BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Telgate, ‘Abbassa il volume’ Lui aggredisce i vicini e tenta di bruciargli casa

L'ennesimo richiamo da parte dei vicini di casa ha scatenato la violenta reazione di M.M., un 48enne di origine sarde, che ha imbracciato una roncola e un panno incendiato. Processato per direttissima giovedì mattina

 "Abbassa la musica dello stereo, è troppo alta!". L’ennesimo richiamo da parte dei vicini ha scatenato la violenta reazione di M.M., un 48enne residente a Telgate ma originario di Selargius, in Sardegna.

L’uomo, mercoledì pomeriggio, dopo che una donna che vive in un’abitazione poco distante dalla sua gli aveva chiesto di abbassare il volume della musica che stava ascoltando dal suo stereo, ha reagito prima con le parole e poi con i fatti. Intorno alle 18.30 la donna ha suonato il citofono del sardo per avanzare la sua richiesta, dalla quale però ne è scaturito un acceso diverbio.

Il marito della signora, udite le voci dei due mentre litigavano, è uscito per prendere le difese della moglie, e avrebbe lanciato anche una pietra contro il sardo. Un gesto che lo ha mandato su tutte le furie: l’uomo è rientrato in casa, ha imbraccato una roncola e un panno incendiato.

I due vicini si sono rifugiati in casa. Il 48enne ha allora lanciato il telo incendiato contro un capanno attiguo alla casa dei due, e con la roncola ha iniziato a colpire la porta di casa. Per calmarlo sono intervenuti alcuni vicini di casa, tra i quali una sua ex fidanzata.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Grumello, che hanno arrestato l’uomo.

Giovedì mattina si è svolto il processo per direttissima, nel corso del quale l’uomo ha provato a giustificarsi dicendo di essere in cura da due anni da un medico per crisi depressive, e che capisce il fastidio provocato dalla sua musica ma che mercoledì pomeriggio si è solo difeso. Il giudice ha convalidato l’arresto. Il processo prenderà il via il prossimo 6 ottobre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pm

    Non è extracomunitario,e poco importa – rimane la solita irrisolta questione italiana, cioè che una persona violenta e pericolosa quasi certamente non finirà in una bella cella a riflettere per un po’.

  2. Scritto da Paolo

    La reazione del sardo è certamente spropositata, ma scusate: se a voi tirano una pietra, un po’, non vi girano ???

  3. Scritto da ANTONIO

    per fortuna non è un extracomunitario altrimenti apriti cielo… la stampa si sbizzarriva e il sindaco di telgate avrebbe messo una nuova tassa , quella sulla musica alta….

    1. Scritto da mario59

      Ma è Sardo e per molti è ritenuto comunque un foresto…se non c’erano stranieri con i quali prendersela, di sicuro per un fatto come quello, si sarebbe scatenata la protesta contro i terroni.

    2. Scritto da lotty

      Ben detto!

  4. Scritto da cosi' e'

    Si vive in un mondo di matti.

  5. Scritto da mario59

    E si che quest’anno non si può nemmeno dare la colpa al caldo.
    Purtroppo i vicini molesti e maleducati, non sono una rarità…anch’io ogni tanto subisco la maleducazione di chi crede di vivere solo in cima a una montagna…fin’ora ha prevalso il buon senso, in pratica non gli dico niente, almeno finchè il disagio rimarrà “sopportabile” perchè sono convinto che peggiorerei solo la situazione.