BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Prestito gratuito: Bianchi è tornato all’Atalanta Intanto Baselli finisce ko

Con Ardemagni e Bentancourt in uscita, il ritorno sotto le Mura dell'attaccante di Albano è praticamente fatto. Ormai mancano solo i dettagli: l'ex Bologna si ridurrà l'ingaggio fino a 500mila euro. Brutte notizie da Rovetta: distorsione alla caviglia con interessamento del ginocchio per il regista bresciano.

Più informazioni su

E’ fatta: Rolando Bianchi torna all’Atalanta. Mancano solo i dettagli, poi l’ex attaccante del Torino tornerà ad essere un calciatore dei nerazzurri. Per giocare nuovamente nella squadra della sua città il bomber di Albano Sant’Alessandro si è tagliato sensibilmente l’ingaggio, passando dall’1,3 milioni di Bologna ai 500mila (più bonus) di Zingonia.

Un segnale importante, deciso, chiaro, che ha convinto prima di tutti la società, poi Stefano Colantuono. Sarà lui il vice-Denis che a Bergamo si stava cercando da tempo.

Quello che torna a indossare la maglia atalantina a dieci anni di distanza dall’ultima volta è un Bianchi assolutamente motivato, desideroso di riscattare la deludente stagione appena conclusa che l’ha visto retrocedere col Bologna con un magrissimo bottino di 3 gol in 28 partite. Una miseria per un bomber come lui che con la casacca del Torino è stato capace di diventare il decimo marcatore di sempre del club piemontese realizzando 73 reti in 173 uscite ufficiali.

A dare il suo benestare per la conclusione della trattativa anche quel Colantuono che con Bianchi ha già lavorato proprio all’ombra della Mole nella stagione 2009-’10, sfortunata per i granata (sconfitti nella finale dei playoff dal Brescia) ma splendida per il centravanti bergamasco che chiuse l’anno con dei numeri da capogiro: 27 gol in 45 presenze.

Per un attaccante che arriva ce ne sono altri due che chiudono le valigie e se ne vanno: Matteo Ardemagni è infatti conteso da Latina e Spezia, mentre Ruben Bentancourt passa al Bologna. Il prestito del giovane uruguaiano rientra proprio nell’affare che ha riportato Bianchi a Bergamo.

Intanto, Leonardo Spinazzola, centrocampista ex Siena classe 1993, ha già iniziato a lavorare con i suoi nuovi compagni nel ritiro di Rovetta e sarà presto raggiunto da un altro ex bianconero, Valerio Rosseti, vent’anni appena compiuti. Entrambi sono sbarcati sotto le Mura venete in prestito dalla Juventus. Il club di Percassi riceverà dei bonus in caso di valorizzazione dei due.

Ma per Colantuono c’è anche una pessima notizia, che arriva proprio da Rovetta: Daniele Baselli si è infatti infortunato nella seduta di lunedì. La prima diagnosi, piuttosto seria, parla di una distorsione alla caviglia con interessamento del ginocchio sinistro. Martedì sarà sottoposto a ulteriori esami che stabiliranno l’entità dell’infortunio e i tempi di recupero (che, per ora, sono di almeno un mese). Questo ko ritarda la possibile partenza di Luca Cigarini, sempre richiesto dal Sassuolo: l’affare con gli emiliani potrebbe saltare definitivamente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sergio

    Ottimo acquisto e uno che si riduce lo stipendio pur di giocare nell’Atalanta avrà sempre il mio sostegno……

  2. Scritto da Francesco

    condivido in pieno che anche Boakye sarà una gran sorpresa e mai dire mai vedere finalmente la Dea col modulo a due punte sempre, non solo quando si è sotto.

  3. Scritto da Pasquale

    Concordo pienamente. Bianchi è un signor acquisto. Anche Spinazzola ha numeri da giocatore di livello.

  4. Scritto da Francesco

    Vorrei entrare nella testa di quelle persone che non vogliono Rolando a Bergamo, lui che è un bergamasco doc e avrebbero voluto al suo posto tale Bergessio, sportivo molto poco ortodosso (vedi gomitate varie agli avversari) che ha detto di aver rifiutato la Dea per la Samdoria, non per il Real Madrid. Benvenuto Rolando, mi auguro di vederti segnare un gran goal e zittire gli scettici.

    1. Scritto da Vito

      Ecco cosa c’e’ nella testa degli scettici :non e’ stato molto simpatico qui a Bergamo quando segnò’ col Bologna e nemmeno col Torino nella storica sconfitta 1 a 5. Detto questo penso che il meglio lo abbia già’ dato, avvicinarsi a casa fa sempre piacere per un giocatore, ma non lo pensava 7 – 8 anni fa, quando era nel pieno delle forze. Benvenuto Bianchi !

    2. Scritto da ElleA69

      Sono d’accordissimo con te. Aggiungo poi che – come Biava – viene con voglia, dimezzandosi lo stipendio (e non è cosa da poco in questo mondo…). Anche se parte come vice Denis può dire la sua eccome!

    3. Scritto da d

      Sottoscrivo!

      1. Scritto da Cri

        Sinceramente c’e’ anche boyake o come si scrive ,non mi sembra male come attacante

        1. Scritto da robi

          Se Boakye è quello visto sabato sera, l’è mie rimandal indoe l’è egnìt…. non sa stare in campo, non fa movimento e quello che fa lo fa sbagliato, non sa difendere la palla, non ha fatto un passaggio giusto… per me è un bidone.
          Bianchi è uno che ha fatto tanti gol in serie B…. in A l’anno scorso ne ha fatti 3 in 28 partite…. se poi andiamo a vedere cosa ha sempre detto dell’Atalanta e di Colantuono, direi che è un acquisto sbagliato….

          1. Scritto da incredibile

            incredibile la presunzione di certi “tifosi”, cioè tu in 60 minuti di un’ amichevole hai già capito tutto di un giocatore, partendo dal fatto che hai detto una cavolata dietro l’ altra. cambia sport te lo consiglio.boakye è un buonissimo giocatore e ne parleremo a fine anno caro robi.

          2. Scritto da ElleA69

            non litighiamo per queste cose. Ad inizio ritiro avevamo Ardemagni e Bentancour, ora abbiamo Boakye e Bianchi. Meglio di così… Poi dev’essere stimolante vederli in campo anche con Denis (non tutti e 3 assieme ovviamente….)