BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Hanno rovinato la recinzione”: ambasciatore chiede i danni ai Marò

“Hanno rovinato la recinzione con i fili dei panni stesi”. Con questa motivazione l’ambasciatore italiano a Nuova Delhi, Daniele Mancini, ha scritto una nota chiedendo un rimborso di 400 euro (un terzo dello stipendio annuo di un indiano) per far ridipingere la recinzione della residenza del diplomatico, rovinata – a detta sua e della moglie – dai fili dei panni utilizzati da Massimiliano Latorre e Salvatore Girone per stendere la propria biancheria.

Più informazioni su

“Hanno rovinato la recinzione con i fili dei panni stesi”. Con questa motivazione l’ambasciatore italiano a Nuova Delhi, Daniele Mancini, ha scritto una nota chiedendo un rimborso di 400 euro (un terzo dello stipendio annuo di un indiano) per far ridipingere la recinzione della residenza del diplomatico, rovinata – a detta sua e della moglie – dai fili dei panni utilizzati da Massimiliano Latorre e Salvatore Girone per stendere la propria biancheria. E’ questa la strana richiesta arrivata sul tavolo dei vertici del ministero degli Esteri e riportata da Il Giornale.  I due marò, trattenuti in India da due anni con l’accusa di aver ucciso due pescatori, sono ospiti dell’ambasciata da quando sono rientrati dall’Italia. Ma, racconta ancora Il Giornale, non sarebbe la prima volta che l’ambasciatore Mancini (che guadagna circa 20 mila euro netti al mese) richiede rimborsi spesa alla Farnesina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da klement

    L’ambasciatore ha chiesto le riparazioni al Ministero degli esteri da cui dipende per qualunque spesa. Se avesse voluto un risarcimento dai marò, per loro paga la Marina Militare o semmai il Ministero della Difesa

  2. Scritto da marco

    da parte di tanta gente abbiamo scritto per mail :
    https://servizi.quirinale.it/webmail/

    (causa lunghezza non riseco a impaginarlo qui, ma lo potete leggere in ns sito forum:
    http://www.betasom.it/forum/index.php?showtopic=42067&page=63#entry463250
    copiatelo e inviatelo anche Voi, qui si deve davvero portare a cas ai nostri maro senya continuare questo numero da circo e prima ancora cerchiamo di mettere come ambascitori persone con spina dorsale e non ….!

  3. Scritto da spillo

    Ambasciatore, si vergogni…!!! Lei non ci rappresenta. Si dimetta.
    Per 400€??? Sono i due marò che dovrebbero chiedere i danni a lei e sua moglie.Vergogna…. Poera ITALIA

  4. Scritto da Cris

    Un pensiero a chi criticava il governo indiano : ma vi rendete conto da chi siamo rappresentati all estero ?cara redazione e partire con una raccolta di firme x far dimettere l’ambasciatore?

    1. Scritto da Guido

      Mi vergogno di essere rappresentato all’estero da una simile persona.
      Mi associo alla richiesta.

  5. Scritto da Mauro

    ma non si vergogna ?!?!?

  6. Scritto da Carlo Saffioti

    Mi rifiuto di credere che la notizia corrisponde a verità. Se lo fosse, l’unico provvedimento che un governo serio deve prendere e’ la rimozione del l’ambasciatore . I nostri Maro’ stanno pagando per colpe che non hanno commesso , per gli errori dei governi, dei ministri, dei diplomatici italiani che si sono succeduti!,

  7. Scritto da rasputin

    Dovrebbe essere nominato ambasciatore presso l´UCAS , ufficio complicazioni affari semplici.

  8. Scritto da lotty

    E’ uno scherzo vero?

  9. Scritto da Luigi

    E c’è bisogno anche di commentare? Con 400 € in India ridipingi una città, altro che una palizzata, e fa davvero pena e ribrezzo che due soldati, ripeto soldati, non turisti, siano costretti a stendersi i panni ospiti di un signore con uno stipendio da nababbo che dovrebbe rappresentare la nazione per cui portano la divisa e rischiano la pelle. Altro che rimborso spese, bisognerebbe chiederli a lui i danni!

  10. Scritto da maurizio cortinovis

    sono un pensionato, se l’ambasciatore accetta,pago io i danni alla recinzione. comunque è meglio che gli azzerino lo stipendio per un anno per i danni che ha fatto lui ai marò ad alle loro famiglie.anzi all’Italia intera.

    1. Scritto da Mario

      Grazie. Scusate, ma è il miglior commento.
      Che però poi non vada in pensione sempre a spese nostre!