’eco di bergamo.

    2. Scritto da Redazione Bergamonews

      Caro Daniele, quando c’è una notizia si scrive. Che sia di Lega, Pd, Forza Italia, Movimento 5 Stelle, Ncd.
      Buona giornata.

      1. Scritto da Luca

        Spett. redazione. Un ottimo contributo alla discussione sarebbe fare un articolo su tutto ciò che fece il ministro Maroni con un’emergenza neppure di questa portata. Dai 500 milioni come prima fase, ai 45 euro (oggi 35) per immigrato. all’inaugurazione del centro di Mineo che definì un’eccellenza da mostrare all’Europa (sì, proprio quel centro dove andò Salvini per farlo chiudere). Credo che la discussione ne gioverebbe. E anche il giornalismo. Nel caso grazie.

    3. Scritto da Miglio

      Guarda che la Lega fa aumentare i clik e quindi, di rimando, l’accesso al sito ….. Aumentare gli acessi significa garantirsi introiti pubblicitari e soppravvivenza in rete. E’ una delle leggi basilari dell’informazione on-line. La Lega, in definitiva, aiuta una testata locale a rimanere sul mercato. Che male c’è? Secondo me nessuno …..

  10. Scritto da A.Z. Bg

    C’è gente che non ha più soldi per pagare l’affitto e viene sfrattata,che non ha da mangiare perché non ha lavoro,che è in lista da anni per una casa popolare ed oggi si regalano strutture pubbliche, pagate dalle tasse dei cittadini bergamaschi agli ultimi arrivati.controlli sanitari:Nessuno,Sodi nostri a loro:Tanti.Renzi dice di non avere il denaro per le pensioni ma li trova per i finti prifughi e veri invasori.Anch’io voglio una casa gratis in Maresana!!!

  11. Scritto da il polemico

    i sindaci del centrosinistra daranno il via libera,tanto se poi serviranno i soldi per questa operazione,basterà aumentare la tassa introdotta da loro partito,la tasi e i loro elettori farlocchi saranno strafleici da pagare.incredibile vedere i sindaci che si danno da fare per accogliere profughi,e non fare nulla per gli italiani che chiedono aiuto,dando la colpa alla mancanza di fondi…