BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Divorzi: un avvocato anche per i bambini Tu cosa ne pensi?

Dalle colonne dell'edizione milanese del Corriere della Sera, l'avvocato Cesare Rimini, esperto di diritto di famiglia, lancia una proposta forte: nelle cause di separazione e di divorzio anche i bambini dovrebbero avere al loro fianco un avvocato. Sei d'accordo?

Più informazioni su

Il tema è molto delicato e la proposta è forte: nelle cause di separazione e di divorzio anche i bambini dovrebbero avere al loro fianco un avvocato.

A lanciarla, dalle colonne dell’edizione milanese del Corriere della Sera, è Cesare Rimini, avvocato milanese specializzato in diritto di famiglia e cause matrimoniali che, nell’articolo “Nei divorzi più rispetto per i bambini” scrive: “Fin che si tratta di sodi si litighi pure…ma quando ci sono di mezzo i bambini e i ragazzi, guai a chi perde rispetto per questi protagonisti-vittime. Dovrebbero avere un loro avvocato”.

Un ruolo nelle cause, in effetti, i bambini lo possono già avere: l’articolo 155 sexies del Codice Civile, introdotto dalla legge 54/2006 sull’affido condiviso, prevede che il minore, compiuti i dodici anni di età o di età inferiore purchè capace di discernimento, possa essere ascoltato dal giudice, in un ambiente comunque idoneo e consono. Un diritto, quello di essere ascoltato in tutte le questioni e le procedure che lo riguardano, ribadito anche nell’articolo 315 bis comma 3 del Codice Civile.

Non sono loro a poter decidere con quale genitore vogliono stare in prevalenza – sottolinea l’avvocato Rimini – Ma la loro opinione ha evidentemente un peso”.

Tu cosa ne pensi? Saresti d’accordo?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da rotabruno

    troppi avvocati e tutti dobbiamo mangiare !

  2. Scritto da Caligola

    Off-topic. Anche per fare la spesa adesso abbiamo bisogno dell’avvocato…. Deprimente, altro che evoluzione, devono assisterci sempre di più gli altri (non gratuitamente)…. Sembriamo sempre più ebeti, a giudicare dalla cartellonistica che si vede in giro: 4 (QUATTRO) cartelli ci indicano perfino che sul marciapiede, l’uscita di una stradina laterale “taglia” e interrompe la ciclopedonale e appena oltre essa riprende…. 4 cartelli… Pazzesco!

  3. Scritto da domenico

    penso che ci sono troppi avvocati

  4. Scritto da coniatore

    Si, solo se poi anche la parcella viene pagata dai bambini.

  5. Scritto da Carlo Pezzotta

    il bambiino, non solo durante la fase di separazione soffre, ma la sofferenza continua anche dopo e perfino in età adulta e in molti casi la sofferenza della separazione, li accompagna x tutta la vita.
    L’avvocato del bambino doveva essere istituito subito con la legge del divorzio secondo me, ma se ora questa proposta avrà seguito, meglio tardi che mai. Ricordiamoci anche che la maggiorparte dei divorzi arrivano solo x egoismi personali, purtroppo.